Stai leggendo: Michelle Obama e la resilienza contro il razzismo subito da First Lady

Prossimo articolo: Ivanka Trump difende Malia Obama: 'Ha diritto alla sua privacy'

Letto: {{progress}}

Michelle Obama e la resilienza contro il razzismo subito da First Lady

Gli anni trascorsi alla Casa Bianca faranno sempre parte di Michelle Obama, ma nella sua vita da First Lady non sono mancati i momenti difficili. Gli insulti razzisti, per esempio, sono stati molto difficili da mandare giù.

Michelle Obama

3 condivisioni 0 commenti

Icona del nostro tempo e prima First Lady di colore della storia, Michelle Obama ha senza ombra di dubbio lasciato il segno durante la sua permanenza alla Casa Bianca e continua tuttora a essere una donna che fa la differenza. Nonostante il mandato di suo marito, l'ex Presidente Barack Obama, sia ormai terminato da diverso tempo, Michelle resta un punto di riferimento per tantissime donne che vedono in lei un vero e proprio esempio: moglie, mamma, attivamente impegnata nel sociale ed estremamente colta, Michelle Obama è manifesto dell'empowerment femminile. La vita sotto i riflettori, però, non è sempre stata facile per lei. Qualche tempo fa Michelle ha deciso di parlarne apertamente per la prima volta, identificando nel razzismo lo scoglio più alto che ha dovuto superare.

Michelle Obama durante una delle sue ultime apparizioni pubblicheHD

Intervistata da Lauren Casteel, amministratrice della Women's Foundation of Colorado, Michelle Obama ha affermato di essere stata profondamente ferita dai commenti razzisti che molto spesso le sono stati riservati. La Casteel le ha fatto notare che diventando la prima First Lady di colore della storia è come se lei avesse sfondato un soffitto di cristallo: la pioggia di frammenti che ne è derivata non è stata indolore. "I frammenti che più mi hanno colpito sono stati quelli che avevano la precisa intenzione di ferirmi. Sapere che dopo otto anni di duro impegno ci sono ancora persone che vedono solo il colore della mia pelle", ha dichiarato Michelle. Poco dopo la vittoria di Donald Trump alle elezioni presidenziali del 2016, c'è chi l'ha brutalmente definita 'una scimmia con i tacchi' - commento che è costato il posto di lavoro a un funzionario della West Virginia - denigrando non solo le sue radici, ma anche il suo corpo.

Un sorridente ritratto di Michelle ObamaHD

Il suo segreto? La resilienza, la capacità di resistere agli ostacoli della vita e di combattere con ancora maggiore determinazione. Proprio questo è l'invito che Michelle continua a rivolgere a tutte le donne, esortandole a non arrendersi mai:

Oggi le donne sono colpite e ferite in così tanti modi diversi che neppure si accorgono dei tagli e dei lividi, ma dobbiamo continuare a lottare.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.