Stai leggendo: Grey’s Anatomy 14: Recensione Zona di Pericolo, episodio 5

Prossimo articolo: Kerry Washington: amo me stessa e i miei capelli al naturale

Letto: {{progress}}

Grey’s Anatomy 14: Recensione Zona di Pericolo, episodio 5

Owen, Megan, Nathan e i loro segreti del passato sono stati i protagonisti dell’atteso quinto episodio di Grey’s Anatomy 14.

1 condivisione 0 commenti

È da quando è comparso per la prima volta nella 12esima stagione di Gre's Anatomy che ci domandiamo se Nathan Riggs sia davvero il premuroso e sornione cardiochirurgo che abbiamo conosciuto o il fedifrago bastardo che Owen Hunt ha più volte descritto durante i suoi moti di rabbia verso il collega.

Il quinto episodio di Grey’s Anatomy 14 finalmente ha risposto a questa - e a tante altre - domanda in una puntata tutta incentrato sul passato (e il futuro) di Owen, Megan e Nathan.

L’episodio ci mostra subito e senza tergiversare che Meg è ormai del tutto guarita e in procinto di trasferirsi a Malibù dove la attendono il piccolo Farouk e Nathan, che ha deciso di trascorrere il resto della sua vita con lei mantenendo la promessa fatta a Meredith di vivere il “loro” sogno.

Per raggiungere i suoi uomini la Hunt deve affrontare un lungo viaggio in macchina e Owen decide di andare con lei, nella speranza di fermarla, di non perderla nuovamente.

Quella che potrebbe essere una tranquilla e divertente gita on the road si trasforma però in un viaggio nel passato, fatto di accuse e chiarimenti, di cui noi spettatori siamo stati partecipi grazie a numerosi flashback ambientati 10 prima, quando i fratelli Hunt ancora erano medici dell’esercito insieme a Nathan e Teddy.

Una scena dell'episodio di Grey's Anatomy dal titolo Zona di pericoloHDABC

Quello che scopriamo spiando il vissuto di questi quattro amati personaggi di Grey’s Anatomy è che, come noi, sono squisitamente imperfetti. Owen, infatti, da sempre tenta di proteggere la via di sua sorella senza curarsi troppo della sua e Nathan e Meg - dal canto loro - si sono traditi a vicenda, e forse proprio per questo - come la stessa miracolata dottoressa ammette - dopo tutto il male che si sono fatti hanno voglia solamente di viversi. Loro che possono, loro che hanno avuto una seconda possibilità:

Crea un'immagine con questa frase e condividila!

Gli ostacoli del cuore

Nonostante Zona di pericolo sia una puntata principalmente atta a concludere la storyline di Megan e Nathan, che da questo momento in poi non farà più parte del cast “regolare” di Grey’s Anatomy, l’episodio sul finale si concentra anche su altre due coppie. In una scena veloce ma bellissima, infatti, assistiamo alla fine della breve ma catartica storia d’amore tra Meredith e Nathan in cui lui la ringrazia per tutto quello che ha fatto e lei, che ora è consapevole che una nuova speranza di essere felice c’è gli risponde, semplicemente e con un sincero sorriso sulle labbra: "Grazie a te".

Il viaggio che Owen ha affrontato con sua sorella nel passato, oltre a metterlo faccia a faccia con i propri errori gli ha anche donato la consapevolezza che essere troppo leali alle proprie idee e ideali può essere spesso l’anticamera dell’infelicità. Proprio in virtù di questa nuova certezza l’ex Maggiore, una volta tornato a casa, decide di rinunciare al suo matrimonio con Amelia la quale è perfettamente d’accorto con lui: "Lo so, hai sposato un tumore".

La sesta puntata di Grey’s Anatomy 14 andrà in onda su FoxLife il prossimo 4 dicembre.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.