Stai leggendo: Dolci di Natale: rassegna dei dolci tipici delle feste natalizie

Prossimo articolo: Parrozzini abruzzesi: la ricetta leggera

Letto: {{progress}}

Dolci di Natale: rassegna dei dolci tipici delle feste natalizie

I dolci di Natale non sono mai abbastanza. Scopri le ricette regionali italiane e i dolci internazionali, dallo stollen tedesco ai dolcetti svedesi di Santa Lucia.

Dolci di Natale

17 condivisioni 0 commenti

Quanti dolci di Natale conosci? Pandoro e panettone sono sicuramente i più noti e diffusi. In Italia, però, esistono tantissimi dolci tradizionali, molto più semplici da fare in casa rispetto al panettone. Tra i più noti ci sono sicuramente i mostaccioli e gli struffoli napoletani. In quanto a fama non sono da meno neppure le cartellate pugliesi, strisce di pasta fritta arrotolata in modo da formare un cestino e insaporita con miele e cannella. E il pangiallo romano e il pandolce genovese? Scopri i dolci di Natale della tradizione italiana e internazionale nella carrellata qui sotto.

Pangiallo romano

Il pangiallo romano è un dolce di Natale antichissimo. Pare che sia originario del periodo imperiale e che venisse distribuito durante il solstizio d’inverno. Il suo nome deriva dalla particolare colorazione conferitagli dallo zafferano. Con il trascorrere degli anni, però, la ricetta è cambiata e lo zafferano è stato eliminato. Oggi, il pangiallo si prepara con fichi secchi, noci, mandorle, nocciole, pinoli, miele e cioccolato fondente.

Pangiallo romano di NataleMy Tuscia


Pandolce genovese

Il pandolce genovese ha superato i confini regionali e persino quelli nazionali, arrivando a conquistare gli Stati Uniti con il nome di Genoa Cake. Si tratta di un dolce a forma di cupola con un delizioso impasto arricchito con uvetta, pinoli, cedro candito e arancia candita. Leggenda vuole che sia originario della Persia, dove veniva offerto al sovrano dal paggetto più giovane. La tradizione è stata mantenuta anche nelle case genovesi, dove il più piccolo della famiglia soleva portare in tavola il pandolce con un rametto di ulivo porta fortuna.

Pandolce genovese di NataleHD


Gubana friulana

A Natale nelle valli del Friuli si mangia la gubana, un dolce a pasta lievitata con un ripieno di frutta secca (noci, mandorle, pinoli e uvetta) aromatizzata con grappa e marsala. Sembra che il nome sia di origine slava e deriverebbe da guba-piega. La gubana, infatti, ha una forma ripiegata sormontata da un cappello. Una seconda teoria sostiene, invece, che il nome derivi proprio dal friulano guban-porcino. Il termine gubana cioè sarebbe stato coniato per rieccheggiare la copertura tondeggiante del dolce.

Gubana friulanaBorghi Magazine


Buccellato siciliano

Il buccellato è un antico dolce di Natale siciliano a forma di ciambella. Si tratta di una torta tonda di pasta frolla decorata con frutta candita. Oltre al buccellato si sfornano anche i buccellatini, vale a dire dei biscotti preparati con lo stesso impasto della ciambella e guarniti con glassa di zucchero e codine colorate.

Buccellatini siciliani di NataleHD


Stollen tedesco

Lo stollen di Dresda è considerato il dolce per eccellenza delle festività natalizie tedesche. Lo stollen non è altro che una pasta lievitata arricchita con vaniglia, zenzero e cardamomo. Non solo, l’impasto prevede anche miele, uva passa, mandorle, rum, arancia candita e scorza di limone. Il tutto ricoperto da una pioggia di zucchero a velo.

Stollen tedesco di NataleDresdner Stollen


Christmas pudding inglese e americano

Il Christmas pudding non manca mai nell’elenco dei dolci di Natale delle famiglie americane e inglesi. Sembra che ogni famiglia inglese abbia la sua ricetta che si tramanda di generazione in generazione. Di cosa si tratta? Di un dolce molto ricco preparato con farina, spezie, frutta secca e salsa al brandy

Christmas pudding americano e ingleseTelegraph


Roscon de Reyes spagnolo

Il Roscon de Reyes spagnolo si prepara il giorno della Befana. In Spagna e nei paesi latini si festeggia il 6 gennaio come giorno dei Re Magi, Dia de Reyes, e si mangia questa ciambella decorata con frutta secca e frutta candita. La stessa tradizione viene rispettata anche in Messico, dove nell’impasto si aggiunge un piccolo Gesù bambino in plastica. Se qualcuno trova la raffigurazione di Gesù nella sua fetta di dolce, deve organizzare una cena per il giorno della Candelora.

Roscon de Reyes spagnoloLa Vanguardia


Lussekatter svedesi

I lussekatter svedesi sono dedicati a Santa Lucia e si preparano il 13 dicembre. Sono delle deliziose piccole brioche allo zafferano a forma di S. L’ingrediente principale è proprio lo zafferano, che illumina di giallo i dolcetti. Lussekatter deriva da Lucifero e katter-gatti. Secondo una credenza popolare, il diavolo acquisiva le sembianze di un gatto per picchiare dei bambini innocenti, mentre Gesù sotto forma di bambino donava dolci. I Lussekatter quindi venivano donati ai bambini e impastati con lo zafferano affinché il loro colore splendente desse fastidio al Signore della tenebre.

Lussekatter svedesi di NataleLandleys Kok

Conoscevi qualcuno di questi dolci di Natale? Quale ti piacerebbe preparare per il tuo pranzo natalizio?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.