Stai leggendo: Michelle Obama: un'icona che fa il tifo per le donne

Prossimo articolo: Ellen DeGeneres: 4 motivi per prendere esempio da lei

Letto: {{progress}}

Michelle Obama: un'icona che fa il tifo per le donne

Tenace, istruita, "mamma in capo", compagna di vita dell'ex presidente degli Stati Uniti e promotrice di campagne per aiutare le donne e migliorare il mondo. Ecco perché Michelle Obama è una delle icone del nostro tempo da cui prendere esempio.

2 condivisioni 0 commenti

Quella qui sotto è una delle frasi più famose di Michelle Obama, ma anche quella che meglio la rappresenta. Perché con la sua vita e il suo impegno ha dimostrato che non esistono obiettivi irraggiungibili, se si è determinate, preparate e si crede fortemente in sé stesse.

Crea un'immagine con questa frase e condividila!

Di record lei ne ha collezionati parecchi. Eletta fin da subito come icona di stile e di eleganza, è stata la prima First Lady americana di colore e la prima discendente di una famiglia di schiavi ad arrivare alla Casa Bianca. È riuscita a non vivere nell’ombra del marito, creando attorno a sé un ampio consenso, e a farsi amare, forse più di Barack, non solo dagli americani, ma dal mondo intero.

Non ha mai voluto rinunciare alla sua privacy, difendendo il suo ruolo di mamma e di moglie, ma contemporaneamente si è fatta promotrice di importanti cause, come la battaglia contro il cibo spazzatura e l’obesità, soprattutto infantile, una migliore istruzione per le ragazze e la difese dei diritti delle donne, anche nel lavoro. Celebrata come uno delle donne più influenti del pianeta, ecco perché è diventata un modello a cui ispirarsi.

Michelle Obama quando era giovaneHD

Il suo futuro lo ha costruito fin da piccola

Nata a Chicago il 17 gennaio del 1964, cresce in una famiglia modesta che la segue amorevolmente. La mamma casalinga e il papà impiegato comunale la spronano a credere nelle sue potenzialità e seguire i suoi sogni. A 4 anni impara a leggere e una volta iniziata la scuola si impegna con tutta se stessa, prendendo sempre il massimo dei voti. E grazie a questo studio costante e continuo, riesce a seguire le orme del fratello maggiore: si iscrive alla Princeton University, dove si laurea in Sociologia con lode. Tre anni più tardi decide di specializzarsi in Legge alla prestigiosa Università di Harvard.

Non è stato un percorso facile, soprattutto durante gli anni di Princeton, perché più di una volta è stata scoraggiata da alcuni professori per le sue ambizioni "eccessive" ed è stata anche vittima di razzismo. La madre della sua coinquilina chiese il trasferimento (ma non lo ottenne) della figlia in un altro appartamento a causa del colore della pelle di Michelle. Memore dei suoi sforzi e delle sue conquiste, una volta diventata first lady, ha sempre incitato le ragazze a dare il massimo negli studi. Come quando ha incontrato l’11enne Justise Mayberry, vincitrice dell’ultima edizione americana di MasterChef Junior e ha detto a tutti i partecipanti:

Non c'è niente di più importante che si possa fare per se stessi se non aspirare a un'ottima istruzione. Ragazze, bisogna mettercela tutta per essere le migliori […] Desidero che tutti voi continuiate a prepararvi bene per il college, farete grandi cose.

Ha scelto un uomo di valore e un amore sano

Barack e Michelle Obama mentre ballanoHD

Diventata una giovane avvocatessa ambiziosa, torna a Chicago dopo aver terminato gli studi ed entra in uno degli studi legale più prestigiosi della città. E’ qui che conosce l’uomo della sua vita, Barack Obama. Anche lui laureato da poco tempo, viene affidato a Michelle per uno stage. Tra i due la scintilla scatta subito, anche se lei non vede di buon occhio una relazione tra colleghi.

Così dopo un lungo corteggiamento d’altri tempi, il futuro presidente degli Stati Uniti, riesce a strapparle il primo appuntamento e la porta a vedere al cinema "Fa’ la cosa giusta" di Spike Lee. Un dating che è entrato nella storia e che è stato raccontato anche nel film “Ti amo presidente”. Il loro legame negli anni si è fatto sempre più solido e nel ’92 si sono sposati. Poco dopo sono nate le due loro figlie, Malia (che ora studia a Harvad come i genitori) e Sasha.

Affiatati e complici, in questi anni sono stati immortalati mano nella mano, mentre ballano guardandosi negli occhi o si abbracciano pieni di gioia. Felici e innamorati come il primo giorno, non hanno mai smesso di scambiarsi tenerezze ed effusioni anche sui social, raccogliendo milioni di like. Una relazione sana, sincera e forte, basta sul rispetto e sul valore dell’altro, che rende questa coppia una delle più belle del mondo. Lo scorso ottobre hanno festeggiato le nozze d’argento e Michelle ha pubblicato sul suo twitter questa romantica dichiarazione:

Buon 25° anniversario Barack. Dopo un quarto di secolo sei ancora il mio miglior amico e l’uomo più straordinario che io conosca.

Una madre presente e attenta

Sebbene abbia sempre sostenuto Barack Obama nel suo impegno politico, aiutandolo nelle campagne presidenziali e nei suoi due mandati, Michele ha voluto sempre proteggere la privacy delle sue figlie e della sua famiglia. Fin dall’inizio si è definita soprattutto “mom in chef”, la mamma in capo, per sottolineare il suo compito di educare al meglio Malia e Sasha. Assieme al marito Barack, Michelle ha cercato in tutti questi anni di star loro accanto, passando del tempo di qualità per creare dei ricordi familiari indelebili. Parla delle sue ragazze con orgoglio, affermando di essere fiera che siano delle giovani donne composte, sveglie e intelligenti.

Michelle Obama con il marito e le sue due figlieHD

È impegnata in prima linea per i giovani

Anche per le sue figlie non ha mai smesso di portare avanti le sue campagne per migliorare la società e la qualità della vita. Una delle prime sfide che ha lanciato all’America è stata “Let’s Move, per contrastare il problema dell’obesità infantile, proponendo iniziative per imparare a mangiare in modo sano e a fare più attività fisica. E come sempre lei stessa ha dato il buon esempio, creando un orto alla Casa Bianca e ballando in tv con Ellen DeGeneres #GimmeFive dance. Poco dopo ha lanciato Let girls learn (Fate studiare le ragazze), per dare alle giovani l’opportunità di istruirsi e crescere all’insegna della cultura. Tante donne famose l’hanno sostenuta e hanno condiviso sui social #62MillionGirls, per aiutare 62 milioni di ragazze di tutto il mondo ad avere un’educazione.

Proprio perché lei stessa ha sperimentato cosa vuol dire lottare per avere un’istruzione, non ha mai perso l’occasione per sottolineare quanto lo studio è primario nella vita di una giovane donna. Come quando partecipò alla conferenza “Il potere di una ragazza istruita”. Davanti a una platea di studentesse adolescenti disse:

“Quando penso a quei 62 milioni di ragazze che non sono a scuola, penso a me stessa. Penso alle mie figlie. Francamente tutte queste ragazze sono le nostre ragazze, e penso a dove sarei ora se non avessi lavorato sodo a scuola e se non avessi avuto l’opportunità di frequentare il college e poi la scuola di legge. Non sarei qui. Voglio che siate affamate per quella istruzione, perché sarà la chiave del vostro futuro. Voglio che siate consapevoli dei 62 milioni di ragazze che non possono studiare, e che non prendiate mai la vostra educazione come qualcosa di scontato.

Michelle Obama HD

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.