Stai leggendo: 10 - ridicole - aspettative che la società ha nei confronti delle donne

Prossimo articolo: Meryl Streep: 'Per due volte ho affrontato le molestie'

Letto: {{progress}}

10 - ridicole - aspettative che la società ha nei confronti delle donne

Nonostante la società si evolva costantemente, alcune norme sociali inerenti alle donne continuano a resistere al tempo causando loro disagi. Vediamo quali sono attraverso le potenti immagini di Carol Rossetti, un'illustratrice brasiliana.

Donne girate di spalle che si abbracciano

3 condivisioni 0 commenti

Nonostante il progresso, viviamo ancora in un mondo che si sente in diritto di dire alle donne come dovrebbero essere, quale modello fisico dovrebbero rispettare, in che modo dovrebbero vestirsi e quali sono le cose che non dovrebbero fare. Norme sociali che causano, spesso e volentieri, insicurezze e assenza di autostima. Quanto c’è di sbagliato in tutto questo?

Molto, perché nessuno dovrebbe avere il diritto di dire a qualcuno che il modo in cui ha scelto di truccarsi, portare i capelli, amare non è giusto e va cambiato. Ogni essere vivente deve essere libero di interpretare la propria vita come meglio crede, di scegliere gli abiti che preferisce sentirsi in difetto. Di apprezzarsi per ciò che è.

Primo piano del libro pubblicato da Carol Rossetti

Carol Rossetti, una graphic designer e illustratrice brasiliana, allo scopo di denunciare questa situazione, le ridicole aspettative della società nei confronti delle donne, ha creato The Woman Project, una serie di illustrazioni raccolte in un libro che evidenziano il modo in cui il mondo cerca di guidare i gusti e le abitudini di vita delle ragazze.

Carol sottolinea come questo controllo sia talmente insito nella nostra cultura da influenzare le scelte personali di ognuno. Sono imposizioni che vanno a toccare innumerevoli tematiche, come l’omofobia, la transfobia, l’aspetto fisico e le capacità personali. Vediamo quali sono le immagini più potenti realizzate dalla graphic designer, legate a dieci sbagliate convinzioni della società di oggi.

1 - A ogni età il suo costume da bagno

Illustrazione di una donna anziana al mareHD

Quante volte vi siete private di andare in spiaggia o di indossare un costume che vi piaceva perché intimorite da ciò che avrebbero potuto dire gli altri? O quante volte avete sentito criticare una donna per aver deciso di indossare un bikini quando, secondo le norme sociali, non ha più l’età per farlo? Ebbene, il corpo non è un ornamento destinato a compiacere il pubblico e ogni donna può recarsi in spiaggia nel modo che preferisce. Se qualcuno non approva il suo aspetto, può guardare da un’altra parte.

2 - L’aborto è legittimo?

Illustrazione di una donna con i capelli cortiHD

Questo argomento suscita da sempre diatribe e discussioni di carattere etico e religioso. Chi decide di abortire spesso e volentieri è messo sottoanalisi dalle persone che s’interrogano sulla legittimità di tale scelta anziché capirne le ragioni profonde e stare accanto alla donna nel miglior modo possibile per sostenerla nel momento difficile. Tutti dovrebbero ricordare che al di là dei motivi, chi decide di interrompere una gravidanza ha il diritto di farlo.

3 - Tutte le donne che hanno i capelli bianchi dovrebbero tingerli

Illustrazione di un volto di donna con i capelli bianchi

A un certo punto della vita di una donna spuntano i capelli bianchi. La maggioranza sceglie di tingerli ma un’esigua parte decide di non farlo ed è giusto così. La tinta non è una scelta obbligatoria e se a qualcuno piace tenere bianchi i propri capelli è libero di farlo. L’età non è motivo di vergogna.

4 - Una donna deve amare solo uomini

Illustrazione di una donna di colore

Amare una persona dello stesso sesso è purtroppo ancora visto come un tabù, un esperimento, un qualcosa che poi passerà. Non c’è niente di più sbagliato in un simile modo di pensare. Si può amare chiunque perché i sentimenti non conoscono limiti e confini.

5 - I tatuaggi sono segno di promiscuità

Illustrazione di un gruppo di ragazze tatuate

Scegliere di tatuarsi una o più parti del corpo è una libera scelta e nessuno deve legarla al sesso e al proprio modo di essere. Quindi ragazze dormite sonni tranquilli e coltivare senza timori questa passione.

6 - Se non si fosse vestita in quel modo non sarebbe stata violentata

Illustrazione di una ragazza accovacciata a terraHD

Questa è una delle affermazioni più frequenti quando avvengono casi di violenza sessuale. Ma nessuna donna deve e può sentirsi responsabile di aver subito un abuso. Una simile esperienza è solo un gesto abominevole che va punito.

7 - Essere calve è motivo di vergogna

Illustrazione di una ragazza calva

Può capitare che a causa di una malattia si perdano i propri capelli e - si sa - per una donna è un trauma. Si ha vergogna ad uscire senza una parrucca ma, ragazze, voi dovete amarvi anche in questa nuova versione perché siete comunque bellissime e meravigliose. Non lasciatevi vincere dalla paura del giudizio altrui.

8 - L’abito fa il monaco

Illustrazione di una ragazza seduta su una panchinaHD

La rivisitazione di un vecchio proverbio ci porta all’altra errata convinzione della società odierna. Ossia il doversi vestire secondo i dettami della moda per non essere considerate outsider. In realtà ogni donna deve sentirsi libera di indossare gli abiti che più la fanno sentire a suo agio e che si adattano alla sua identità.

9 - Bisogna sempre truccarsi

Illustrazione di una ragazza struccata

Non tutte le ragazze amano il make-up. Ci sono quelle che preferiscono essere acqua e sapone e possono farlo, perché sono loro a decidere cosa mettere o non mettere sul proprio viso, non gli altri.

10 - Devi essere magra

Illustrazione di una ragazza curvyHD

Questa è una delle convinzioni più difficili da estirpare perché ogni donna tende a non sentirsi mai sufficientemente bella anche a causa dei modelli propinati dai mass media. Sembra che chi non possa vantare un fisico asciutto debba privarsi di innumerevoli cose. Ma nessuno può impedire a una donna di cercare la sua felicità, di fare ciò che ama.

Il nostro viaggio attraverso le aspettative sbagliate della società è terminato. In ultima analisi possiamo dire che le illustrazioni di Carol Rossetti sono un monito per ricordare a tutte le donne di rispettarsi, amarsi e di non ascoltare i giudizi altrui. La lotta per l’uguaglianza è ancora lunga ma non per questo bisogna arrendersi.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.