Stai leggendo: Pink Different: Lucia Del Pasqua intervista Giovanni Gastel

Letto: {{progress}}

Pink Different: Lucia Del Pasqua intervista Giovanni Gastel

Nel quattordicesimo episodio di Pink Different la blogger Lucia Del Pasqua ha intervistato il fotografo Giovanni Gastel.

2 condivisioni 0 commenti

Nel quattordicesimo episodio di Pink Different si parla di fotografia con Giovanni Gastel. A intervistarlo è la blogger Lucia Del Pasqua, che lo incontra in occasione della sua mostra My Ladies (che è stata ospitata a Milano dallo Spazioborgogno).

Giovanni Gastel, per chi non lo sapesse, è uno dei più grandi fotografi italiani e nella sua carriera ha realizzato ben 500 copertine e 130 tra cataloghi e campagne.

Una curiosità: figlio di Giuseppe Gastel e Ida Visconti di Modrone, è nipote del grandissimo regista Luchino Visconti.

Gastel e le sue muse

Lucia si perde piacevolmente tra i suoi ritratti esposti, che mettono in luce una grande sensibilità artistica.

Giovanni racconta che la sua vita è stata segnata dalle donne, che l'hanno sempre aiutato ad esprimere al meglio la sua creatività.

Per lui lui l'universo femminile deve essere amato e rispettato, anche quando si scatta. Una foto riuscita è un vero atto di seduzione. A tal proposito sottolinea come l'eleganza sia ben più erotica della volgarità.

Lo vediamo anche nelle sue fotografie, che ritraggono affascinanti muse, molte delle quali celebri (da Linda Evangelista a Michelle Hunziker).

Giovanni è convinto di una cosa: se mai qualcosa nella sua vita dovesse andare male, saranno le donne a salvarlo!

Chi è Giovanni Gastel

Giovanni Gastel nasce a Milano nel 1955 e fin da piccolo comincia a mostrare una spiccata attitudine nei confronti dell'arte. A soli 12 anni entra in una compagnia di teatro sperimentale, contemporaneamente scrive e pubblica poesie.

Ombra che conforti scendi con la sera su questo mio corpo stanco parlami dell'altra vita che verrà o del nulla che mi aspetta quando finirà questa battaglia dentro di me. Paura e pace si abbracciano in ogni addio.

Ritratto della splendida attrice VITTORIA BELVEDERE. Canon Eos 1dx 85mm luce: Led lineari. Milano 2017

A post shared by Giovanni Gastel (@giovanni_gastel) on

Poco dopo, negli anni '70, entra in contatto con la fotografia, intraprendendo un periodo di apprendistato fatto di matrimoni, still-life e servizi di moda per bambini.

Nel 1981 incontra quella che sarà la sua prima agente, Carla Ghiglieri, che lo introduce al mondo della moda. Iniziano così le prime collaborazioni con alcune importanti riviste come Annabella o Vogue Italia, che si intensificheranno sempre di più, sia in Italia che all'estero.

Lo stile fotografico di Giovanni Gastel

Il suo stile diventa inconfondibile, trae ispirazione dall'arte rinascimentale, ma anche - soprattutto per gli still-life - dalla contemporanea Pop Art.

Alla base dei suoi scatti e dei suoi meravigliosi ritratti di donne c'è sempre un concetto chiave, che ne determina tutte le scelte artistiche: l'eleganza.  

La donna dev'essere trattata con rispetto. Il sogno sarebbe riuscire a trasmettere che l'eleganza e l'armonia sono valori eterni, che si continuano ad attualizzare. E che la volgarità alla fine non vince. 

La sua attività diventa sempre più prolifica, innalzandolo nell'Olimpo dei più importanti fotografi contemporanei a livello mondiale, insieme ai quali compare nelle riviste specializzate. 

Giovanni Gastel è dunque un affermato fotografo di moda, ma oltre alle più affermate top model del momento, ritrae anche ritrae capi di stato, uomini di industria, attoriattrici e stilisti.

La mostra alla triennale di Milano

Nel 1997 la Triennale di Milano gli dedica una mostra personale e nel 2002 riceve l'Oscar della Moda durante la manifestazione La Kore Oscar della Moda. 

Giovanni Gastel è uno dei primi fotografi ad adoperare le nuove tecnologie digitali che gli permettono di esprimersi in maniera ancora più ricca e completa.

La sua attività continua ad essere assolutamente prolifica, Gastel si emoziona ancora ogni giorno grazie al suo lavoro, sentendo l'esigenza continua di realizzare nuovi scatti. 

A Milano è stato recentemente ospite dello Spazioborgogno con la straordinaria mostra My Ladies, dove compaiono alcuni meravigliosi ritratti delle sue celebri muse, da Linda Evangelista, a Eva Riccobono a Bianca Balti

Commenta

Leggi anche

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.