Stai leggendo: Tippi Hedren respinse le avances di Alfred Hitchcock

Letto: {{progress}}

Tippi Hedren respinse le avances di Alfred Hitchcock

Il celebre regista minacciò di distruggere la carriera dell’attrice, che lui stesso aveva contribuito enormemente a creare.

Alfred Hitchcock sul set di Marnie con la protagonista Tippi Hedren

2 condivisioni 3 commenti

Tippi Hedren è stata una delle muse bionde di Alfred Hitchcock, divenendo l’iconica protagonista di film come Marnie e soprattutto Gli uccelli, ma tra i due esisteva una certa tensione, rivela l’attrice. Quando lui le fece delle avances sessuali e lei le rifiutò, Hitchcock minacciò di distruggere la sua carriera. “Quando mi disse che mi avrebbe rovinato, gli dissi chiaro e tondo dove doveva andarsene”, ricorda la madre di Melanie Griffith.

Uscii sbattendo la porta così forte che mi girai a vedere se fosse ancora sui cardini.

Durante le riprese dei loro due film insieme, il regista si mostrava geloso e rancoroso ogni volta che la vedeva interagire con i colleghi uomini. Ad un certo punto si ritrovarono insieme in una limousine, ed Hitchcock si lanciò sulla donna tentando di baciarla. Un’altra volta, sul set di Marnie, le chiese di toccarlo e le raccontò fantasie a sfondo romantico con lei. Dopo che Tippi Hedren lo respinse, Hitchcock divenne freddo nei suoi confronti. “Fu terribile, e non appena fiinii Marnie, me ne andai subito. Il mio rapporto con Hitchcock terminò lì. Completai il film e non ci fu più altro contatto tra di noi”.

Ma le cose non finirono così: in effetti Hitchcock mantenne la promessa, riguardo la carriera della Hedren, rifiutandosi di liberarla dall’obbligo contrattuale che la legava a lui senza però offrirle nessun ruolo di rilievo. Dopo che Marnie uscì al cinema, nel 1964, l’attrice dovette attendere tre anni prima di ottenere una parte in un altro grande film, come non protagonista ne La contessa di Hong Kong di Charlie Chaplin, con Sophia Loren e Marlon Brando. Nessuno dei suoi progetti successivi ebbe mai il successo de Gli uccelli, né trovò mai un ruolo corposo come quello di Marnie. L’attrice con gli anni si è prodigata moltissimo per i diritti degli animali ed ha fondato una riserva di oltre 30 ettari, la Shambala Preserve, per la tutela di grossi felini in pericolo d’estinzione, attiva ancora oggi (sono famose le immagini della figlia Melanie Griffith che gioca in una piscina vicino a dei leoni).

Tippi Hedren in un foto promozionale di UccelliHD

Tippi Hedren ora ha 87 anni, e vede molte somiglianze tra quello che le successe tanto tempo fa con il famosissimo regista e gli scandali che hanno riempito le pagine dei giornali in queste settimane. Dice che predatori come sembrano essere Harvey Weinstein, Kevin Spacey e Louis C.K. sono abituati a sfruttare la propria posizione esattamente come Hitchcock tentò di far pressione con lei.

Non è cambiato nulla.

“Succede fin dal primo apparire di uomini e donne sul pianeta. È sconcertante il fatto che gli uomini continuino a credere di poter fare qualsiasi cosa vogliano con le donne”. L’attrice però non è rimasta in totale silenzio sull’accaduto: raccontò delle molestie a molti colleghi in privato, ne parlò apertamente al suo biografo Donald Spoto per un libro del 1983 e ritornò sui dettagli delle dolorose esperienze in Tippi: A Memoir, la sua autobiografia del 2016.

Non ho mai avuto paura di parlare apertamente, perché sapevo di aver ragione.

“I miei genitori hanno instillato in me un forte senso della morale e la consapevolezza di ciò che è importante nella vita. Dimostrare acquiescenza di fronte ai desideri sessuali di certi uomini di potere per un ingaggio non è qualcosa che può succedere a me”. La donna è molto rincuorata dal farsi avanti di tante persone nel condividere le proprie storie di abuso e molestie da parte di figure importanti dello spettacolo, e spera che si rivelino un incentivo per tutti coloro che debbano trovare il coraggio di smascherare dei predatori. “È degradante, disgustoso, ed è un bene che stia venendo tutto alla luce, perché credo che siamo tutti demoralizzati da questi scandali. Più la gente diventa consapevole di ciò che sta succedendo, e più, forse, i genitori cominceranno ad insegnare ai propri figli che non ci si deve comportare così. Allora finalmente non succederà più”.

Non possiamo che far eco a queste parole ed augurarci che tutto il marcio che sta venendo fuori ben oltre i confini del mondo dello spettacolo serva come monito per il futuro.

Commenta

Leggi anche

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.