Stai leggendo: Meglio morto che gay: in USA un uomo uccide il figlio di 14 anni

Prossimo articolo: Andi Mack: sarà la prima serie per ragazzi Disney con un personaggio gay

Letto: {{progress}}

Meglio morto che gay: in USA un uomo uccide il figlio di 14 anni

Arriva dall’America l'intollerabile storia di un ragazzo di soli 14 anni ucciso dal padre perché omosessuale.

Giovanni Melton

59 condivisioni 2 commenti

Si chiamava Giovanni Melton, aveva 14 anni e un complicato passato di affidamenti alle spalle. Secondo i suoi amici della Coronado High School di Henderson, in Nevada, era sempre sorridente e altruista nonostante tutto, ma il suo sorriso si è spento giovedì scorso quando suo padre, Wendell Melton, ex pilota dell’United Airlines, lo ha ucciso. Questa è la insopportabile storia che sta facendo il giro delle cronache nere di tutto il mondo,  non solo perché vede come protagonista un padre che assassina suo figlio, ma soprattutto in quanto il movente di questo innaturale atto è stata l’omosessualità del ragazzo.

Secondo la ricostruzione dei fatti che hanno portato, negli anni, a questo triste epilogo, Wendell Melton già in passato aveva puntato la pistola contro Giovanni solo per averlo visto in atteggiamenti teneri con un altro ragazzo. 

Come ha raccontato l'ex madre adottiva del giovane Melton, Sonja Jones:

Giovanni è stato abusato fisicamente, mentalmente e spiritualmente per molti, molti anni. Il padre odiava il fatto che suo figlio fosse gay. Sono sicura che, nella sua mente, avrebbe preferito un figlio morto che un figlio omosessuale.

Il gesto di Wendell Melton non è stato dettato da un raptus di follia ma dall'avversione per la sessualità del figlio, una repulsione assurda, intollerabile e ingiustificabile.

Via PinkNews

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.