Stai leggendo: Il Faro in una stanza, festival dedicato a Virginia Woolf

Prossimo articolo: L’arte torna al cinema: il 7 e l’8 novembre è il turno di Bosch

Letto: {{progress}}

Il Faro in una stanza, festival dedicato a Virginia Woolf

Si terrà dal 24 al 26 novembre, a Monza, la seconda edizione de Il Faro in una stanza, il festival dedicato alla scrittrice Virginia Woolf.

Locandina della 2a edizione de Il Faro in una stanza

1 condivisione 0 commenti

Virginia Woolf è una delle scrittrici più amate e importanti del '900, una vera e propria icona femminile dello scorso secolo di infinito talento e sensibilità letteraria, ed è proprio a lei che è dedicato il festival Il Faro in una stanza, la cui seconda edizione si terrà a Monza (in varie location) dal 24 al 26 novembre. Sarà una tre giorni dedicata all’opera, al pensiero e alla vita dell’autrice inglese, in cui si alterneranno incontri, letture e persino proiezioni cinematografiche. L'idea del festival è venuta, lo scorso anno, a Raffaella Musicò che è proprietaria della libreria monzese Virginia e Co. Con lei Elisa Bolchi, ricercatrice presso l’Università cattolica del Sacro Cuore e Liliana Rampello, critica letteraria e saggista.

Il successo è stato tale che ora si torna con una nuova edizione che partirà proprio da Virginia e Co, in occasione dell'inaugurazione della nuova libreria. Prevista un’introduzione a Orlando - romanzo incentrato sulla figura di un nobile la cui vita si prolunga attraverso i secoli prima in forma maschile e poi in forma femminile - a cura di Sara Sullam con letture di Ida Spalla. Sempre il 24 novembre, al cinema Metropol, è prevista la proiezione dell'adattamento cinematografico del romanzo di Orlando firmato dalla regista Sally Potter (in lingua originale sottotitolato in italiano).

Il 25 novembre appuntamento alle ore 10.30 presso la Sala Conferenze dei Musei Civici di Monza, con la presentazione della nuova edizione aggiornata del volume Virginia Woolf e i suoi contemporanei (il Saggiatore). Presenti la curatrice Liliana Rampello e la docente universitaria di letteratura inglese Caroline Patey. Alle ore 12.00 Francesca Cosi e Alessandra Repossi, traduttrici dei Diari di viaggio in Italia e in Europa (Mattioli 1885), converseranno con Elisa Bolchi. Il pomeriggio sarà invece dedicato alla lettura dei traduttori, coordinato da Liliana Rampello. Interverranno Nadia Fusini, Anna Nadotti e Antonio Bibbò.

Si chiude la mattina del 26 novembre con gli incontri Virginia e le altre, con Sara Sullam (ore 11.00) e Le altre e Virginia, con Elisa Bolchi (ore 12.00). A coordinare Massimo Scotti. Il Faro in una stanza è organizzato in collaborazione con la Italian Virginia Woolf Society e con l’amichevole sostegno di Chiara De Vizzi Fumagalli.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.