Stai leggendo: Beyoncé, Jay-Z e Blue Ivy: il rapper si confessa in un videoclip 'di famiglia'

Letto: {{progress}}

Beyoncé, Jay-Z e Blue Ivy: il rapper si confessa in un videoclip 'di famiglia'

I tradimenti di Jay-Z sono stati ormai perdonati da Beyoncé, anche grazie al loro comune amore per la musica. Il rapper ha voluto sua moglie e la piccola Blue Ivy nel videoclip di Family Feud, in cui confessa i suoi sbagli.

Beyoncé, Jay-Z e Blue Ivy

0 condivisioni 0 commenti

Jay-Z e Beyoncé sono più uniti e innamorati di prima. Le scappatelle del rapper non hanno scalfito l'amore di Beyoncé, che ha aiutato il marito a riconoscere i propri errori e a ritornare sulla retta via. Quest'ultimo ha rivelato di esserci riuscito specialmente grazie alla musica: il suo ultimo album, 4:44, è ispirato proprio alle sue più recenti vicissitudini private, tra traumi irrisolti e il perdono della moglie. Il videoclip del nuovo singolo tratto dall'album, Family Feud, è letteralmente un affare di famiglia e vanta un cast d'eccezione. Con Jay-Z ci sono Beyoncé e Blue Ivy (5 anni), la loro primogenita.

Il teaser del video è stato condiviso dal rapper sui social e ha suscitato tantissima curiosità nel pubblico.

Le prime immagini della clip mostrano Jay-Z e sua figlia percorrere la navata di una chiesa. L'inquadratura si sposta poi su una coppia in intimità e su una splendida Beyoncé vestita di bianco e nero. Jay-Z arriva nel confessionale e ad accogliere le sue rivelazioni e il suo 'mea culpa' c'è proprio sua moglie. Il testo di Family Feud è molto esplicito e si fa più volte riferimento a Becky, la fantomatica donna con cui Jay-Z avrebbe tradito Beyoncé: "Lasciami in pace, Becky. Un uomo che non si cura della sua famiglia non può essere ricco. Nessuno vince in una faida familiare", recitano alcuni versi del brano.

Jay-Z e Beyoncé in uno dei loro ultimi scatti pubbliciHD

La versione integrale del videoclip sarà pubblicata su Tidal - la piattaforma per l'ascolto della musica in streaming di proprietà di Jay-Z - nel pomeriggio di oggi, 29 dicembre.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.