Stai leggendo: Meghan Markle contro il sessismo: la prima battaglia a 11 anni

Prossimo articolo: Il Principe Harry e Meghan Markle: tutto sulla proposta di matrimonio

Letto: {{progress}}

Meghan Markle contro il sessismo: la prima battaglia a 11 anni

Oggi è una giovane donna molto chiacchierata, nonché futura moglie del Principe Harry, ma Meghan Markle è stata fin dalla tenera età una femminista.

Meghan Markle

2 condivisioni 0 commenti

Probabilmente, in molti storceranno il naso sentendo parlare di Meghan Markle - ex attrice di Suits ufficialmente fidanzata con il Principe Harry - come fosse un'icona femminista. La scelta di abbandonare la sua carriera in favore della vita da moglie e membro della Famiglia Reale non è piaciuta a buona parte del pubblico, che sperava di vedere con la Markle un cambiamento concreto nel rigido protocollo di Buckingham Palace. Tuttavia, Meghan è felicissima di aver accettato la proposta di matrimonio dell'uomo che ama e sembra pronta a fare del suo ruolo istituzionale una missione importante, a sostegno delle minoranze - sua madre è afroamericana - e soprattutto delle donne. L'impegno di Meghan Markle contro il sessismo e gli stereotipi di genere è cominciato quando era solo una bambina.

In queste ore circolano sul web delle immagini che risalgono alla prima lotta antisessista della futura moglie di Harry. All'epoca - era il 1993 - la Markle partecipò al programma Nick News insieme alla sua classe per esprimere la propria opinione circa la pubblicità di un detersivo per i piatti del brand Proctor & Gamble il cui slogan recitava: "Le donne di tutta America stanno combattendo contro pentole e padelle unte".

Profondamente turbata dalla visione dello spot, la piccola Meghan - su consiglio del padre - cominciò a scrivere una serie di lettere indirizzate all'azienda produttrice del detersivo, all'avvocato Gloria Allred, alla presentatrice TV Linda Ellerbee - che la invitò nella sua trasmissione - a Hillary Clinton e a tante altre donne potenti. La vicenda ebbe una tale risonanza che ben presto lo slogan venne cambiato in: "Le persone di tutta America stanno combattendo contro pentole e padelle unte".

Meghan Markle ha ricordato questo episodio nel 2015, durante un discorso all'insegna dell'empowerment femminile tenuto alle Nazioni Unite in occasione della Giornata internazionale delle donne. "Ho capito l'importanza delle mie azioni: avevo avuto un grande impatto, battendomi per l'uguaglianza. Vuol dire che il presidente Paul Kagame del Ruanda ha lo stesso valore di una ragazzina del campo profughi Gihembe, che sogna di poter diventare presidente un giorno. Uguaglianza significa che il segretario generale dell'ONU Ban Ki-Moon ha lo stesso identico valore della giovane tirocinante delle Nazioni Unite che vuole solo stringergli la mano", ha dichiarato emozionata quel giorno.

Uguaglianza significa che una donna ha lo stesso valore del marito, una sorella di suo fratello. Non si tratta di migliore o di peggiore: sono uguali.

Forse Meghan non sarà mai più un'attrice, ma ha l'opportunità di fare qualcosa di davvero molto importante.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.