Stai leggendo: Stefano Cucchi, la storia si fa film con Sulla mia pelle

Prossimo articolo: In sala il docu-film sul terremoto La botta grossa di Sandro Baldoni

Letto: {{progress}}

Stefano Cucchi, la storia si fa film con Sulla mia pelle

Mentre la lunga vicenda giudiziaria non si è ancora conclusa, sono iniziate le riprese di Sulla mia pelle, il film di Lucky Red che porterà al cinema la storia di Stefano Cucchi.

Stefano Cucchi e la sorella Ilaria

4 condivisioni 0 commenti

Sono cominciate lunedì 13 novembre 2017 le riprese del nuovo film di Alessio Cremonini, di certo destinato a far discutere. Annunciato come il fiore all'occhiello delle attività per il trentennale di Lucky Red, Sulla mia pelle porterà al cinema la vita e soprattutto la morte di Stefano Cucchi, vicenda di cronaca nera al centro di un lunghissimo iter giudiziario, ancora non concluso. 

Nato dalla lettura e dall'analisi delle oltre 10mila pagine di atti giudiziari del caso, Sulla mia pelle porterà su schermo uno dei casi più controversi dell'ultimo decennio in Italia. Era il 22 ottobre 2009 quando Stefano Cucchi, fermato dalle forze dell'ordine con l'accusa di spaccio qualche giorno prima, morì in circostanze poco chiare durante la custodia cautelare. Tra i rimpalli di responsabilità tra i medici del Regina Coeli, gli agenti della Polizia Penitenziaria e alcuni Carabinieri, apparve da subito chiaro che le condizioni del ragazzo fossero molto critiche già parecchie ore prima della constatazione del decesso.

Uno striscione alla stadio chiede giustizia per CucchiHDGettyImages
La vicenda di Cucchi tiene ancor oggi banco sui media e nel dibattito politico e in molti chiedono giustizia per la sua morte

Inoltre alcune foto rese pubbliche dalla famiglia hanno reso evidente come le ferite e gli ematomi sul corpo del ragazzo fossero compatibili con l'aver ricevuto percosse e violenze fisiche. L'eco mediatica di quelle foto scosse l'opinione pubblica e la classe politica, tanto che ancor oggi il caso Cucchi è il simbolo spinoso di una serie di controversi casi giudiziari riguardi presunte condotte violente della polizia. I Cucchi e in particolare la sorella Ilaria hanno intrapreso dal 2009 una battaglia giudiziaria e mediatica, rimanendo sempre in prima linea con le altre famiglie al centro di casi simili, affinché la vicenda non venisse insabbiata e i responsabili venissero giudicati e condannati.

Il coraggio di Ilaria Cucchi

A interpretare il protagonista sarà l'attore Alessandro Borghi (Suburra, Non essere cattivo), mentre il ruolo di Ilaria verrà ricoperto da Jasmine Trinca (premio Un Certain Regard a Cannes 2017 come miglior attrice per Fortunata). L'attrice ha confessato di tenere molto al ruolo di Ilaria Cucchi, perché è una donna che non molla mai.

Sulla mia pelle racconta il coraggio di questa donna che non si è mai arresa, continuando a combattere per la sua famiglia e per la società. 

E ha continuato: "Quanto successo a suo fratello poteva capitare a chiunque di noi. Ho parlato molto con Ilaria perché vorrei incarnare al meglio la sua integrità nel film. Spero che mia figlia Elsa un giorno veda questo lungometraggio e l'esempio limpido di coraggio femminile che racconterà."

Scritto da Alessio Cremonini e Lisa Nur Sultan, Sulla mia pelle è il racconto degli ultimi giorni di Stefano Cucchi e della settimana che ha cambiato per sempre la vita della sua famiglia.

Jasmine TrincaHD

Dopo una quarantina di film prodotti e oltre 400 distribuiti (lanciando in Italia registi del calibro di Wong Kar Wai, Abdellatif Kechiche, Hayao Miyazaki, Paolo Sorrentino e Park Chan Wook) Lucky Red mette al centro come sempre il fare e distribuire cinema, come spiegato dal responsabile Andrea Occhipinti

L'attenzione oggi è tutta sul mondo delle serie televisive, ma in Lucky Red vogliamo produrre cinema. Crediamo nel cinema e continuiamo a investire.

Le riprese di Sulla mia pelle dureranno 6 settimane e si svolgeranno a Roma. Dato il cast in campo e l'argomento importante, è facile pensare che Lucky Red tenterà il passaggio in un festival internazionale. Con in arrivo la pellicola di Sorrentino dedicata a Silvio Berlusconi, si preannuncia un 2018 di grandi storie italiane.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.