Stai leggendo: Carla Cressy in menopausa a 26 anni per una diagnosi sbagliata

Letto: {{progress}}

Carla Cressy in menopausa a 26 anni per una diagnosi sbagliata

Carla Cressy ha 26 anni ed è stata costretta a rinunciare alla carriera per l’endometriosi, una malattia debilitante che i medici hanno scambiato con una meno grave. Per questo, ora è in menopausa precoce.

Primo piano di Carla Cressy

10 condivisioni 2 commenti

Torniamo a parlare di dolore femminile e di come sottovalutarlo porti a gravi conseguenze, specialmente quando sono i dottori a sminuirlo. Come sappiamo, è necessaria una diagnosi precoce e tempestiva per evitare situazioni gravi e difficilmente reversibili che compromettono la qualità della vita delle persone che ne sono affette.

È il caso della giovane modella Carla Cressy che a soli 26 anni è costretta ad affrontare i problemi della menopausa precoce, a causa di un errore di valutazione fatto dai medici che hanno scambiato la sua malattia, l'endometriosi, con l’IBS, la sindrome da intestino irritabile.

Foto a figura interna di Carla Cressy Carla Cressy

Cressy soffriva già dall’età di 14 anni di cicli abbondanti, al limite dell’emorragia, di insopportabili dolori addominali, nausea e svenimenti ma tali sintomi sono stati considerati nella norma per una ragazza nel periodo delle mestruazioni. Dopo oltre 10 anni di sofferenze, le è stata riscontrata la malattia allo stadio quattro, il più grave, in cui si formano cisti nell’utero. Non solo, l’endometriosi è arrivata ad intaccare anche altri organi (ovaie, addome, vescica).

Fino ad ora ha subito tre interventi chirurgici per cercare di curare e risolvere la patologia ma ogni volta questa ritorna e in modo più serio. Nel tentativo di fermarla le è stata prescritta la cura con Synarel, un farmaco che riduce la produzione di estrogeni e dunque lo sviluppo del tessuto dell’endometriosi. Ma di contro all’assunzione del medicinale vi è la spiacevole situazione di ritrovarsi in una condizione di menopausa precoce con tutte le conseguenze del caso. Ovvero vampate di calore, insonnia, sudorazioni e improvvisi malesseri.

Carla Cressy dopo l'operazioneHDCarla Cressy

Tutto questo ha compromesso la sua vita sociale e lavorativa, costringendola a lasciare la promettente carriera di modella e a non potersi organizzare con gli amici per uscite e viaggi. Eppure solo fino a qualche anno fa è stata votata come una delle donne più attraenti del Regno Unito e le sue foto sono state pubblicate su celebri riviste come Nuts e Zoo.

Selfie a figura intera della modellaHD

Carla fatica a riconoscersi nella persona che è ora ma il suo carattere deciso e la sua forza d’animo la portano a non volersi arrendere alla malattia. Anzi sta usando la sua esperienza per sensibilizzare l’opinione pubblica e le altre ragazze nei confronti della malattia, affinché le scuole educhino correttamente le future generazioni a riconoscere sintomi inusuali. A loro volta spera che in questo modo i medici riescano a effettuare diagnosi corrette fin da subito, tenendo in considerazione anche quanto gli viene detto dalle pazienti.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.