Stai leggendo: La Chiesa svedese rifiuta il genere maschile per Dio

Letto: {{progress}}

La Chiesa svedese rifiuta il genere maschile per Dio

In Svezia la Chiesa luterana evangelica ha deciso di non parlare più di Dio al maschile, preferendo il genere neutro.

Jim Caviezel interpreta Dio nel film La Passione di Mel Gibson

2 condivisioni 1 commento

Siamo stati abituati a sentire sempre parlare di Dio al maschile, ma ora le cose stanno per cambiare, almeno in Svezia. Qui, infatti, la Chiesa luterana evangelica ha deciso di usare il genere neutro per non discriminare le donne.

Una decisione questa presa lo scorso 23 novembre, al termine di un meeting che ha visto coinvolte le maggiori autorità luterane. Quando verrà messa in pratica? Dal 20 maggio 2018, giorno di Pentecoste.

Pare che la Chiesa abbia redatto un vademecum molto dettagliato, in cui viene spiegato come si dovranno declinare tutte le liturgie e gli inni. Viene quindi spontaneo chiedersi cosa succederà a livello iconografico.

Una scena del film Jesus Christ Superstar

Certo, si sottolinea il fatto che Dio non sia umano e che il suo sesso in realtà non sia specificabile, ma è da sempre che viene associato a rappresentazioni maschili.

Inutile dire che questa decisione sta già dividendo, perché se da un lato c'è chi lo vede come un importante atto di progresso dall'altro ci sono teologi e religiosi che lo ritengono un danno alla dottrina della Trinità e alla comunione con le altre dottrine cristiane.

Rimaniamo quindi in attesa degli sviluppi e di altre reazioni, da parte di religiosi e non, a livello europeo e mondiale.

Commenta

Leggi anche

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.