Stai leggendo: Cyntoia Brown: la sua storia ha commosso anche Rihanna

Prossimo articolo: Jason Priestley: "Quando ho preso a cazzotti Harvey Weinstein"

Letto: {{progress}}

Cyntoia Brown: la sua storia ha commosso anche Rihanna

Costretta a prostituirsi a soli 16 anni, Cyntoia Brown è stata condannata all'ergastolo nel 2006 per aver ucciso il suo aguzzino. Rihanna è una delle tante persone che si stanno mobilitando in suo aiuto e sui social ha chiesto giustizia.

Rihanna

12 condivisioni 0 commenti

Lo scandalo Weinstein potrebbe aver aperto uno spiraglio per Cyntoia Brown, 29enne in carcere da quando di anni ne aveva 16. Condannata all'ergastolo per aver ucciso chi l'ha ripetutamente violentata e venduta senza pietà, Cyntoia ha davvero una storia terribile, che non deve essere dimenticata. Dopo essere scappata di casa - proprio tra le mura domestiche è stata per la prima volta vittima di abusi, da piccolissima - Cyntoia Brown è finita nelle mani di un trafficante di sesso, Johhny Mitchell Allen. Dopo ripetute violenze, a soli 16 anni ha trovato il coraggio di ribellarsi al suo aguzzino e lo ha ucciso con un colpo di pistola. In questi giorni, sono state tante le manifestazioni di solidarietà nei suoi riguardi. Tra i sostenitori di Cyntoia - vittima non solo del suo orco, ma paradossalmente anche della legge che avrebbe dovuto esserle di aiuto - si contano tanti volti noti dello showbiz, dalla socialite Kim Kardashian a Rihanna.

La cantante ha condiviso un appello sui social con l'hashtag #FREECYNTOIABROWN, riportando la sua storia. "Immagina di essere stata costretta alla prostituzione a 16 anni da un pappone che chiamano 'taglia-gola'. Dopo giorni in cui sei stata drogata e stuprata da uomini diversi, vieni comprata da un predatore sessuale di bambini di 43 anni che ti porta a casa sua per usarti per i suoi rapporti sessuali. Finisce che trovi il coraggio per lottare, gli spari e lo uccidi. Vieni arrestata e poi processata, condannata come un’adulta a passare tutta la vita in prigione. Questa è la storia di Cyntoia Brown. Potrà chiedere la libertà condizionale quando avrà 69 anni", recita il post condiviso da Rihanna. La sentenza del 2006, infatti, ha stabilito che Cyntoia Brown possa ottenere la libertà sulla parola solo dopo aver scontato 51 anni di carcere. La popstar delle Barbados non ha potuto fare a meno di esprimere la propria indignazione.

C'è qualcosa di terribilmente sbagliato quando il sistema tutela questi stupratori mentre la vittima viene buttata via, per tutta la vita! Per ciascuno di voi, responsabile della sentenza di questa ragazza, prego Dio che non abbiate figli, perché potrebbe essere vostra figlia ad essere punita.

Attualmente la petizione lanciata a sostegno di Cyntoia Brown conta più di 370mila firme. C'è da sperare che l'aver riportato sotto i riflettori la sua storia possa esserle realmente di aiuto, per trovare pace e avere finalmente la giustizia che merita.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.