Stai leggendo: Dieta chetogenica: cos'è, in cosa consiste, se è davvero efficace

Letto: {{progress}}

Dieta chetogenica: cos'è, in cosa consiste, se è davvero efficace

La dieta chetogenica è un regime alimentare a basso contenuto di carboidrati e ricco di proteine. La sua particolare struttura fa perdere fino a 2 kg a settimana. Ma è davvero così efficace? Nell'articolo di oggi analizziamo tutte le sue caratteristiche.

Una ragazza si specchia con una mano sulla pancia

5 condivisioni 7 commenti

Tornata in auge da pochi anni, la dieta chetogenica sta ottenendo sempre più consensi soprattutto in ambito sportivo ed estetico perché promette di far perdere peso in poco tempo e perché va ad aggredire direttamente il grasso senza toccare i muscoli. Nell’articolo di oggi ci vogliamo proprio soffermare sull’analisi di questa alimentazione, spiegandone tutte le Prima di tutto bisogna capire a fondo che cos’è la dieta chetogenica e in cosa consiste, caratteristiche, i pro e i contro.

Questo regime alimentare ipocalorico è povero di carboidrati e ricco di proteine e a quanto pare riesce a far perdere fino a 2 kg a settimana. Eliminare i carboidrati vuol dire eliminare gli zuccheri e dunque evitare non solo pasta e pane ma anche legumi, frutta, bevande zuccherate, alcuni tipi di latticini e alcuni tipi di verdura e ortaggi.

Una ragazza prende a calci bevande e cibo spazzaturaHD

Seguendo questa dieta per un periodo che va tra i venti giorni e i 2 mesi si porta il corpo in uno stato di chetosi, ossia non avendo più la classica fonte di energia utilizzata per avviare i vari processi metabolici, l’organismo è costretto a trovare un’alternativa. È in questa condizione che si formano i cosiddetti corpi chetonici, molecole energetiche provenienti dai grassi depositati e impiegati in situazioni di emergenza. La produzione dei corpi chetonici indica che il corpo ha iniziato ad attaccare i grassi e quindi a perdere peso.

Gli alimenti della dieta chetogenica

Come abbiamo detto in precedenza, la dieta chetogenica è un regime alimentare ipocalorico e prevede l’assunzione di un’esigua quantità di carboidrati a favore di proteine, verdure e ortaggi. Analizzando più nel dettaglio questo aspetto, le verdure concesse sono ovviamente quelle che contengono pochi carboidrati come i funghi e gli asparagi mentre vanno evitati i legumi, le patate e le carote. Anche la frutta va consumata poco, massimo 2 volte al giorno.

Una donna taglia la verdura su un tagliereHD

Le proteine dovranno provenire da carne, pesce e uova. Per le carni sono ammesse sia quelle di cacciagione come la bistecca, l’agnello, il tacchino, l’hamburger e sia quelle conservate come lo speck e la bresaola. Per quanto riguarda il pesce si possono mangiare sia crostacei che pesci di mare o di acqua dolce.

I condimenti vanno fatti con olio extra vergine d’oliva, il burro, la soia, l’olio di sesamo. Se vi state chiedendo se i formaggi si possono mangiare, vi diciamo che sono concessi solo quelli ricchi di proteine e poveri di carboidrati come i fiocchi di latte, la mozzarella e la ricotta.

Al fine di rendere più efficace quest’alimentazione e di andare a reintegrare le sostanze che inevitabilmente vengono a mancare, è necessario assumere degli specifici integratori, ad esempio quelli minerali indirizzati a mantenere nel giusto livello i sali minerali nel sangue. È anche importante bere minimo 2 litri di acqua al giorno.

La dieta chetogenica tradizionale si distingue in due diverse fasi. Una prima fase della durata di 5/6 giorni, con un ridotto apporto di carboidrati, una fase di ricarica di 1 o 2 giorni in cui si reintroducono i carboidrati, per poi ricominciare.

La dieta chetogenica funziona?

Indubbiamente questo regime alimentare ha i suoi lati positivi in quanto permette di perdere peso in poco tempo e di farlo andando ad aggredire solo i grassi e non i muscoli. Dopo un primo periodo in cui si può accusare una certa stanchezza dovuta alla mancanza di zuccheri, si passa a sentirsi pieni di energia. Non è però una dieta che può essere seguita per lunghi periodi di tempo.

Una ragazza sta sulla bilancia con aria feliceHD

Un altro aspetto da tenere in considerazione è la necessità di rivolgersi a un professionista del settore, cosa del resto sempre opportuna quando si vuole seguire una dieta, in quanto nell’alimentazione chetogenica bisogna rispettare scrupolosamente le quote di carboidrati e di proteine previste per fare in modo che sia davvero efficace. Al termine della dieta andranno reintegrati a poco a poco i carboidrati senza esagerare perché in caso contrario si perdono i risultati raggiunti.

Rivolgersi a un esperto è comunque fondamentale perché un regime alimentare ipocalorico va cucito addosso alla singola persona tenendo conto delle sue esigenze, degli obiettivi che vuole raggiungere e delle sue eventuali problematiche.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.