Stai leggendo: Lucas, il ragnetto che vi guarirà dall'aracnofobia e altri ragni spettacolari

Letto: {{progress}}

Lucas, il ragnetto che vi guarirà dall'aracnofobia e altri ragni spettacolari

Avete mai sentito parlare di Lucas, il tenero ragnetto animato che sembra uscito da un film Pixar? E sapevate che ci sono ragni variopinti dall’aspetto sensazionale?

30 condivisioni 0 commenti

Anche se odiate i ragni, c’è una buona probabilità che amerete Lucas, il ragnetto protagonista di un paio di video animati da Joshua Slice. Lucas è un piccolo ragnetto con grandi occhioni e una voce tenerissima (quella del nipote di Joshua, anche lui di nome Lucas), che vuole solo essere accettato da noi umani: in un primo video lo vediamo che si presenta a noi dicendo “Ciao! Sono Lucas… ho troppi occhi!” mentre si scuote un po’, per poi essere distratto da una ragnatela e salutarci. 
Il video, apparso i primi di novembre, è in realtà un test di animazione per un personaggio che Joshua Slice sta sviluppando da tempo: l’artista è un animatore che ha contribuito a film come Big Hero 6, Zootropolis ed Il toro Ferdinando, uno dei film in uscita questo natale. Non sorprendono dunque l’accuratezza dei dettagli e l’aspetto davvero adorabile del ragnetto Lucas, che non sfigurerebbe in un film Pixar (speranza apertamente espressa da Slice stesso).

Da poco è stato pubblicato anche un secondo video in cui Lucas si trova fuori di una finestra, in inverno: ha freddo e vorrebbe entrare in casa. “Posso entrare” chiede infatti incespicando sulle parole, “fa davvero freddo qui fuori. Il camino sembra davvero confortevole. Potrei scaldarmi le zampe, tutte e 8”. Ma il ragnetto non riceve risposta. “C’è nessuno? Oh, ok. Me ne vado a dormire nel capanno”.

Ragni geniali

Lucas è un ragno della famiglia dei Salticidi, dunque un ragno saltatore. La giornalista Melissa McEwen, che è una grande appassionata di ragni tanto da tenerne cinque come animali domestici, scrive che i salticidi sono un po’ come i gatti del mondo aracnide. Secondo la McEwen, inoltre, l’animazione di Slice - nonostante abbia ovviamente ingrandito gli occhi del ragnetto per un effetto più drammatico e piacevole - è abbastanza verosimile. “Anche nella realtà i loro occhi sono grandi e piuttosto incredibili. Possono vedere i colori! Possono vedere quasi bene comd un gatto, il che è poco frequente per degli invertebrati così minuscoli, e li rende soggetti di studio interessanti per gli scienziati che effettuano ricerche sulla vista.

Inoltre, questa famiglia di aracnidi è una delle più intelligenti: “devono esserlo”, spiega la giornalista. A differenza dei folcidi (quelli con le zampe sottili che troviamo spesso in casa) o di altre specie che tessono la ragnatela, i salticidi non si limitano a costruire la trappola ed attendere che la preda vi finisca dentro. “Devono cacciare il proprio cibo come un gatto, balzandogli sopra. Alcuni dei più svegli sfruttano anche il lavoro dei ragni più stupidi che hanno costruito una ragnatela”. Pare infatti che ci riescano fingendo di essere un insetto rimasto intrappolato nella tela e poi balzano quando il padrone di casa arriva ad investigare. “Per fare una cosa del genere ci vuole la capacità di pianificare e di risolvere problemi. Nei laboratori sono addirittura stati addestrati ad associare colori con ricompense e trovare l’uscita da labirinti rudimentali”.

Ragni pavone: i belli tra gli aracnidi

Non tutti seguirebbero l’esempio della McEwen nell’accoglierli come animaletti da compagnia, ma sono piuttosto incredibili, non trovate? I ragnetti come Lucas, però, non sono quelli dall’aspetto più straordinario. Non hanno, ad esempio i colori dei cugini, sempre Salticidi, della specie Maratus Volans, i cosiddetti ragni pavone. Questi microscopici saltatori australiani sono famosi per la livrea colore arcobaleno che sfoggiano con maestria nella danza di corteggiamento. Il giugno scorso ne sono state individuate 7 nuove specie nell’Australia meridionale ed orientale, per un totale di 48 varietà conosciute finora. Le foto più belle sono quelle di Jürgen Otto, che studia questi animali da anni. 

alcuni ragni della specie MaratusHDJürgen Otto
Alcuni tipi di Maratus, tra cui Harrisi, Vultus, Clupeatus, Amabilis, Fimbriatus, Pardus e Negromaculatus


Le tarantole colorate

Per chi volesse ammirare aracnidi di dimensioni considerevolmente maggiori, sappiate che anche tra le tarantole, alcune hanno dei colori davvero sensazionali, ad esempio quelle blu, arancioni, verdi o zebrate che possiamo ammirare sul profilo instagram di Daniel Vamu.

Alcune specie di tarantole dal pelo coloratoHDDaniel Vamu - Instagram
Alcune tarantole colorate tra cui la Poecilotheria rufilata, Poecilotheria formosa, Chromatopelma cyaneopubescens


Altri ragni straordinari

Ma non è finita qui: ci sono molti altri ragni dall’aspetto assolutamente sorprendente. Ad esempio, il ragno vespa (Argiope bruennichi): il suo addome a strisce gialle e nere attira gli insetti nella tela, mentre le zampe rimangono invisibili alle potenziali prede, che dunque non si rendono conto di aver di fronte un ragno. Oppure il ragno granchio: ne esistono molti tipi, ma tra tutti il Thomisus è quello che ci colpisce di più. Alcuni Thomisus attendono gli insetti impollinatori nascosti dentro al fiore - in particolare, qualche varietà può addirittura cambiare il colore del corpo per mimetizzarsi col fiore stesso, e ci riescono riflettendo la luce ultravioletta, cos’ da far sembrare i fiori ancora più colorati ed attraenti. Tra i ragni granchio c’è poi una specie brasiliana, Epicadus heterogaster capace proprio di prendere la forma di diversi fiori (questi ragni possono essere bianchi, gialli, viola o marroni), così da attrarre insetti e nascondersi da altri predatori. Infine (ma la lista potrebbe essere molto più lunga) ci sono ragni che non sono particolarmente attraenti di per sé, eppure hanno la straordinaria abilità di decorare le proprie ragnatele. Tra questi, i Cyclosa Insulana, che tessono le tele in trame intricate capaci di riflettere la luce ultravioletta ed attrarre le prede proprio come quei ragni “riflettenti” brasiliani.

Ragni dall'aspetto e capacità incredibiliHDBeatrice Tiberi, CC by 2.0 - viplot, CC by 2.0 - Premaphotos/NPL
Dalla foto in alto a sinistra: Argiope bruennichi, A Thomisus onustus crab spider, Epicadus heterogaster, Cyclosa insulana

Che dite, siamo riusciti a convincervi che i ragni non sono necessariamente dei mostri pelosi che ci provocano tanto ribrezzo?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.