Stai leggendo: Lady Diana Spencer: da donna comune a Principessa del popolo

Letto: {{progress}}

Lady Diana Spencer: da donna comune a Principessa del popolo

Dall'infanzia difficile al matrimonio con il Principe Carlo, dal divorzio alla storia con Dodi Al-Fayed, dall'incidente mortale di Parigi al funerale pubblico, ripercorriamo insieme la vita travagliata di Lady Diana, una delle donne più amate del secolo.

2 condivisioni 0 commenti

Semplice ed incredibilmente bella, Lady Diana è passata alla storia non soltanto per le difficili vicissitudini personali e sentimentali, da sempre sotto gli occhi di tutti per via dei tabloid britannici, ma soprattutto per l'immagine che da sempre ha offerto di se stessa.

Diana Spencer è stata una donna comune, prima ancora di essere una Principessa, con tutte le debolezze e le difficoltà del caso: un'infanzia sofferente, un matrimonio infelice, gli attriti con la suocera, i problemi di depressione e bulimia, le scandalose relazioni post coniugali e infine la morte drammatica.

Per quanto possa sembrare assurdo definire "comune" una donna che ha sposato il Principe di una delle monarchie più potenti e solide d'Europa, Lady D non ha mai nascosto nessuna delle sue fragilità personali, dimostrandosi sempre per quello che era piuttosto che incarnare lo stereotipo della favola della Principessa di Inghilterra.

Dalla scelta degli abiti all'educazione dei figli, dalle uscite pubbliche alle dichiarazioni alla stampa, Diana Spencer è sempre stata se stessa, spesso scontrandosi con le rigide regole della monarchia, ma riuscendo sempre a guadagnarsi il sostegno e l'affetto del popolo.

A ben venti anni di distanza dalla sua morte, Lady Diana continua a far parlare di sè, generando scandali e stupore alla corte della Regina Elisabetta. Presunti figli illegittimi, registrazioni sconcertanti e ipotesi di complotti alimentano ancora il successo di una delle icone femminili più note degli ultimi decenni.

Diana Frances Spencer: chi è

Lady Diana Frances Spencer, Principessa d'InghilterraHD
Lady Diana in uno scatto da giovane

Se le fragilità di Diana Spencer hanno un'origine, questa va senza dubbio ricercata nella sua infanzia. Nata nel 1961 nella contea di Norfolk dalla famiglia che ha dato i natali a Winston Churchill, è la quarta di cinque fratelli, figli dei visconti di Althorp: Sarah, Jane, Charles e John, sfortunatamente morto dieci ore dopo il parto.

Ma non si tratta certo del solo dramma familiare per gli Spencer: quando Diana ha appena sei anni, la madre decide infatti di abbandonare la famiglia per andare a vivere con un ricco proprietario terriero, un trauma affettivo che Lady D sembra non sia mai riuscita a superare.

Cresce così in solitaria, seppur circondata dai fratelli e da un padre che cerca di darle un'educazione il più possibile aristocratica, addirittura permettendole di frequentare una scuola di buone maniere in Svizzera.

Ma le passioni di Diana sono altre. La giovane inglese ama infatti la musica, i bambini e soprattutto la danza, sognando di calcare un giorno il palcoscenico della Royal Ballet, progetto che è costretta ad abbandonare per via della sua altezza. Nonostante questo, ancora adolescente, comincia a lavorare come insegnante di danza per bambini, governante per la sorella Sarah, hostess per le feste ed infine tata per alcune facoltose famiglie londinesi.

Lavori semplici, fatti con passione, che mai le avrebbero fatto pensare che un giorno sarebbe diventata la Principessa di Inghilterra più nota di tutti i tempi.

Il Principe Carlo, il matrimonio e la Famiglia Reale

La coppia reale in un'uscita pubblicaHD
Lady Diana e il Principe Carlo

Ancora adolescente, Diana Spencer conosce il Principe Carlo nel 1977, durante una battuta di caccia. Pare che in questo periodo lui avesse un flirt con la maggiore delle sorelle, Sarah, interrotto per via di alcune delle rivelazioni fatte dalla giovane ai giornalisti dei tabloid britannici. Al di là di questo episodio particolare, le due famiglie si conoscevano e frequentavano già da tempo, per cui i due avevano già avuto modo di conoscersi, pur senza aver mai dimostrato un interesse reciproco (che forse non c'è mai stato realmente).

Non è quindi un caso che dopo poco Diana sia stata invitata a corte, assieme alle sorelle, per il compleanno del futuro erede al trono. Da questo momento in poi, l'affascinante Spencer e Carlo cominciano a frequentarsi, lontani dagli occhi indiscreti dei paparazzi. 

Si vocifera che si siano incontrati soltanto dodici volte prima dell'annuncio del loro fidanzamento a Buckingham Palace il 24 febbraio 1981. Un annuncio del tutto inaspettato, dovuto sicuramente alle pressioni fatte dal Principe Filippo sul figlio, soprattutto dopo il suo flirt passionale con Camilla Shand, Duchessa di Cornovaglia.

Una storia che metterà in discussione i sentimenti di Diana per il futuro marito ad appena una settimana dalle nozze, quando la bella diciannovenne avrà una crisi di gelosia dopo aver trovato un braccialetto con le iniziali dei due amanti sulla scrivania di Carlo.

Le pressioni familiari la conducono comunque all'altare della Cattedrale di Saint Paul il 29 luglio dello stesso anno, accompagnata dal padre che aveva da poco avuto un infarto, dove Diana pronuncia il fatidico sì di fronte a duemila invitati.

In totale controtendenza rispetto alle rigide regole della monarchia britannica, la Principessa si rifiuta di pronunciare il voto di obbedienza al marito e finisce con l'invertire i primi nomi del Principe di fronte a 750 milioni di telespettatori in mondovisione, chiamandolo Filippo e non Carlo. Piccoli indizi di un matrimonio che ha cominciato a vacillare prima ancora di cominciare.

L'anello di fidanzamento e l'abito da sposa del Royal wedding di Lady Diana 

Lady Diana in abito da sposaHD
L'abito da sposa di Lady Diana

Al di là della gigante organizzazione del matrimonio, sarà impossibile dimenticare l'abito da sposa indossato da Diana.

Disegnato dai due giovani stilisti David ed Elizabeth Emanuel, il vestito è stato realizzato in taffetà di seta color avorio impreziosito da pizzi antichi. Un vero e proprio Guinness se si considerano le dieci diverse sottogonne e lo strascico di 7.62 metri di velo, decorato da paillettess e madreperla.

Altrettanto appariscente risulta essere l'anello di fidanzamento scelto da Diana direttamente dal catalogo della gioielleria Garrad, una decisione insolita se si considera l'abitudine di farlo disegnare sulla base delle richieste della futura Principessa.

Kate Middleton con l'anello di Lady Diana HD
L'anello di fidanzamento di Lady Diana, ora indossato da Kate Middleton

La giovane Spencer scelse invece un bell'anello con 14 diamanti ed uno zaffiro di 12 carati disposti su di una sottile fascia di oro bianco, oggi al dito di Kate Middleton per decisione personale del Principe.

Camilla, il divorzio e gli amori falliti di Lady Diana

Lady Diana e Camilla ShandHD
Diana e Camilla

La presenza invadente di Camilla ha sempre creato grossi problemi nella relazione tra Carlo e Diana, non solo suscitando la gelosia della Principessa, ma addirittura portandola a compiere atti irrazionali per attirare l'attenzione del marito.

Recenti rivelazioni hanno portato alla luce comportamenti minacciosi da parte della stessa Lady D nei confronti della Duchessa di Cornovaglia, probabilmente dovuti al terrore di vedere distrutta la famiglia costruita negli anni, così come era successo in passato alla sua per via della fuga della madre.

Ed è proprio lo stretto rapporto tra Camilla Shand e il Principe Carlo che costringe Diana ad una triste solitudine, tanto da portarla a continui tentativi di suicidio, episodi di depressione e bulimia

Nei momenti di crisi del matrimonio, Diana registra i propri pensieri su cassette che poi spedisce al giornalista Andrew Morton, che di lì a poco pubblica il libro "Diana - La sua vera storia", poi trasposto in film, in cui rivela anche della relazione extraconiugale di Carlo oltre che degli stati d'animo della Principessa.

Nel 1995, in un'intervista segreta rilasciata alla BBC, Diana rivela i suoi problemi sentimentali con il marito, ammettendo pubblicamente di essere a conoscenza della storia tra Carlo e Camilla.

Crea un'immagine con questa frase e condividila!

Sarà questa dichiarazione, insieme ad altre, a convincere la Regina Elisabetta a richiedere il divorzio tra Carlo e Diana, che riceve una buonuscita di ben 17 milioni di sterline, con la clausola di non parlare degli accordi presi. Perde così il titolo di Altezza Reale, mantenendo però quello di Principessa del Galles e rimanendo comunque parte della famiglia reale, perché madre del secondo e del terzo erede al trono in linea di successione. 

Subito dopo il divorzio, i tabloid britannici cominciano a pubblicare foto e articoli sulle nuove relazioni sentimentali di Diana.

Il primo a conquistare il cuore della Principessa è Hasnat Khan, un chirurgo di origine pakistana conosciuto mentre fa visita ad una persona in ospedale. Sembra che Khan sia stato uno dei grandi Amori di Diana, nonostante la relazione tra i due si sia conclusa dopo due anni, per via della titubanza dell'uomo riguarda l'immagine della Spencer troppo esposta ai media. Poco dopo la rottura, o addirittura contemporaneamente, Lady D conosce Dodi Al-Fayed, figlio di un ricco uomo d'affari egiziano, con cui trascorre buona parte delle vacanze estive nel sud della Francia.

Lady Diana, Carlo e i suoi figliHD
Lady Diana e il Principe Carlo con i figli William e Harry in uno scatto di famiglia

Dodi Al-Fayed, Parigi e l'incidente in auto

Nell'estate del 1997, dopo aver trascorso qualche giorno nel sud della Francia in compagnia dei suoi figli, Diana e Dodi arrivano all'Hotel Ritz di Parigi, allora proprietà della famiglia egiziana, per trascorrere qualche romantica giornata insieme.

Dato il numero eccessivo di paparazzi, decidono però di trasferirsi nella residenza privata della famiglia Al-Fayed. Nella notte di sabato 30 agosto 1997, i due si muovono in macchina verso l'appartamento e, imboccando il tunnel del Pont de L'Alma seguita da uno stuolo di paparazzi, la Mercedes che li porta si schianta contro il tredicesimo pilastro della galleria.

Un incidente inspiegabile, che porta alla morte sul colpo Dodi e l'autista Hanry Paul, che viene addirittura dichiarato in stato di ebbrezza dalle autorità francesi, senza che siano mai stati ritrovati i campioni di sangue che possano testimoniarlo. 

Lady D viene estratta dalle lamiere del veicolo in gravi condizioni respiratorie e, dopo i primi soccorsi prestati dal dottor Frederic Mailliez, viene portata all'ospedale Pitie Salpetriere, ma le ci vorrà più di un'ora per arrivare al Pronto Soccorso.

La morte di Lady Diana

E così, Diane Spencer muore nell'ambulanza, in condizioni che risultano ancora oggi tutt'altro che chiare.

Sono tantissime le teorie che gridano al complotto, alcune anche giustamente, data la situazione in cui l'incidente è avvenuto ed è stato poi gestito dalle autorità francesi, che hanno da subito permesso il passaggio di turisti e paparazzi, senza minimamente preoccuparsi della contaminazione delle prove. Questi sono solo alcuni dei dubbi relativi alla morte di una donna la cui guardia del corpo si è salvata da un'incidente mortale, perché il solo ad indossare la cintura di sicurezza, ma si è anche ritirato a vita privata con un conto in banca che pullula inaspettatamente di sterline.

Fiori e lettere per la morte di Lady DianaHD
La commemorazione della morte di Lady Diana

In ogni caso, alle cinque e mezzo del 31 agosto 1997 Lady Diana viene ufficialmente dichiarata morta. Dopo appena sette ore, il Principe Carlo e le sorelle si recano a Parigi per recuperare la salma e tornare a Londra dopo appena un'ora.

A piangere "la principessa del popolo" saranno soprattutto i sudditi inglesi e i fan di tutto il mondo che hanno sempre visto in Diana una donna buona, generosa e ben disposta verso il prossimo. Lo hanno dimostrato i fiori e lettere lasciate di fronte a Buckingham Palace o sullo stesso luogo dell'incidente, a ricordare una donna semplice, fragile, vittima di un sistema più grande e forte di lei.

I funerali e il ricordo di Lady Diana

Alla morte di Diana, in Inghilterra si procede all'organizzazione del rito privato, così come spetta a chi ha perso il titolo di Altezza Reale. Ma l'affetto dimostrato dal popolo nei confronti della Principessa costringe la Famiglia Reale a pensare ad funerale pubblico.

Anzi, l'insistenza di stampa e popolo, che accusano la Regina Elisabetta ed il figlio di totale indifferenza verso la morte di Lady D, li costringe a tornare a Londra e ad alzare la bandiera a mezz'asta sul Palazzo Reale. E così il 6 settembre, insieme a circa 3 milioni di persone vestite a lutto, la Regina, il Principe Carlo ed i figli accompagnano la bara di Diana tra le strade di Londra e fino all'Abbazia di Westminster, dove vengono celebrati i funerali che le spettano. Tra le lacrime dei presenti, Elton John intona una versione personale di "Candle in the wind", seguito in televisione da oltre 2 miliardi di spettatori, che hanno reso il funerale di Lady D uno degli eventi più seguiti della storia.

Lady Diana e il popolo in una delle uscite pubblicheHD
Lady Diana e il suo popolo

E questo è soltanto l'inizio dell'affetto dimostrato dal popolo verso una Principessa semplice, generosa e vicina ai più bisognosi.

Una donna comune, che non si è mai vergognata di dimostrare le proprie debolezze al mondo, vittima di un sistema più grande e più forte di lei. Così viene ricordate Lady Diana a vent'anni dalla sua morte, una piccola grande Principessa alla ricerca di attenzioni, abile nel gestire la stampa britannica ma meno brava con le questioni sentimentali. Fragile e sensibile, alla costante ricerca di un'Amore vero. Quasi non sembra un caso che abbia perso la vita nel corso di un tenero viaggio nel tentativo di costruire una storia con l'elegante Dodi Al-Fayed. 

Ed è esattamente questa l'immagine che viene ricostruita nel documentario "Lady D: le verità nascoste", già in onda su FoxLife, in cui Andrew Morton ha ricostruito l'avvincente vita di Lady Diana Spencer dando direttamente voce alle sue rivelazioni. Un profilo della Principessa fino ad ora mai visto. Unico e commovente, che avvicina la bella Diana a tutte le donne del mondo, con o senza titolo nobiliare. 

Commenta

Leggi anche

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.