Stai leggendo: Dustin Hoffman: le nuove accuse di molestie gelano il sangue

Prossimo articolo: Tippi Hedren respinse le avances di Alfred Hitchcock

Letto: {{progress}}

Dustin Hoffman: le nuove accuse di molestie gelano il sangue

Dopo quelle della scrittrice Anna Graham Hunter e l’attrice Kathryn Rossetter, Dustin Hoffman ha ricevuto nuove pesanti accuse di molestie sessuali.

L'attore Dustin Hoffman

2 condivisioni 0 commenti

Dustin Hoffman è nuovamente sotto l’occhio del ciclone. Dopo che qualche giorno fa l’attore è stato accusato di comportamenti sessualmente molesti da parte della scrittrice Anna Graham Hunter, che nel 1985 ha lavorato con lui in una serie TV, e dall’attrice Kathryn Rossetter, che ha raccontato di essere stata palpeggiata da Hoffman nel 1984 mentre recitava con lui durante uno spettacolo a Broadway nello stesso anno, altre tre donne hanno confessato di essere state vittime del protagonista di The Rain Man.

Come riporta Variety, infatti, la commediografa Cori Thomas - compagna di scuola di Karina, figlia di Hoffman - ha raccontato che quando aveva 16 anni si è ritrovata sola in una stanza d’albergo con l’attore e, mentre l’amica stava studiando, lui si è spogliato:"Se ne stava lì tutto nudo, pensavo di svenire. Era la prima volta che vedevo un uomo nudo, ero mortificata, non sapevo cosa fare e lui continuava a dirmi ‘Sono nudo, vuoi vedere?’."

Ma se la Thomas è riuscita a sfuggire dalle grinfie di Hoffman, in quanto pochi minuti dopo l’incontro ravvicinato col padre della sua compagna fortunatamente sono arrivati i genitori, Melissa Kester ha asserito di essersi sentita stuprata dall’attore. Secondo la ricostruzione della stessa Kester, tutto è accaduto nel 1987 quando la donna ha accompagnato un suo amico compositore negli studi di registrazione delle musiche del film Ishtar. È lì che Hoffman, con la scusa di avere dei problemi alla voce, ha cominciato a flirtare con lei chiedendole di cantare insieme. 

Il film IshtarColumbia Pictures

Ha ricordato la Kester: “Mi ritrovai sola in una stanzetta, lui mi ha afferrata, eravamo rivolti entrambi verso le persone dello studio. Pensavo fosse un flirt divertente… Mi sentivo un po’ a disagio perché era tutto un po’ strano. Lui mi abbracciava mentre cantava, credevo si trattasse di un gioco, ma poi ha infilato le sue dita dentro di me. E a quel punto mi sentii male perché non sapevo cosa fare. Rimasi semplicemente lì, paralizzata”.

La terza pesantissima accusa contro Hoffman invece arriva da una persona che ha voluto rimanere anonima la quale, però, ha ammesso che, prima di cedere ad un rapporto consensuale con l'attore, è stata da lui aggredita in una macchina che stava riportando a casa lei e Dustin dopo una festa tenutasi durante le riprese di Ishtar.

Ad oggi tutti questi nuovi racconti da brivido, secondo i legali di Dustin Hoffman, sono "falsità diffamanti".

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.