Stai leggendo: Pink Different: l'episodio 11 completo!

Prossimo articolo: Pink Different: Carlotta Vagnoli e le 10 regole per tradire

Letto: {{progress}}

Pink Different: l'episodio 11 completo!

Nell'undicesimo episodio di Pink Different intervistiamo Nina Zilli e andiamo a lezione di pole-dance.

1 condivisione 1 commento

Undicesimo episodio di Pink Different, che ha la musica come fil rouge. Si inizia infatti con un quiz su Lady Gaga, che serve per decidere (in maniera democratica) chi deve lavare i piatti.

Poi vediamo AlicelikeAudrey, Camihawke e Ludovica letteralmente incantate davanti al computer. Cosa stanno guardando? Un video di pole-dance.

E mentre le ragazze si chiedono quante ore di allenamento possano servire per ottenere certi risultati, Alice arriva in camera e si arrabbia con loro.

Il motivo? Secondo lei la lap-dance è una disciplina che mercifica il corpo delle donne. Le specificano che si tratta di pole-dance e che in realtà è tutto il contrario.

#pinkdifferent #foxlife #me #love

A post shared by Ludovica Martini (@ludovicamartini.it) on

A lezione di pole-dance

Per dimostrarlo in maniera concreta Ludovica decide di andare a prendere lezioni presso The Pole Show a Rozzano (in provincia di Milano).

Qui trova l'istruttrice Tania Morini, che prima le indica l'abbigliamento più adatto e poi le fa fare un po' di riscaldamento.

Si passa quindi ai primi esercizi al palo: Ludovica all'inizio sembra un po' impacciata, ma poi entra nel giusto mood e riesce a realizzare tutta la coreografia.

Questa prima lezione, dice, l'ha fatta sentire più femminile e sicura di sé. 

L'intervista a Nina Zilli

Si torna in casa dove le ragazze cercano di montare lo scatolotto del wi-fi, per poi scoprire che invece Alice ci è riuscita senza problemi.

Ludovica quindi si fa dare la password da lei, perché vuole assolutamente vedere l'intervista a Nina Zilli sul sito di FoxLife.

A incontrarla è la YouTuber AliLuvi, che le chiede subito delle sue collaborazioni. L'artista le parla soprattutto di quella con J-Ax, che è iniziata con il brano Uno di quei giorni ed è continuata con Butti giù.

Quest'ultima è contenuta nel suo nuovo album intitolato Modern Art, la cui peculiarità è quella di essere soul e al tempo stesso urban, in quanto scritto tra Milano e la Jamaica.

A produrlo invece è stato Michele Canova, che ha lavorato con Nina a distanza da Los Angeles. La cantante sottolinea poi di averci messo molti riferimenti agli anni'90, decennio che le piace molto.

Inutile dire che lei ha le idee chiare, cosa che non si può dire di Ludovica, AlicelikeAudrey e Camihawke, a cui Alice consiglia di essere più decise e determinate. Peccato che loro si perdano anche in una tazza di caffè.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.