Stai leggendo: Pink Different: le K4U al Castello di Zakula

Prossimo articolo: Pink Different, la quinta puntata: la guest star è Chiara Galiazzo!

Letto: {{progress}}

Pink Different: le K4U al Castello di Zakula

Nella quinta puntata di Pink Different le YouTubers K4U ci portano nell'affascinante Castello di Zakula.

0 condivisioni 0 commenti

Avete mai sentito parlare del Castello di Zakula? È un luogo affascinante per chi ama l'arte (e non solo) e Pink Different ha deciso di farvelo scoprire.

In missione ha mandato le K4U (alias Velia e Federica), YouTubers amatissime e cliccatissime soprattutto dai giovani, che amerebbero tanto questo stabile abbandonato diventato museo che si trova alle porte di Milano, a Cormano.

Due chiacchiere con Zio Zakula

Una volta arrivate le ragazze non possono fare a meno di venire rapite da questo affascinate culla dei graffiti e della street art, diventato ormai un luogo cool e visitatissimo, soprattutto da chi ama il genere.

Ad accoglierle c'è Zakaria Jemai noto come Zio Zakula, che racconta loro la sua storia: era un barbone che si è trovato per caso in questo edificio e non solo ha deciso di trasformarlo nella sua casa, ma anche di renderlo massima espressione della sua arte.

Una passione, quella per l'arte (dal disegno alla poesia) che gli è sempre stata di conforto, anche nei momenti più difficili. Perché, come lui dice, se le cose materiali si sono sbriciolate l'amore che aveva dentro è rimasto.

È quest'ultimo che l'ha spinto a rinascere e, dato che non aveva un soldo, ha capito che doveva stupire dietro le mura colorate di questo castello in cui si è nascosto e dove cerca di salvaguardare il bello che è rimasto.

Lui non invita nessuno ad andare lì, ma sono sempre di più le persone che gli fanno visita anche per disegnare liberamente sui muri, spesso ispirati dagli stessi pensieri di Zakaria.

Che dire: è proprio vero che l'arte è balsamo per l'anima!

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.