Stai leggendo: Pink Different: la terza puntata completa!

Prossimo articolo: Pink Different: l'oroscopo di Camihawke

Letto: {{progress}}

Pink Different: la terza puntata completa!

Fa riflettere e al tempo stesso stuzzica le fantasie il terzo imperdibile episodio di Pink Different. Da Emergency al sexy shop.

1 condivisione 1 commento

Eccoci di nuovo in compagnia della quattro fantastiche girls di Pink Different.

Vi ricordate il viaggio a Londra che Ludovica Martini doveva fare con Marco, la sua nuova fiamma? Ebbene: è saltato.

I due, infatti, hanno litigato e lei l'ha mollato di sana pianta. Però ha sempre i biglietti con sé, quindi AlicelikeAudrey e Camihawke cercano di corromperla per poter partire.

Il tetto di vetro

Avete mai sentito parlare di tetto di vetro? Le ragazze vi spiegano di cosa si tratta: è quando le donne continuano a rimanere subalterne agli uomini. Una situazione in cui si trova la maggior parte dell'universo femminile, anche in Occidente.

Come sottolinea Ludovica: ci sono tantissime donne che valgono dieci volte tanto i suoi colleghi, ma continua a rimanere al palo. Questo però non riguarda solo il posto di lavoro, ma anche la dimensione casalinga.

La testimonianza concreta è Alice Mangione, che entra in casa della amiche sull'orlo di una crisi di nervi: da parte c'è la figlia Olivia che la impegna tantissimo e dall'altro il marito che la riempie di richieste.

È possibile continuare così? Lei giustamente propone di fare una cosa: smettere di dannarsi e rilassarsi.

Sofia da Emergency

“ti piace andare sul set?” io by @paoloraeli 🌠

A post shared by sofia (@sofiaviscardi) on

Molto bello il servizio di Sofia Viscardi inviata d'eccezione, che ha incontrato Rossella Miccio, la nuova presidentessa di Emergency.

Chi meglio di lei, che vive a stretto contatto con tante popolazioni diverse, può parlare della condizione della donna?

Rossella racconta che Emergency ha sempre dato molto spazio alle donne, tanto che dal 1994 (anno della fondazione) ad oggi sono state ben tre le presidentesse donne.

Poi sottolinea come riescano ad essere viste con meno riserve anche dagli uomini stranieri, come gli afghani, nonostante credano ancora molto nel patriarcato.

Rossella ama il suo lavoro, che gli permette di aiutare tante persone, non solo con le cure mediche. E Sofia non può che emozionarsi di fronte al suo racconto.

Nel mondo dei sexy shop

Dopo un argomento così importante, si torna alla leggerezza e lo spunto arriva da Alice che indossa un giubbettino in lattice molto rock e sexy.

Le ragazze si accorgono che è lo stesso che hanno visto in un sexy shop, per la precisione da Wovo.

Inutile dire che la cosa stuzzica la nostra curiosità e la blogger Carlotta Vagnoli ci spiega meglio di cosa si tratta, andando nel negozio.

La sua fondatrice, Frida After, non si limita infatti a vendere i classici sex toys o completini iper-peccaminosi, ma anche dei capi in lattice in vari colori che possono essere indossati in discoteca come in ufficio.

Una cosa veramente innovativa, che a quanto pare attira clienti di ogni età, anche ultrasessantenni.

Forse anche AlicelikeAudrey dovrebbe provare uno di questi capi per fare colpo, dato che a quanto pare ogni appuntamento romantico finisce male. O forse, come dice Camihawke, si sta bene anche single?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.