Stai leggendo: Cesare Cremonini cesella i ‘Possibili scenari’ col coraggio dell’arte

Prossimo articolo: Passioni ed erotismo nella musica: intervista a Laura Gramuglia

Letto: {{progress}}

Cesare Cremonini cesella i ‘Possibili scenari’ col coraggio dell’arte

Anticipato dal singolo Poetica e dall’annuncio del primo tour negli stadi, è uscito Possibili scenari, il nuovo album del bolognese Cesare Cremonini che chiude idealmente la trilogia forse più onesta del cantautorato pop di oggi.

Cesare Cremonini pubblica Possibili scenari

2 condivisioni 0 commenti

Le aspettative erano, comprensibilmente, alte ma Cesare Cremonini non le ha deluse. Il suo nuovo album Possibili scenari – già disponibile – è il progetto giusto che arriva al momento giusto per dare respiro alla musica italiana. Plasmato e cesellato in due anni di lavoro da “artigiano della musica”, il disco del cantautore bolognese è una trama fittissima di suggestioni e influenze, vita vissuta e vita riflettuta.

Rischio e coraggio sono, forse, le note che sottendono tutta l’esperienza artistica di Cremonini che in questi mesi ha portato a frutto una maturità musicale che guarda al migliore cantautorato senza perdere l’appeal più pop. Su orchestrazioni complesse, calde e piene – in una parola, suonate –, si innesta la poesia di testi mai banali, in cui la parola è cercata, anzi ricercata, anche nella sua semplicità, senza risultare stucchevole.

Cesare Cremonini: album Possibili Scenari dal 24 novembre

E questo distillato di parole e note si esprime in dieci concentratissime tracce ad alto contenuto umano, anticipate qualche settimana fa dal singolo apripista Poetica. Ogni brano è la faccia di un diamante scolpito che solo nel suo insieme acquista identità; niente ragionamenti da hit o playlist, dunque, ma una sequenza da ascoltare, e perché no talvolta ballare, con l’impegno di chi vuole davvero “sentire”.

Crea un'immagine con questa frase e condividila!

Dalla ballad che stringe il cuore Nessuno vuole essere Robin alla melodica Il cielo era sereno, il disco esprime tutti i suoi Possibili scenari – scusate il gioco di parole – passando attraverso il pop, il rock, la disco, la psichedelia, l’elettronica e il jazz, con un ampio ventaglio cromatico di suoni.

Ogni ombra è accompagnata dalla sua luce, il silenzio è seguito dalla musica, la solitudine sa guardare avanti, oltre la cortina di ipossia che paralizza. Ma per andare oltre serve coraggio, responsabilità, consapevolezza, intuito e, ovviamente, talento. Cosa che, certo, non manca a Cremonini.

Cesare Cremonini: dal 24 novembre il nuovo albumHDGiovanni Gastel

Con questi Possibili scenari Cesare chiude un cerchio aperto con La teoria del colori, quindi proseguito con Logico e la sua versione live. Un percorsa che ci restituisce forse la trilogia musicale più onesta dell’attuale cantautorato pop italiano

Possibili scenari: la tracklist e il tour negli stadi

L’album Possibili scenari è stato prodotto da Walter Mameli per Trecuori e Universal Music e ha preso forma tra gli Studi Mille Galassie (Bologna), dove è stato registrato, i Metropolis Studios (Londra) e gli MHB Studios (New York), dove è stato mixato.

Oltre a Mameli, Cremonini ha avuto al proprio fianco un nutrito team di professionisti, dal co-autore Davide Petrella ad Alessandro Magnagnini (co-arrangiatore oltre che alle chitarre, tastiere, batteria, basso, synth, cori, programmazione). In studio, poi, hanno registrato con Cesare, Andrea Fontana (alla batteria), Nicola “Ballo” Balestri (al basso), Alessandro De Crescenzo (alla chitarra elettrica), Nicola Peruch (al pianoforte), Vincenzo Vasi (al theremin).

Questa la tracklist di Possibili scenari:

  1. Possibili scenari
  2. Kashmir-Kashmir
  3. Poetica
  4. Un uomo nuovo
  5. Nessuno vuole essere Robin
  6. Silent Hill
  7. Il cielo era sereno
  8. La isla
  9. Al tuo matrimonio
  10. La macchina del tempo

Continuano, intanto, le prevendite per il tour 2018 (Live Nation Italia) che per la prima volta porterà l’artista bolognese negli stadi. Nella sola prima settimana, sono stati staccati oltre 60mila biglietti complessivi a testimoniare la grande attesa per questo debutto.

Stadi 2018 avrà il seguente calendario:

  • 15 giugno – Lignano, Stadio Teghil
  • 20 giugno – Milano, Stadio San Siro
  • 23 giugno – Roma, Stadio Olimpico
  • 26 giugno – Bologna, Stadio Dall’Ara

Ancora una volta, come piace fare a Cesare, si alza l’asticella.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.