Stai leggendo: 'Canto per Genovese in The Place': Marianne Mirage si racconta

Prossimo articolo: Dal 10 al 18 novembre il MedFilm Festival di Roma è dedicato alle donne

Letto: {{progress}}

'Canto per Genovese in The Place': Marianne Mirage si racconta

Abbiamo incontrato Marianne Mirage durante il tour promozionale di The Place, il nuovo film di Paolo Genovese.

1 condivisione 0 commenti

Il chiasso è incessante durante l'incontro stampa per The Place, il nuovo film diretto da Paolo Genovese, reduce dallo strepitoso successo di critica e pubblico ottenuto da Perfetti sconosciuti. All'improvviso, nella hall si fa largo una voce. È roca e sensuale. Cala il silenzio tutt'intorno. Marianne Mirage improvvisa una versione a cappella del brano che ha composto per il film (omonimo) con Valerio Mastandrea, Vittoria Puccini e Marco Giallini. Colpisce il legame tra musica e cinema, che in The Place diviene viscerale, intimo, indissolubile.

FoxLife ha incontrato la cantautrice nata a Cesena il 19 ottobre 1989. Nell'intervista video - che trovate in calce all'articolo - Mirage ha parlato della genesi di The Place, il brano inedito scritto appositamente per il film e realizzato in una doppia versione, inglese e italiana, per l'etichetta Sugar.


Vivo nei sogni

Sognare ad occhi aperti e poi trasformare il tutto in realtà: è quanto capitato a Marianne Mirage, che nel 2016 ha esordito con l'album Quelli Come Me, apprezzato inno alle battaglie quotidiane e alla lotta per un'idea. Dopo il successo iniziale, è arrivato il palco del Festival di Sanremo, calcato nel 2017 con il brano Le canzoni fanno male, scritto e composto da Kaballà e Francesco Bianconi (Baustelle). Animo soul e sound black - impreziositi da una voce che sembra provenire da tutt'altre latitudini - hanno fatto sì che Marianne Mirage realizzasse uno dei suoi sogni: collaborare con Patti Smith. La cantautrice italiana è stata infatti la protagonista dell'apertura, la scorsa estate, delle 7 date italiane dell'icona del rock statunitense.

Contemporaneamente è arrivata la chiamata di Paolo Genovese, che le ha chiesto di curare il tema principale di The Place. Altro sogno divenuto realtà per un'artista tenace, che ha ripagato il regista di Tutta colpa di Freud con un brano intenso, struggente.

Ho pianto tantissimo, come quando per la prima volta ti molla il tuo ragazzo delle elementari. Sentire "The Place" per la prima volta su uno schermo è stato incredibile e la mia voce vicina a così tante persone... si poi c'è stato il red carpet, ma per quello non sarò mai pronta! Grazie @paologenoves perché sei un maestro non solo di cinema ma di umiltà e sono felice di aver dato il mio sostegno a questo progetto così coraggioso e sensibile come @the_place_film GraZie agli @stag.st che come fratellini hanno seguito le orme del film con tanta dedizione e scritto con me la canzone! @caterinacasellisugar @sugarmusicpublishing @sugarmusic_ig #curvamirage #mariannemirage #paologenovese #theplace #soundtrack

A post shared by Marianne Mirage 🦁 (@mariannemirage) on

Divertente l'aneddoto che la cantautrice ci ha raccontato: "Sono stata sul set e Genovese mi ha chiesto più volte di fargli sentire la canzone. Non l'ho mai accontentato". Ride, ricordando la frustrazione del regista italiano, che avrebbe voluto far ascoltare la traccia sul set agli attori.

Ma contro la testardaggine della Mirage, nulla ha potuto il cineasta romano. E, a giudicare dal risultato, è stato un bene.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.