Stai leggendo: E dopo il parto che cosa succede? Le 10 cose che ogni neomamma vuole sapere

Prossimo articolo: Educare i bambini: spetta ai genitori prima che alla scuola

Letto: {{progress}}

E dopo il parto che cosa succede? Le 10 cose che ogni neomamma vuole sapere

Ci sono eventi, sensazioni, cambiamenti che ogni mamma sperimenta subito dopo il parto e a cui magari non era preparata. Ecco la nostra lista per sapere che cosa vi accadrà dopo il lieto evento.

Neomamma e bambino

7 condivisioni 5 commenti

Dopo nove mesi, finalmente il momento è arrivato: sta per nascere il vostro bambino. Vorreste che quel momento passi in fretta e tenerlo fra le braccia… eppure, stanno per succedere tante cose, di cui non tutte siete a conoscenza e che noi vogliamo svelarvi, perché il parto non è che l’inizio! Ecco l’elenco delle 10 cose che dovreste e vorreste sapere se siete appena diventate mamme.

1 - Non è finita

Donna post partoHD

I film danno un’immagine molto romanzata di quello che è il parto: due spinte e via. Il bambino piange. La mamma è esausta. Stop. Cambio scena: la mamma è fresca di doccia e tiene in mano un fagottino profumato, pulito e tutti sospirano compiaciuti. Ecco, la realtà è “leggermente” diversa. Già sapete che le spinte non sono proprio due, ma possono andare avanti per alcune d’ore, quindi, vi chiederete, che altro sta per succedere? Beh, preparatevi a un secondo parto e non provate a dire che non aspettavate dei gemelli: il secondo parto non riguarda un altro bambino, ma la placenta. Quindi, non rilassatevi e continuate a spingere.

2 - Sì, sembra ET

Testa di un neonatoHD

Quando vedrete il vostro bambino per la prima volta, sappiate che sarà molto diverso da come apparirà nei giorni successivi: il parto è stato faticoso anche per lui e il suo aspetto ricorda più quello del piccolo alieno di Spielberg che del paffuto angioletto che avete sognato per nove mesi. Beh, sappiate che probabilmente anche voi non siete un bello spettacolo, quindi datevi tempo e quando vi rivedrete sarete entrambi molto più carini.

3 - Se dorme dopo la nascita, non fatevi ingannare

Neonato fa la nannaHD

Come abbiamo detto, il parto è stata una gran fatica anche per il vostro bimbo, quindi se il primo giorno lo passa a dormire, non fatevi ingannare. E non provate a pensare: “come siamo fortunati, è proprio un angioletto!”. La verità è che sta ricaricando le batterie: quando si sveglierà, nei giorni successivi, comincerete a capire la sua indole. Il primo giorno non vale.

4 - Vorrete un fiocco nascita

Fiocco nascitaHD

Anche se in gravidanza esclamavate convinte di non voler fiocchi rosa o azzurri da appendere fuori dalla camera all’ospedale o sulla porta di casa, cambierete idea. Quando il vostro bimbo sarà nato, vorrete gridare ai quattro venti che adesso siete diventati genitori, quindi meglio prepararne o acquistarne uno, se proprio rimarrete della vostra idea, non lo esporrete. Ma fidatevi, non c’è niente di peggio di accorgervi che fuori dalla porta della vostra camera sono appesi i fiocchi di tutte le vostre compagne, tranne il vostro. E di solito, quelli che si possono acquistare in ospedale non sono bellissimi.

5 - Un po’ di tristezza è in agguato

Depressione post-part e baby bluesHD

Avete visto il vostro bambino, siete raggianti di felicità e così sarà per due/tre giorni: i parenti verranno in visita, sarete in uno stato di grazia invidiabile. Poi, però, in maniera inaspettata, potreste sentirvi tristi, affrante, spaventate. Fate un bel respiro e ripetete a voi stesse che è normale: è il calo ormonale. Anche questa fase passerà in poco tempo e se ne andrà come è venuta: voi non fatevi prendere dal panico e lasciatevi coccolare un po’ di più dal vostro compagno.

6 - La mamma perfetta non esiste

Mamma e bambino feliciHD

Smettetela di confrontare voi stesse e il vostro bambino con la vostra amica/compagna di corso/parente e di sentirvi inadeguate. Quelle che vi sembrano mamme perfette sono donne come voi, che state semplicemente idealizzando: anche loro hanno momenti bui e si fanno un bel pianto quando si sentono sole e frustrate. Fare la mamma non è facile, si impara ogni giorno qualcosa di nuovo: date fiducia a voi stesse e al vostro bambino, diventerete presto una coppia affiatata dove la perfezione non esiste, conta solo l’amore reciproco.

7 - Il lento ritorno a casa

Neonato in autoHD

L’ospedale ha dato l’ok a dimettervi: siete pronte per tornare a casa con il vostro bambino, non vedete l’ora di ritornare nel vostro mondo, pronte a iniziare a una nuova vita. Ma. C’è un ma. Nel percorso in auto ospedale-casa diventerete estremamente prudenti e paranoiche: se vostro marito oserà accelerare e sforare i 20km/orari lo redarguirete con la furia di un orco. Prudenza e lentezza, questo sarà il vostro motto lungo il tragitto. Poi, col passare del tempo, scoprirete che il vostro bimbo non è così delicato come pensate, ma questa è un’altra storia.

8 - Per il vostro bambino, voi siete tutto

Neonato nella fasciaHD

È stato dentro di voi per nove mesi, cullato dai vostri movimenti e dal vostro cuore che batte: non pensate che questo legame si recida con la nascita. Anzi. Forse, se possibile, si amplifica: nascendo, il bambino sperimenta lo spazio intorno a sé, suoni, odori, sensazioni mai provate prima, deve prendere coscienza del suo corpo e imparare a fare cose che per noi sono naturali. In questo momento di smarrimento, la mamma è il suo porto sicuro: il vostro odore lo tranquillizzeranno e, se da una parte questo è pesante da sostenere, dall’altra vi riempirà il cuore. Avrete meno tempo per voi, ma date al vostro bambino il contatto di cui ha bisogno e sarete ricompensate dal suo primo sorriso.

9 - Tutto è una fase

Notti in biancoHD

Ci saranno notti in cui l’arrivo dei dentini non vi farà dormire. Momenti in cui le coliche sembreranno non finire mai. Ecco, anche se quei giorni vi sembreranno infiniti, passeranno. Con i bambini non si fa in tempo ad abituarsi che subito tutto cambia, nel bene e nel male. Quindi se oggi vi disperate perché dorme solo in braccio, arriverà un momento in cui sarà lui a farvi capire che preferisce dormire sdraiato nel lettino. Abbiate fiducia, respirate e portate pazienza. Tutto passa!

10 - Imparerete a contare fino a 100

YogaHD

Ci saranno giorni in cui vecchi parenti toccheranno senza permesso il vostro bimbo che dorme. Altri in cui perfetti sconosciuti lo toccheranno mentre siete in giro. Potete decidere di dichiarare guerra al mondo, redarguendo qualsiasi persona sgarri, oppure contare fino a 100, sorridere e sentire le onde del mare. Per preservare la vostra tranquillità, noi vi consigliamo questa seconda strada. Arrendetevi: i bambini appena nati attirano l’attenzione di tutti, parenti di 10° grado che non sapevate di avere ed estranei, ognuno con la sua personale dose di consigli e tutte le credenze su cosa si possa o non si possa fare con un neonato. A meno che vediate atteggiamenti palesemente rischiosi, contate fino a 100 e lasciate correre. Eviterete lunghe e snervati discussioni, di cui non avete certo bisogno!

E voi, mamme, che cosa avete scoperto subito dopo aver partorito e avreste preferito sapere?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.