Stai leggendo: Le sceneggiature dei film americani e l'uso sessista dei verbi

Letto: {{progress}}

Le sceneggiature dei film americani e l'uso sessista dei verbi

Una rivista americana ha analizzato migliaia di sceneggiature estrapolando i verbi di azione più comunemente associato a cosa fa lui e cosa fa lei sul grande schermo. Secondo voi a chi tocca piangere?

Interno cinema

0 condivisioni 0 commenti

Lei "arrossice", "piange" e "si aggrappa" mentre lui "spara", "uccide" e "scavalca". Eccoli, i cliché dei film americani, dati alla mano. La rivista online The Pudding ha analizzato duemila pellicole statunitensi scritte tra il 1929 e il 2015 per vedere esattamente che parte spetta a un'attrice rispetto a un attore uomo. 

Sul grande schermo entrambi i sessi "aspettano" e "ricordano" in egual misura, ma raramente, secondo questa analisi effettuata da Julia Stinge, è lui che trema, scappa o pulisce. Tutta roba da donna. Lui ha ben altro da fare, i verbi che ne descrivono le azione sono per lo più aggreesivi: lui deve deve squarciare, dimenticare, masticare e vomitare

Tanto poi pulisce lei.

Tra le sceneggiature analizzate da The Pudding, solo il 15 per cento sono state scritte da donne. I film prodotti a Hollywood, tuttora, sono per la maggior parte scritti da uomini e forse quindi, come suggerisce l'articolo stesso, ci vorrebbero più sceneggiatrici a Hollywood per far sì che le donne sul grande schermo perdano meno tempo a baciare e a piangere. Potranno anche spiaretrovare tesori e, addirittura, scrivere. Per il grande schermo e sul grande schermo.

Film con donna bisogonosa di aiutoHD

"Da una parte è buffo rendersi conto che le donne arrossiscono sempre e gli uomini invece sparano, neanche ci facciamo più caso", ci ha spiegato l'esperta di analisi dati, Stinge. "D'altra parte però, è triste vedere che abbiamo una visione così impoverita l'uno dell'altro".

Questo è solo uno dei tanti articoli pubblicati di recente che analizza i dati che riguardano il gap di genere a Hollywood per poi illustrarli con visualizzazioni interattive. Un altro articolo su The Pudding analizza i dialoghi dei film contando il numero di battute assegnate ad attori di sesso maschile o femminile. Lo studio è stato fatto in seguito a un articolo di The Washington Post in cui due linguisti, Carmen Fought e Karen Eisenhauer, avevano analizzato i dialoghi dei film Disney. Persino nei film da principessa, era venuto fuori, la voce maschile è dominante.

"Non si vedono protagoniste femminili che vanno alla taverna a cantare e bere insieme", ha detto Fought al The Washington Post. "In questi film non ci sono donne che si danno consigli o che inventano qualcosa. L'unica cosa che fanno in questi film è cercare marito".

I risultati non stupiscono, si è sempre saputo che le attrici non hanno le parti migliori. Ora però, lo possiamo dire con precisione. Mentre lei "si stringe a lui senza mollare la presa", lui "se ne va allacciandosi il coltello alla caviglia". 

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.