Stai leggendo: Prima di Grey's Anatomy: le donne medico più famose della storia

Prossimo articolo: Cosa sappiamo finora sullo spin-off di Grey's Anatomy

Letto: {{progress}}

Prima di Grey's Anatomy: le donne medico più famose della storia

In Grey's Anatomy, le dottoresse del Grey Sloan Memorial Hospital sono figure professionali già affermate. Nella realtà, però, il cammino delle donne nel campo della medicina è stato lungo e tortuoso: ecco le donne medico più famose della storia.

I dottori delle prime stagioni di Grey's Anatomy

2 condivisioni 1 commento

Stetoscopio rosa, camice bianco, cartella clinica alla mano e un sorriso smagliante pronto ad accogliere il prossimo paziente: in Grey's Anatomy le dottoresse sono fiere leonesse, fanno a gara tra loro nel riuscire a svolgere un bel intervento in sala operatoria, e soprattutto, anche dopo una giornata infernale, hanno un look sempre impeccabile.

Nella realtà, però, le cose non sono andate sempre così. Le donne hanno dovuto sudare per affermarsi in medicina, un campo frequentato da soli uomini. Dopo non pochi ostacoli e, in contemporanea con le scoperte scientifiche, oggi il numero delle donne medico ha superato quello degli uomini.

Dalle figure femminili nell'antica Grecia al Premio Nobel Rita Levi Montalcini: ecco le donne medico più famose della storia.

Artemisia

Nell'Antica Grecia, donne medico come Artemisia, studiavano le piante per poter ricavare da esse dei rimedi con cui curare malattie e ferite: a volte i metodi si rivelavano dolorosi, ma molto efficaci.

Trotula de Ruggiero

Nel Medioevo, la nobildonna Trotula de Ruggiero fece la sua comparsa. Originaria di Salerno, a questa dottoressa viene attribuito il trattato De passionibus mulierum ante in et post partum, anche se gli storici sono molto scettici sulla sua autenticità. Dubbi a parte, Trotula era nota per riuscire a curare le malattie delle donne, una sorta di ginecologa del Medioevo. Se fosse stata in Grey's Anatomy, probabilmente avrebbe preso il posto di Addison Montgomery.

Kate Walsh ha interpretato Addison Montgomery per due stagioni di Grey's AnatomyABC

Anna Morandi

Qualche secolo più avanti, troviamo Anna Morandi, prima anatomista della storia. Visse tra il 1714 e il 1774 a Bologna. A lei si devono i primi modelli anatomici in cera, e durante la sua vita aiutò il marito Giovanni Manzolini, professore di anatomia, nella dissezione dei cadaveri.

Maria Montessori

Prima donna del Regno d'Italia a laurearsi in medicina nel 1896: Maria Montessori è nota in tutto il mondo per il metodo educativo che prende il suo nome (il metodo Montessori), ma nella sua vita ha avuto un'intensa carriera medica: educatrice, pedagogista, filosofa e neuropsichiatra infantile. Praticamente era un mix tra Meredith Grey e Arizona Robbins.

Jessica Capshaw interpreta Arizona Robbins dalla quinta stagione di Grey's AnatomyABC

Gertrude Belle Elion

Il premio Nobel per la medicina nel 1988 è stato tutto per Gertrude Belle Elion, farmacologa e biochimica statunitense, che contribuì a due importanti traguardi: la ricerca di farmaci contro la leucemia e lo sviluppo di immunosoppressori utili per il trapianto degli organi. 

Rita Levi Montalcini

Una delle donne medico più famose e riconosciute a livello mondiale: Rita Levi Montalcini è stata una scienziata e neurologa, premio Nobel per la medicina nel 1986 per le sue ricerche sul fattore di crescita del sistema nervoso. La Montalcini ha sempre dichiarato di sentirsi una donna libera, nonostante fosse cresciuta in un sistema governato da uomini, ha saputo emergerne vittoriosa: chissà se Shonda Rhimes si sarà ispirata un po' alla grande scienziata per il personaggio di Meredith Grey?

Ellen Pompeo è Meredith in una scena di Grey's AnatomyABC

Gerty Theresa Cori

La prima donna, però, a vincere il Nobel per la medicina fu Gerty Theresa Cori: nel 1947, la biochimica ceca (naturalizzata statunitense) fu premiata per le sue scoperte su come il glicogeno viene risintetizzato dall’organismo. 

Luisa Levi

Il nome di Luisa Levi è legato a un trattato della medicina molto particolare e controverso: si tratta de L'educazione sessuale, un manuale che insegna ai genitori su come approcciarsi ai propri figli su argomenti come la sessualità, che deve essere iniziata fin da bambini e portata avanti con costanza e intelligenza fino all'età adulta. Sicuramente Carina DeLuca deve aver letto il manuale di Luisa Levi.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.