Stai leggendo: Game of Thrones: Emilia Clarke difende la nudità nella serie

Prossimo articolo: Kit Harington si scusa per i commenti sul sessismo maschile

Letto: {{progress}}

Game of Thrones: Emilia Clarke difende la nudità nella serie

Ci sono troppe scene di nudo in Game of Thrones? Emilia Clarke non ci sta e risponde per le rime ai detrattori della serie. Per l'attrice, nudità e sesso non intaccano la qualità dello show e, soprattutto, fanno parte della vita di tutti noi.

Emilia Clarke

3 condivisioni 0 commenti

Game of Thrones è senza dubbio la serie TV evento degli ultimi anni. Sono tantissimi in tutto il mondo i fan di Jon Snow e gli altri, fortemente appassionati alle loro vicissitudini - ormai giunte all'ottava stagione - tra guerre, draghi e location che lasciano a bocca aperta. Uno degli aspetti preponderanti della serie, però, ha poco a che vedere col genere fantastico ed è spesso oggetto di polemiche: il sesso e la passione - e di conseguenza la nudità dei personaggi - sono a detta di molti ridondanti. C'è chi, addirittura, accusa HBO di abusarne per attirare l'attenzione del pubblico. A tal proposito si è espressa Emilia Clarke, che interpreta Daenerys Targaryen.

Un sorridente primo piano di Emilia ClarkeHD

L'attrice è la protagonista del nuovo numero di Harper's Bazaar e ha rilasciato una lunga intervista di corredo ai meravigliosi scatti fotografici che la ritraggono immersa nella bellezza dei giardini londinesi. A quanto pare, per lei non è affatto un problema spogliarsi in Game of Thrones, mentre cominciano a infastidirla le polemiche che ruotano attorno alle scene hot che - sempre opportunamente inserite in modo da risultare funzionali alla trama - caratterizzano alcuni dei momenti più densi di pathos della serie. "Sto iniziando davvero a innervosirmi perché c'è ancora qualcuno che si diverte a beffarsi di Game of Thrones dicendo che i siti porno potrebbero persino chiudere quando lo show è in onda. Se una serie è buona, lo è anche se ci sono delle scene di nudo. Ci sono tante serie che prevedono nudità e sesso: le persone fanno sesso per provare piacere, fa parte della vita!", ha dichiarato la Clarke.

Emilia Clarke e Kit Harington in Game of ThronesHD

L'attrice, dalla fisicità morbida, ha poi tenuto a sottolineare quanto la volontà di abbattere gli stereotipi a Hollywood l'abbia motivata a fare sempre meglio, specialmente agli inizi della sua carriera.

Il mio aspetto fisico mi ha motivato molto a sconfiggere gli stereotipi tipici dei casting di Hollywood, perché il mio corpo non risponde agli standard.

e ha continuato: "Non sono Giulietta che si muove leggera, il mio aspetto mi fa ottenere più facilmente le parti da nonnina o da prostituta che ha visto giorni migliori. Ma proprio grazie a questo ho capito che se volevo parti da protagonista e più prestigiose dovevo diventare un'attrice migliore."

Emilia ha detto la sua sul sessismo a Hollywood in più di un'occasione. La star di Game of Thrones si è sempre definita una femminista e il fatto di essersi mostrata senza veli così spesso per lei non cambia le cose: "Sono consapevole delle mie tante scene di nudo, ma questo non cambia niente. Non mi fermano dall'essere una femminista. E sai una cosa?

Crea un'immagine con questa frase e condividila!

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.