Stai leggendo: It: come è nato il personaggio di Beverly, la più tosta dei losers

Prossimo articolo: Kevin Feige: 'Avrei voluto fare Captain Marvel prima di Wonder Woman'

Letto: {{progress}}

It: come è nato il personaggio di Beverly, la più tosta dei losers

Uno dei personaggi più interessanti e complessi di It, il film di Andy Muschietti che ha trasposto l’omonimo romanzo di Stephen King, è Beverly l’unica ragazza del gruppo di losers. Ecco come è nata l’idea della sua storia ribelle.

Sophia Lillis

5 condivisioni 0 commenti

La trasposizione di It diretta da Andy Muschietti è ad oggi il film horror che ha incassato di più nella storia del cinema dopo Il sesto senso. Pur non cogliendo a 360 gradi l’essenza e le complesse tematiche dell’omonimo romanzo di Stephen King di cui è la prima trasposizione cinematografica, il lungometraggio risulta comunque essere un’operazione (furbissima) riuscita alla perfezione. La pellicola infatti è stata in grado a far innamorare il pubblico, soprattutto in quanto figlia legittima, più che del capolavoro di King, di quel filone di teen movie anni ’80 che di recente è tornato in auge anche grazie alla serie TV Stranger Things.

Oltre allo straordinario e inquietante Pennywise, interpretato alla perfezione da Bill Skarsgård, uno dei personaggi più apprezzabili di It è Beverly, unica ragazza del gruppo dei losers che ha il volto della giovanissima Sophia Lillis. Nel film Beverly è una reietta tacciata dalle sue coetanee di essere una poco di buono, e per questo bullizzata. La paura che la caratterizza è molto più reale rispetto a quella degli altri compagni di squadra in quanto lei affronta ogni giorno l’incubo di essere abusata da suo padre e, sempre al contrario dei suoi amici, lo affronta in prima persona e non attraverso It per questo, una volta rapita dal mostro, non lo teme.

Beverly, come nasce un’eroina girl power

La Beverly di Sophia Lillis è senza dubbio un personaggio che entra ad honorem nella, fortunatamente sempre più lunga, lista di eroine girl power del grande schermo in quanto è un personaggio attivo, fisico, emancipato (e per questo bollata come diversa) e capace di un evoluzione che modifica completamente la sua condizione iniziale, sia psicologica che fisica.

Sophia Lillis alla première di ItHD

In una recente intervista a Variety, la Lillis - che in It ha per la prima volta recitato in studio dopo anni di teatro - ha raccontato che la Beverly che abbiamo visto in azione nel film è nata poco alla volta, immaginando anche il suo passato: “Andy è un regista pratico, la prima cosa che ha chiesto  - a me e agli altri ragazzi - è stata ‘allora, cosa vogliamo fare con questo personaggio?’ Ci ha lasciato estrema libertà così che noi potessimo diventare i nostri alter ego’. Io e lui, in particolare, abbiamo iniziato a parlare del passato di Beverly, abbiamo immaginato sua madre madre, che non è mai stata lì - non era nemmeno nel film - abbiamo discusso su quale poteva essere il suo background ”. 

Sophia LillisHDWarner Bros.

Tra le scene più belle di It va sicuramente annoverata quella in cui, dopo una carezza lasciva del padre sulla sua testa, Beverly si taglia i capelli, quasi a voler rinnegare la sua femminilità e trasformarsi in un maschiaccio per far sì che il genitore non la tocchi più. Tale frammento del film, tale atto di ribellione, è stato anche il più complesso da girare Sophia: “Ero decisamente molto, molto, molto nervosa. È stata una scena estrema, simbolo di una sorta di svolta per il mio personaggio, e quando abbiamo girato il film, lo shot è durato quasi 15 minuti. Dovevo piangere, dovevo essere molto agitata, ed ero molto agitata. La mia mano stava tremando, ma alla fine credo in realtà il mio tremore sia stato d'aiuto nella scena."

Anche voi siete rimaste incantate dal personaggio di Beverly e dalla convincente interpretazione di Sophia?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.