Stai leggendo: Outlander 3: recensione di La prima moglie, l'ottavo episodio

Prossimo articolo: Kerry Washington: amo me stessa e i miei capelli al naturale

Letto: {{progress}}

Outlander 3: recensione di La prima moglie, l'ottavo episodio

Il vaso di Pandora è stato aperto: in La prima moglie il grande segreto di Jamie è stato finalmente rivelato. Leggete a vostro rischio e pericolo!

Jamie guarda intensamente Claire

2 condivisioni 4 commenti

Che Jamie avesse mentito ci era chiaro ormai da un po’, ma che il segreto nascondesse un (quasi scontato) colpo di scena è tutt’altro paio di maniche.

In La prima moglie sono state tante le domande a cui noi, insieme a Claire, abbiamo finalmente trovato risposta, e forse qualcuna è stata più amara di altre.

Casa (non così) dolce casa

Lasciatasi Edimburgo (e i sogni di gloria) alle spalle, Jamie e Claire sono tornati nella verdeggiante Scozia al cospetto di una Jenny poco incline a bersi qualunque fosse la storia che i coniugi avevano intenzione di propinarle. L’astio e il rancore sono un biglietto da visita della padrona di casa che non ha perdonato a Claire la sua assenza misteriosa (e come biasimarla?) per ben vent’anni.

Claire e Jenny parlano sulle scale di Lallybroch
Claire il cavallo zoppo

Lallybroch è rimasta esattamente la stessa, come se il tempo non l’avesse scalfita, a differenza delle persone che evolvono di secondo in secondo e non sono in grado di lasciarsi il rancore alle spalle. Jenny è una donna orgogliosa che lascia poco spazio alle menzogne nella sua vita, per cui l’astio dimostrato a Claire è stato perfettamente coerente con la sua personalità rigorosa.

Scoperchiamo il vaso di Pandora: l’altra moglie

E se l’accoglienza a Lallybroch è stata diversa da ciò che Claire si aspettava, è perché non aveva messo in conto di dover saldare i conti con l’altro grande segreto di Jamie che niente di meno si è rivelato essere Laoghaire.

No, non stiamo scherzando. Laoghaire è la moglie misteriosa che Jamie ha cercato di insabbiare (per ovvi motivi) a Claire, ma il rancore di Jenny ha fatto sì che quella pazza squinternata di Laoghaire, accecata dalla gelosia, piombasse a Lallybroch non soltanto distruggendo il già precario equilibrio tra Jamie e Claire ma persino brandendo una pistola.

Laoghaire punta una pistola contro Claire e Jamie si mette in mezzo
La follia di Laoghaire

Se ricordate l’excursus di Laoghaire in Outlander saprete che come donna ha fatto già abbastanza danni senza essere realmente armata, per cui vederla persino con un’arma da fuoco in mano ci ha immediatamente dato la somma dell’equazione.

Laoghaire ha sempre sofferto di mal d’amore. Invaghita di un uomo che non avrebbe mai potuto avere e con un cuore pregno di gelosia, avremmo dovuto immaginare quale sarebbe stato l’epilogo di questa faccenda. Il fatto che Jamie abbia voluto aiutare Laoghaire a costruirsi una vita fintamente stabile non ha reso questa scelta meno infelice. Laoghaire si è illusa di poter essere amata e vedere Claire ancora una volta le ha ricordato quanto sia stata stupida a fidarsi di un’ipotesi che non diventerà mai realtà.

E, mentre Laoghaire ha ceduto alla follia ferendo Jamie al braccio, Claire ha avuto modo di dimostrare la propria sofferenza non soltanto giocando all’Allegro Chirurgo, ma anche comunicando a Jamie i suoi dubbi.

Jamie e Claire dall'alto del precipizio
Problemi all'orizzonte

Dubbi che, come sappiamo, risalgono ancor prima della sua partenza. In fondo Claire era consapevole al cinquanta percento di poter trovare uno scenario differente dal “per sempre felici e contenti” su cui aveva fantasticato anche perché lei stessa è andata avanti costruendosi una famiglia. Come ha spiegato a Jamie, entrambi hanno avuto la propria vita, una vita che dovranno entrambi processare e accettare affinché si possa trovare lo spazio e il coraggio di crearne un’altra insieme.

L’isola delle sirene: allarme pirati!

Ricordate quando Jamie scappò dalla prigione di Ardsmuir e fece dannare il povero John Grey? Non ci hanno mai mostrato cos’avesse fatto Jamie su quell’isolotto solitario in mezzo al mare, ma non perché ciò non avesse rilevanza; semplicemente non era ancora il momento adatto.

I deliri del vecchio scozzese Kerr hanno permesso a Jamie di correre alla ricerca disperata di Claire sull’isola delle sirene ma, anziché trovare la sua amata, Jamie si è imbattuto in un forziere con lo stemma dei MacKenzie stracolmo di gioielli.

Quello stesso forziere è il motivo per il quale in questo ottavo episodio i nostri protagonisti sono tornati sull’isola. A causa del braccio fasciato di Jamie, a immolarsi per la causa è stato il giovane Ian che a quanto pare non sembra avere lo stesso fiuto dello zio quando si tratta d’imboscate ed è stato subito catturato da una banda di malavitosi.

Jamie col braccio ferito e Claire sulla spiaggia
Alla ricerca di Ian

Mentre Ian viene caricato su una nave, Jamie e Claire restano impotenti ad osservare l’inevitabile accadere. Probabilmente Claire era afflitta al pensiero di comunicare a Jenny di aver lasciato suo figlio nelle mani di potenziali pirati. Non la invidiamo affatto!

Tra siringhe di penicillina, litigate furiose a suon di schiaffi e atti sessuali stroncati con una brocca d’acqua, questo ottavo episodio di Outlander ha fatto luce sui misteri che hanno costituito le fondamenta di gran parte della terza stagione.

Claire e Jamie hanno difficoltà ad accettare i vent’anni trascorsi separatamente, forse perché nessuno dei due ha mai creduto possibile di poter vivere un futuro l’uno al fianco dell’altra. Eppure è successo e non possono pretendere di riprendere da dove si erano lasciati. Vent’anni sono una grande fetta di vita, ancor di più se vissuti in circostanze diverse, e insabbiare questo lasso di tempo non sarà facile ma dovrà essere necessario.

Cosa ne pensate di La prima moglie? Firmiamo una petizione per confinare Laoghaire sull’isola delle sirene? Credete che Claire riuscirà mai a dire la verità a Jenny circa questi vent’anni? Jamie e Claire saranno in grado di esorcizzare i propri demoni e vivere nuovamente come marito e moglie? Ma, soprattutto, come faranno a riacciuffare il giovane Ian?

Outlander vi aspetta il 24 novembre con Calma piatta, alle ore 21:00 solo su FoxLife.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.