Stai leggendo: 'Fabrizio De André padre della canzone italiana': parola di Morgan

Prossimo articolo: Milano Music Week: tutto sulla 1a edizione

Letto: {{progress}}

'Fabrizio De André padre della canzone italiana': parola di Morgan

Dori Ghezzi e Morgan hanno presentato il nuovo progetto discografico dedicato a Fabrizio De André. Si intitola Tu che m’ascolti insegnami e contiene brani rimasterizzati in alta definizione dai master analogici originali di studio.

Fabrizio De André: Tu che m’ascolti insegnami

7 condivisioni 1 commento

Dopo il progetto dedicato a Lucio Battisti, Sony Music continua il lavoro di conservazione e restauro del proprio patrimonio d’archivio proponendo, da venerdì 24 novembre, Tu che m’ascolti insegnami. La raccolta contiene una ricca selezione di brani di Fabrizio De André completamente rimasterizzati con una tecnica all’avanguardia in alta definizione a partire ai master analogici digitali che il cantautore realizzò in studio.

Oggetto di culto per gli amanti del Faber, questo lavoro ha tutte le carte in regola anche per venire apprezzato da chi lo conosce meno. E un buon biglietto da visita è il videoclip de Il pescatore, che l’etichetta ha voluto realizzare nella settimana della Milano Music Week proprio per portare anche al pubblico del web l’Arte del cantautorato italiano.

Tu che m'ascolti insegnami De André

A raccontare Fabrizio De André, il suo articolato e profondissimo mondo musicale e la sua vita sono stati la moglie Dori Ghezzi e il cantautore Morgan, da sempre cultore dell’artista ligure.

Un’opera d’arte non ci appartiene mai completamente. È della gente, è di tutti.

Tu che m’ascolti insegnami: la presentazione

Tu che m’ascolti insegnami nasce da un lavoro certosino di recupero del materiale analogico originario, rimasterizzato in HD 24BIT/192KHZ. “Ho abbracciato questo progetto -  ha dichiarato Dori Ghezzi – perché mi sembra doveroso nei confronti dei grandi artisti, Fabrizio compreso. Serve a conservare un patrimonio che deve essere restituito al futuro anche grazie alle nuove tecnologie ma senza tradire mai l’intenzione originale.”

Proprio la fedeltà alle registrazioni di studio è quella che riporta vivide le dinamiche del suono così come dei rumori, a sottolineare la puntigliosità con cui lo stesso De André amava operare. Al centro del lavoro, c’è una sostanziale attenzione ai temi trattati nei brani, da cui deriva anche la suddivisione dei contenuti curata dalla Ghezzi.

“Mi sono occupata della selezione dei brani separandoli per argomenti. Ogni CD è un album concettuale che racconta dimensioni emotive molto care a Fabrizio. E, così, ci sono l’amore e la donna, la spiritualità e il sogno, la guerra e la pace, l’infanzia la vita e oltre.

Fabrizio De André in una foto d'archivioHDFoto Reinhold Kohl-Fondazione Fabrizio De André Onlus

Abbiamo fatto delle scelte precise anche nella grafica, senza lasciare nulla al caso a partire dalla copertina con Fabrizio bambino. Tutte le foto vogliono comunicare con la gente.” Queste le intenzioni con cui l’album si presenta al pubblico, grazie all’intervento prezioso dell’ingegnere del suono Stefano Barzan.

Questa nuova raccolta sin dal titolo esprime un’esigenza di dialogo, di ricerca di conoscenza, di apertura. Un modo di porsi che credo abbia sempre caratterizzato Fabrizio e la sua opera.

Oltre alla testimonianza della moglie, sono poi le parole di Morgan a restituire un profilo affascinante del grande artista genovese anche nei confronti della stessa Dori. “Ho analizzato il rapporto tra Dori e Fabrizio: era evidentemente molto bello anche artisticamente" ha confidato Castoldi, "Quello di De André è un patrimonio delicato, da trattare con cura, e si sente anche in questo lavoro. Quando ami la musica e ami l’uomo che la fa è perfetto, chi meglio di lei poteva curare questo progetto?”

Marco Morgan CastoldiHDGettyImages

La devozione sincera al cantautore è di lunga data e Morgan gli riserva parole di stima immensa: “De André è il padre della canzone italiana per come la ascoltiamo oggi, come Dante lo è della lingua italiana. Ha affrontato tanti temi, molto diversi, con la prospettiva della morte come privilegiata; è quello che si dice essere un cantautore impegnato, quello che oggi non c’è: essere impegnato e impegnativo.

La musica di Fabrizio non è musica funzionale, destinata per il supermercato, da "skippare"; è fine a stessa. Forse l’aspetto vocale di De André è il motivo per cui ha avuto più successo di altri suoi contemporanei.”

E aggiunge: “Fernanda Pivano diceva che era la voce di dio. Siamo nell’epoca delle voci, sotto vari punti di vista, e De André la voce l’aveva, come la sua ne nasce una ogni trecento anni. Fabrizio non entrava nel personaggio, lo raccontava da fuori. E per quest’altro lui si commuove; per questo la gente si identifica. L’artista non riempie quel posto ma lo da a te.”

La presentazione alla stampa è anche l’occasione per confermare la messa in onda di un documentario per Sky (a cui ha partecipato anche Dori Ghezzi con un contributo) e del film con Luca Marinelli in onda a febbraio sulle reti Rai, con una possibile anteprima nei cinema. “La pellicola porta in scena soprattutto le figure più formative agli inizi della carriera di Fabrizio. Ci sono la sua famiglia e le persone che ha incontrato nelle prime fasi della sua vita per metterne a fuoco aspetti umani e culturali.”, ha precisato la Ghezzi.

In attesa dei progetti in tv, sono già disponibili sul canale VEVO i venticinque video tratti da Fabrizio De André in concerto, spettacolo che risale al 13 e 14 febbraio 1998 presso il romano Teatro Brancaccio.

Tu che m’ascolti insegnami: tracklist

Il cofanetto viene pubblicato in tre versioni: 4 CD Bookset, Box 8 LP 180 gr (edizione limitata) e Gatefold 4 LP 180 gr – Essential Selection. Vediamo di seguito la tracklist della versione CD secondo quanto riportato dall’etichetta:

CD 1

FEMMINE UN GIORNO E POI MADRI PER SEMPRE (L’amore e l’universo femminile)

01. HO VISTO NINA VOLARE
De André | I. Fossati dall’album Anime salve (1996)

02. HOTEL SUPRAMONTE
De André | M. Bubola dall’album Fabrizio De André (L’Indiano) (1981)

03. VALZER PER UN AMORE
(Musica tratta dal “Valzer campestre” della “Suite Siciliana” di G. Marinuzzi jr.)
Marinuzzi | F. De Andrè dall’album Canzoni (1974)

04. UN MALATO DI CUORE
De André | N. Piovani | F. De André | G. Bentivoglio dall’album Non al denaro non all’amore né al cielo (1971)

05. TRE MADRI
De André | G.P. Reverberi | F. De André dall’album La buona novella (1970)

Fabrizio De André in una foto d'archivioHDFoto Reinhold Kohl-Fondazione Fabrizio De André Onlus

06. CANZONE DELL’AMORE PERDUTO
De André (Musica tratta dall’ “Adagio” del Concerto in Re maggiore per tromba, archi e continuo di G.P. Telemann) dall’album Canzoni (1974)

07. GIOVANNA D’ARCO
(Or. Joan of Arc di L. Cohen) Cohen | F. De André dall’album Canzoni (1974)

08. ANDREA | TEMA DI RIMINI
De André | M. Bubola dall’album Rimini (1978)

09. LE PASSANTI
(Or. Les passantes di G. Brassens) (da una poesia di Antoine Pol)
Brassens | A. Pol | F. De André dall’album Canzoni (1974)

10. D’Ä MÆ RIVA
De André | M. Pagani dall’album Crêuza de mä (1984)

11. FRANZISKA
De André | M. Bubola dall’album Fabrizio De André (L’Indiano) (1981)

12. AMORE CHE VIENI AMORE CHE VAI
De André dall’album Volume 3 (1968)

13. VIA DEL CAMPO
Jannacci | F. De André dall’album Volume 1 (1967)

14. GIUGNO ’73
De André dall’album Volume 8 (1975)

15. LA CANZONE DI MARINELLA
De André dall’album Volume 3 (1968)

16. PRINÇESA
(Liberamente tratta dall’omonimo romanzo-intervista di Maurizio Jannelli e Fernanda Farias | Ediz. Sensibili Alle Foglie – Roma)
De André | I. Fossati | F. De André | I. Fossati | M. Jannelli dall’album Anime salve (1996)

17. VERRANNO A CHIEDERTI DEL NOSTRO AMORE
De André | N. Piovani | F. De André | G. Bentivoglio dall’album Storia di un impiegato (1973)

18. LA STAGIONE DEL TUO AMORE
De André | G.P. Reverberi | F. De André dall’album Volume 1 (1967)

19. BOCCA DI ROSA
De André | G.P. Reverberi | F. De André dall’album Volume 1 (1967)

20. JAMIN-A
De André | M. Pagani dall’album Crêuza de mä (1984)

CD

IL POLLINE DI DIO, DI DIO IL SORRISO (La spiritualità il sogno)

01. SMISURATA PREGHIERA 
(Liberamente tratta dalla Summa di Maqroll. Il gabbiere di Álvaro Mutis | Ediz. Einaudi – Torino)
De André | I. Fossati | F. De André | I. Fossati | A. Mutis dall’album Anime salve (1996)

02. SE TI TAGLIASSERO A PEZZETTI
De André | M. Bubola dall’album Fabrizio De André (L’Indiano) (1981)

03. INVERNO
De André | G.P. Reverberi | F. De André dall’album Tutti morimmo a stento (1968)

04. IL PESCATORE
De André | G.P. Reverberi | F. Zauli | F. De André Singolo (1970)

05. IL SOGNO DI MARIA
De André | G.P. Reverberi | F. De André dall’album La buona novella (1970)

06. AVE MARIA
De André | G.P. Reverberi | F. De André dall’album La buona novella (1970)

07. ANIME SALVE
De André | I. Fossati dall’album Anime salve (1996) con Ivano Fossati

08 LA CATTIVA STRADA
De André | F. De Gregori dall’album Volume 8 (1975)

09. SPIRITUAL
De André | G.P. Reverberi | F. De André dall’album Volume 1 (1967)

10. PREGHIERA IN GENNAIO
De André | G.P. Reverberi | F. De André dall’album Volume 1 (1967)

11. DEUS TI SALVET MARIA (AVE MARIA SARDA)
(Canto tradizionale sardo rielaborato da un adattamento di Albino Puddu)
dall’album Fabrizio De André (L’Indiano) (1981)

12. SI CHIAMAVA GESÙ
De André | G.P. Reverberi | F. De André dall’album Volume 1 (1967)

13. VERDI PASCOLI
De André | M. Bubola dall’album Fabrizio De André (L’Indiano) (1981)

14. OCEANO
De André | F. De Gregori dall’album Volume 8 (1975)

15. IL RITORNO DI GIUSEPPE
De André | G.P. Reverberi | F. De André dall’album La buona novella (1970)

16. IL TESTAMENTO DI TITO
De André | C. Castellari | F. De André dall’album La buona novella (1970)

17. S’I’ FOSSE FOCO
(da un sonetto di Cecco Angiolieri) De André | G.P. Reverberi dall’album Volume 3 (1968)

18. ‘Â ÇIMMA
De André | M. Pagani | F. De André | I. Fossati dall’album Le nuvole (1990)

19. VOLTA LA CARTA
De André | M. Bubola dall’album Rimini (1978)

20. IL SUONATORE JONES
De André | N. Piovani | F. De André | G. Bentivoglio dall’album Non al denaro non all’amore né al cielo (1971)

CD 3

DEV’ESSERCI UN MODO DI VIVERE SENZA DOLORE (Guerra e pace, potere giustizia libertà)

01. INTRODUZIONE
De André | N. Piovani | F. De André | G. Bentivoglio dall’album Storia di un impiegato (1973)

02. CANZONE DEL MAGGIO
(Liberamente tratta da un canto del maggio francese 1968)
De André | N. Piovani | F. De André | G. Bentivoglio dall’album Storia di un impiegato (1973)

03. GIROTONDO
De André | G.P. Reverberi | F. De André dall’album Tutti morimmo a stento (1968)

04. SIDÚN
De André | M. Pagani dall’album Crêuza de mä (1984)

05. TERZO INTERMEZZO
De André | G.P. Reverberi | F. De André dall’album Tutti morimmo a stento (1968)

06. IL RE FA RULLARE I TAMBURI
Canzone popolare francese del XIV secolo
Adatt. di F. De André dall’album Volume 3 (1968)

07. CARLO MARTELLO RITORNA DALLA BATTAGLIA DI POITIERS
De André | P. Villaggio | F. De André dall’album Volume 1 (1967)

08. IL GORILLA 
(Or. Le gorille di G. Brassens) Testo italiano di F. De André dall’album Volume 3 (1968)

09. BALLATA DELL’AMORE CIECO (O DELLA VANITÀ)
De André dall’album Canzoni (1974)

10. LA GUERRA DI PIERO
De André dall’album Volume 3 (1968)

11. LA BALLATA DELL’EROE
De André dall’album Volume 3 (1968)

12. FIUME SAND CREEK
De André | M. Bubola dall’album Fabrizio De André (L’Indiano) (1981)

13. DISAMISTADE
De André | I. Fossati dall’album Anime salve (1996)

14. UNA STORIA SBAGLIATA
De André | M. Bubola Singolo (1980)

15. IL BOMBAROLO
De André | N. Piovani | F. De André | G. Bentivoglio dall’album Storia di un impiegato (1973)

16. AVVENTURA A DURANGO
(Or. Romance in Durango di B. Dylan | J. Levy) Testo italiano di F. De André | M. Bubola dall’album Rimini (1978)

17. UN GIUDICE
De André | N. Piovani | F. De André | G. Bentivoglio dall’album Non al denaro non all’amore né al cielo (1971)

18. DON RAFFAÉ
De André | M. Pagani | F. De André | M. Bubola dall’album Le nuvole (1990)

19. QUELLO CHE NON HO
De André | M. Bubola dall’album Fabrizio De André (L’Indiano) (1981)

20. LA DOMENICA DELLE SALME
De André | M. Pagani dall’album Le nuvole (1990)

21. LE NUVOLE
De André | M. Pagani dall’album Le nuvole (1990)

CD 4 

SOTTO IL VENTO E LE VELE (L’infanzia la vita e oltre)

01. CODA DI LUPO
De André | M. Bubola dall’album Rimini (1978)

02. AMICO FRAGILE
De André dall’album Volume 8 (1975)

03. CANZONE PER L’ESTATE
De André | F. De Gregori dall’album Volume 8 (1975)

04. RIMINI
De André | M. Bubola dall’album Rimini (1978)

05. LE ACCIUGHE FANNO IL PALLONE
De André | I. Fossati dall’album Anime salve (1996)

06. DOLCENERA
De André | I. Fossati dall’album Anime salve (1996)

07. CANTO DEL SERVO PASTORE
De André | M. Bubola dall’album Fabrizio De André (L’Indiano) (1981)

08. LA CITTÀ VECCHIA
De André dall’album Canzoni (1974)

09. ‘Â DUMÉNEGA
De André | M. Pagani dall’album Crêuza de mä (1984)

10. KHORAKHANÉ (A FORZA DI ESSERE VENTO)
De André | I. Fossati dall’album Anime salve (1996) 
con Dori Ghezzi / parte finale in ròmanes tradotta da Giorgio Bezzecchi

11. CANTICO DEI DROGATI
De André | G.P. Reverberi | F. De André | R. Mannerini dall’album Tutti morimmo a stento (1968)

12. UN OTTICO
De André | N. Piovani | F. De André | G. Bentivoglio dall’album Non al denaro non all’amore né al cielo (1971)

13. CRÊUZA DE MÄ
De André | M. Pagani dall’album Crêuza de mä (1984)

14. LEGGENDA DI NATALE
(Ispirato a Le Père Nöel et la petite fille di Georges Brassens)
De André | G.P. Reverberi | F. De André dall’album Tutti morimmo a stento (1968)

15. L’INFANZIA DI MARIA
De André | G.P. Reverberi | F. De André dall’album La buona novella (1970)

16. IL TESTAMENTO
De André dall’album Volume 3 (1968)

17. LA COLLINA
De André | N. Piovani | F. De André | G. Bentivoglio dall’album Non al denaro non all’amore né al cielo (1971)

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.