Stai leggendo: Sarah Michelle Gellar: una foto della manicure con il figlio solleva un polverone

Letto: {{progress}}

Sarah Michelle Gellar: una foto della manicure con il figlio solleva un polverone

Sarah Michelle Gellar è stata accusata di aver fatto il lavaggio del cervello al figlio, per una foto di loro due dopo essersi concessi una manicure insieme.

Sarah Michelle Gellar insieme al figlio

4 condivisioni 12 commenti

Sarah Michelle Gellar si è concessa una manicure, accompagnata dal figlio di 5 anni Rocky, ed in una storia pubblicata su Instagram ha poi condiviso le foto del piccolo che si è fatto colorare le unghie proprio come la mamma, con uno smalto nero e la didascalia “we match!” (“Siamo abbinati!”). Il fatto in sé della manicure ad un bimbo ha scatenato l’indignazione di molti, che accusano l’attrice di aver fatto il lavaggio del cervello al figlio, di non lasciarlo vivere la propria infanzia da piccolo uomo e dunque di avergli imposto i suoi ideali troppo elastici in fatto di gender. Qualcuno è arrivato addirittura a parlare di abuso di minori, alcuni anche chiamandolo “abuso di minori femminista”.

Qualcuno ha scelto una via di mezzo, contemplando la possibilità che sia stato il piccolo a voler emulare la madre, ma al contempo condannando la star di Buffy di aver sfruttato l’occasione per cercare attenzione ed imporre le proprie idee ad un bimbo facilmente suggestionabile. Alcuni dicono che un giorno il bambino si troverà in difficoltà in mezzo agli altri maschietti che non hanno una teoria gender così fluida.

Rocky, il figlio di Sarah Michelle Gellar, durante una manicure con la madreHDInstagram - Sarah Michelle Gellar
La storia condivisa dall'attrice sul suo profilo Instagram

Per fortuna c’è qualcuno che non la considera una mossa sovversiva, e sottolinea “il fatto che quel bambino abbia le unghie colorate non fa male ad una sola persona sul pianeta”, e ci sono anche utenti dei social network che amano tutta la storia, scrivendo cose come:

Da piccolo avrei ucciso per poter fare una cosa del genere.

Un padre che si descrive “un tipo grosso con la barba ed i tatuaggi” ha condiviso una foto delle sue unghie colorate di rosa per volere della figlia, che non gli ha permesso di avvicinarsi al solvente per almeno tre giorni, ed ha commentato “e non mi importa”. Meno male che c’è ancora chi mette le cose in prospettiva.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.