Stai leggendo: La Tata: chi vuole il reboot della mitica sit-com

Prossimo articolo: Reboot: gli autori rivelano le difficoltà poste dalle serie TV cult

Letto: {{progress}}

La Tata: chi vuole il reboot della mitica sit-com

Nel corso di un'intervista l'attrice Fran Drescher ha confessato che le piacerebbe tanto vedere realizzato un reboot de La Tata, mitica sit-com di cui era protagonista.

Fran Drescher e il cast della sit-com La Tata

8 condivisioni 14 commenti

La Tata è stata una delle sit-com più amate degli anni'90 ed è per questo che la protagonista, Fran Drescher, si è detta favorevole all'idea di un eventuale reboot. L'attrice l'ha dichiarato nel corso di un'intervista, in cui non si è potuto fare a meno di parlare di questa parte felice del suo passato lavorativo, grazie al quale ha trovato anche degli amici.

Pare infatti che ancora oggi frequenti i colleghi Renée Taylor e Charles Shaughnessy, che interpretavano rispettivamente zia Assunta e il suo amato Maxwell Sheffield. Però anche con gli altri è rimasto un ottimo rapporto, tanto che talvolta si sentono e organizzano anche delle belle reunion, ufficiali e non (persino a casa della stessa Fran).

Ricordiamo che La Tata racconta la storia di Francesca Cacace, ruspante trentenne single, che bussa alla porta della ricca famiglia Sheffiel nella speranza di vendere dei cosmetici per poi diventare la loro tata. Pian piano la donna riuscirà a conquistare tutti, dai tre figli al capo-famiglia, rimasto vedovo da tempo.

Ann Morgan Guilbert e Renée Taylor in una scena de La Tata

Andata in onda per sei stagioni, dal 1993 al 1999, La Tata era nata da un'idea della stessa Fran Drescher (e dell'allora marito Peter Marc Jacobson) ed è per questo che, se dovesse partire un progetto reboot, le piacerebbe partecipare in qualche modo.

Cosa che però non sarebbe possibile per buona parte del cast originario: Ann Morgan Guilbert (zia Yetta) è infatti scomparsa nel 2016, Benjamin Salisbury (il secondogenito Brighton) è ora un giornalista e Lauren Lane (la signorina C.C. Babcock) lavora come docente presso la Texas State University.

Quindi, se il reboot si dovesse mai fare, dovremmo aspettarci degli attori diversi. Un vero peccato!

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.