Stai leggendo: Mayim Bialik: 'Noi mamme? Siamo troppo competitive e poco solidali'

Letto: {{progress}}

Mayim Bialik: 'Noi mamme? Siamo troppo competitive e poco solidali'

Le donne di oggi sono eternamente in competizione tra loro e si sostengono poco a vicenda, anche nel loro ruolo di mamme. Ecco cosa ne pensa Mayim Bialik.

Mayim Bialik

0 condivisioni 0 commenti

Mayim Bialik ha due figli, Miles (12 anni) e Frederick ( 9 anni). L'attrice di The Big Bang Theory - che molti ricordano anche per il suo ruolo da protagonista nell'iconica serie TV anni '90 Blossom - è una madre molto presente e affettuosa, oltre che una fervente femminista. Nonostante di recente sia finita nel mirino per aver commentato in modo poco delicato il caso Weinstein, Mayim si professa da sempre una sostenitrice del girl power e, di conseguenza, delle altre donne. Molto spesso, Mayim Bialik interagisce con le fan della sua community social e parla con loro di tematiche delle più varie inerenti l'universo femminile, dai complessi per il proprio aspetto fisico ai figli. Proprio in queste ore, l'attrice ha condiviso su Facebook una clip video in cui analizza un particolare fenomeno che le sta molto a cuore: la competizione tra mamme.

Secondo la Bialik, le donne di oggi sono troppo competitive e si comportano da rivali più che da alleate. L'attrice ha raccontato di quando, dopo la nascita del suo primo figlio, decise di recarsi a un incontro per mamme del suo quartiere: "Mi sono sentita immediatamente fuori posto. Io ho usato pannolini di stoffa, non ho usato ciucci o biberon. Non avevo vestiti eleganti e nemmeno il mio bambino, non avevo la manicure in ordine...voglio dire, avevo avuto a malapena il tempo di fare la doccia, come avrei potuto avere il tempo di fare una manicure?", ha raccontato sui social.

Stando alla sua testimonianza, le mamme presenti all'incontro paragonavano continuamente le proprie performance - dall'abilità nelle faccende domestiche al lavoro - e persino quelle dei loro bambini. "Parlavano di quanto fossero precoci i loro bambini nel fare la cacca, rotolarsi, sedersi o sorridere. Tutto era una competizione", ha concluso Mayim Bialik rivelando di essere scappata in lacrime quel giorno.

Qual è la motivazione di tutto questo? L'attrice non ha dubbi: "Il movimento femminista ci ha portato a credere che possiamo e che dovremmo fare tutto e questo ci ha preparato a competere sul posto di lavoro. Quando la nostra generazione ha conosciuto la maternità e ci siamo allontanate dalla carriera, quella spinta competitiva si è sovrapposta alle nostre vite di madri", ha spiegato Mayim alle sue follower.

Mayim Bialik nel corso di una conferenzaHD

Proprio a loro, l'amata Amy Farrah Fowler di The Big Bang Theory ha voluto rivolgere un appello:

Torniamo a un modello di cameratismo che riduce la competizione, favorisce l'amicizia e l'empatia. Torniamo a un modello di società fondato sul sostegno di ogni donna alle altre donne.

Come darle torto?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.