Stai leggendo: X Factor 11: la playlist di Spotify del sesto live

Letto: {{progress}}

X Factor 11: la playlist di Spotify del sesto live

È particolarmente ricca la playlist di X Factor su Spotify dopo il sesto live. Insieme alle cover gli inediti.

Damiano dei Maneskin durante il sesto live di X Factor

0 condivisioni 0 commenti

Uno degli appuntamenti imperdibili per gli amanti di X Factor è la playlist del venerdì su Spotify. Un bel modo per riascoltare in streaming (e in loop) i brani presentati dai concorrenti del talent nel live della sera prima. La sesta puntata dal vivo, lo ricordiamo, è stata caratterizzata da una prima manche di classiche assegnazioni da parte dei giudici, mentre per la seconda era dedicata alle canzoni del cuore dei ragazzi.

In entrambe abbiamo avuto modo di ascoltare cover interessanti e in alcuni casi molto personali, che ritroviamo tutte su Spotify insieme agli inediti lanciati la scorsa settimana e ormai al top degli ascolti anche in streaming.

#SamuelStorm era molto a suo agio sul palco di #XF11 con questa assegnazione!

A post shared by X Factor Italia (@xfactoritalia) on

Le canzoni della prima manche

I Maneskin sono riusciti a creare una certa atmosfera con Flow, una bella ballata di Shawn James.

Lorenzo Licitra ha sfoggiato tutto il suo potenziale vocale con un brano cult come Who Wants To Live Forever dei Queen.

Enrico Nigiotti conferma il tuo talento da songwriter realizzando una bella versione unplugged di Mi fido di te di Jovanotti.

I Ros puntano sul rock roboante e sanguigno dei Rage Against The Machine interpretando la loro Killing in the name.

Samuel punta finalmente su un pezzo ammiccante, come una delle hit del momento ovvero She's on my mind di Jp Cooper.

Andrea Radice è invece protagonista di Diamante di Zucchero, un grande classico.

Rita Bellanza ha invece puntato su In questo misero show di Renato Zero, un pezzo non tra i suoi più famosi ma bello proprio per questo.

Le canzoni del cuore

Lorenzo Licitra si confronta con Million Reasons, splendida ballata di Lady Gaga, che interpreta meravigliosamente.

Samuel Storm riesce a creare la giusta atmosfera con Say Something di A Great Big World feat Christina Aguilera.

Enrico Nigiotti ha ripreso Vento d'estate di Max Gazzè e Niccolò Fabi, dandogli il suo ormai inconfondibile tocco.

Andrea Radice punta invece sul repertorio internazionale con Transformers di Gnarls Barkley.

I Ros vanno sull'indie raffinato con Future Stars Slow dei The Kills, dandole ancora più sensualità.

I Maneskin rendono ancora più conturbante il pezzo Kiss this di The Struts, arricchendolo con la loro forte personalità artistica.

Commenta

Leggi anche

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.