Stai leggendo: Margot Robbie in outfit metallico con Tonya Harding alla première di I, Tonya

Prossimo articolo: Recensione di I, Tonya, storia di una donna contro tutti

Letto: {{progress}}

Margot Robbie in outfit metallico con Tonya Harding alla première di I, Tonya

Metallica e scintillante, Margot Robbie è apparsa alla première di I, Tonya insieme a una compagna d’eccezione: la pattinatrice Tonya Harding.

Margot Robbie e Tonya Harding

2 condivisioni 0 commenti

C’è grande attesa per il biopic, di genere commedia nera, sulla discussa pattinatrice Tonya Harding. A interpretarla sul grande schermo sarà Margot Robbie, che si è presa una pausa dalla sua iconica Harley Quinn (prima di tornare in Suicide Squad 2 e in Gotham City Sirens) per provare a interpretare la discussa sportiva, accusata di aver sabotato l’avversaria insieme al marito pagando un uomo per romperle il ginocchio.

Margot Robbie sul red carpet di I, TonyaHD
Sfavillante sul red carpet

Alla première losangelina del film, che uscirà il 22 marzo 2018 nelle sale italiane, era presente la Robbie che ha sfoggiato un look metallizzato e brillante come i riflessi del ghiaccio: l’attrice indossava un abito lungo dal profondo spacco centrale di un grigio scuro, quasi bronzo. L’abito aveva le spalline e lo scollo profondo ed era interrotto all’altezza della vita da una cintura nera. Il look era firmato Versace e abbinato a un paio di sandali slanciati e sottili (indossati dalla diva con uno smalto nero), una clutch sempre nera e un long bob dalle punte che scivolavano delicatamente sulle spalle.

La star australiana ha spiegato, come riporta People, di aver inconsciamente trasformato il proprio guardaroba da quando ha interpretato Tonya. Senza rendersene conto, la Robbie si è trovata a girovagare alla ricerca di lustrini, pailettes e outfit anni ’90 e il suo stile intanto aveva assorbito le istanze vintage di quello della Harding.

Incontrare Tanya Harding

Tonya Harding sul red carpet di I, TonyaHD
Tonya Harding sul red carpet

Margot era estasiata ed entusiasta sul red carpet, e non solo per aver ripreso la propria splendida forma fisica dopo l’imbruttimento scenico a cui era stata costretta per trasformarsi nella non aggraziatissima Tonya. L’attrice era estremamente gioiosa di condividere il red carpet, oltre che con il marito Tom Ackerley, anche con la stessa Tonya Harding, ora 47enne. L’ex pattinatrice, che indossava un lungo abito nero con inserti floreali sui colori aranciati, sorrideva accanto alla propria interprete. La Robbie, dopo le foto con la Harding, tornata dal marito si è lasciata sfuggire un’esclamazione di stupore: “Che meraviglia!”.

Interpretare un’ex sportiva tanto discussa e criticata non è da tutti e Margot Robbie non ha trattenuto l’emozione trovandosi Tonya davanti in carne e ossa. Ma non è stata l’unica: alla stessa première Sebastian Stan, che interpreta l’ex marito di Tonya Jeff Gillooly, ha confidato a People di non sapere come approcciarla: "Non so se avrei dovuto dirle ‘Ciao, io interpreto Jeff’".

Lo stesso è successo all’attrice Allison Janney, che interpreta la madre della Harding sul grande schermo: “È incredibile”.

Il caso Harding

Tonya Harding sui pattiniHD
Tonya Harding negli anni '90

Il caso Harding risale a più di 20 anni fa e il clamore si è sicuramente affievolito ma, per chi ha vissuto i primi ’90 e la storia delle due pattinatrici rivali Tonya Harding e Nancy Kerrigan, vedere la pattinatrice passeggiare sul red carpet provoca un certo brivido. Il film si concentra proprio sulla pagina più oscura della storia della pattinatrice: il 6 gennaio 1994 Nancy Kerrigan, dopo la sessione di allenamenti, venne attaccata da un uomo che la colpì al ginocchio con una spranga di ferro. L’uomo si rivelò essere Shane Shant, pagato da Jeff Gillooly (marito di Tonya) per impedire all'atleta di gareggiare ai Giochi Olimpici Invernali.

Tonya si dichiarò semi-innocente: affermò di “essere stata al corrente” del piano di aggressione ma di non aver fatto nulla per impedirlo. Con un’ingente multa evitò il processo, ma fu bandita a vita dalla  U.S. Figure Skating Association e fu presa d’assalto dall’opinione pubblica.

Il regista Craig Gillespie ha deciso di raccontare questa storia usando il genere dramedy senza evitare punte di commedia nera e grottesco nonché luci e colori decisamente kitsch-pop.

Siete curiosi di scoprire la storia di Tonya Harding?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.