Stai leggendo: Pink Different: il galateo in stazione di Martina Dell'Ombra

Prossimo articolo: Pink Different: l'episodio 9 completo

Letto: {{progress}}

Pink Different: il galateo in stazione di Martina Dell'Ombra

Nel nono episodio di Pink Different torna il galateo di Martina Dell'Ombra, direttamente dalla Stazione Centrale di Milano.

2 condivisioni 2 commenti

Ormai si sa: quando Martina Dell'Ombra fa irruzione nella casa delle Pink Different è un fuggi fuggi generale. Il motivo? Alle ragazze non sta simpaticissima, per i suoi modi un po' snob e pedanti.

Lei ama fare la maestrina, ma solo per un bene supremo: salvare il mondo dai poracci. Da qui arrivano le sue lezioni di galateo, che stavolta si concentrano su un tema caldo: i treni e le stazioni.

Oggi voglio salutare un uomo che è stato un punto di riferimento essenziale per tutti. Un esempio da seguire e ammirare, che ha ispirato i sogni, le ambizioni, ed il futuro per migliaia di ragazze come me nel mondo. Non sto parlando di Berlusconi. Ma di HughHefner. Lui ci ha insegnato che con uno sguardo tenero si può conquistare il mondo, soprattutto se hai una terza. Che la vita non è tutta rose e fiori ma, semmai, rose e piume di struzzo sul baby-doll. Lui, solo lui, ci ha detto che era giunto il momento di emanciparci, di smettere di essere "cagne", termine così volgare, per diventare, finalmente, fiere "coniglie". Per anni ho pensato che il mio destino fosse conquistare una copertina di PlayBoy. Poi ho scelto di conquistare il Parlamento, perché richiede meno fatica. Ma i suoi insegnamenti sono e rimangono preziosi, soprattutto le innumerevoli volte che vado a cena con sessantenni in vestaglia di seta. Ora addio Hugh, ora va, e spiega agli angeli come.... Ah, mi sa che gli angeli però non possono, vero? 😓 #RIP #HughHefner 😢

A post shared by Martina Dell'Ombra (@top_marty) on

Il galateo di Martina

Martina si trova alla Stazione Centrale di Milano piena, a detta sua, di gente porella, sporca, sudata e sempre pronta a investire gli altri con i trolley. È importante non farsi contagiare e per questo dà qualche consiglio.

Primo: arrivare in stazione in taxi o con il proprio autista, in modo tale da non arrivare né stanchi né sudati.

Secondo: per evitare di farsi travolgere dai trolley o di investire qualche barboncino con il proprio, meglio farselo portare da qualcuno.

Terzo: scegliere l'outfit giusto. Per essere più chiara ferma una signora e la sgrida per il suo essere overdressing, che è grave tanto quanto l'underdressing (parola di Chiara Ferragni).

Quarto: evitare di sembrare emigranti del Sud in viaggio verso l'America e quindi cercare di avere una valigia leggera. Prende come esempio un ragazzo di passaggio, visibilmente del sud e lo aiuta a svuotare la valigia (tanto le cose che mancano si ricomprano).

Quinta: se si deve prendere un treno meglio scappare e preferire l'aereo.

Martina spera di essere stata esaustiva, invita a non fare poracciate e manda tanti kissini.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.