Stai leggendo: Roby Facchinetti e Riccardo Fogli tornano ‘Insieme’

Prossimo articolo: Laura Xmas Deluxe: dal 17 novembre l’album natalizio di Laura Pausini

Letto: {{progress}}

Roby Facchinetti e Riccardo Fogli tornano ‘Insieme’

Dalla Reunion dei Pooh per i cinquant’anni di carriera, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli non si sono più lasciati e il 3 novembre pubblicano l’album Insieme. Ecco che cosa i due artisti hanno raccontato del loro nuovo progetto artistico.

Roby Facchinetti e Riccardo Fogli per l’album Insieme

5 condivisioni 2 commenti

“Per salvarti basta un amico”: così cantano Roby Facchinetti e Riccardo Fogli nel loro album a due voci Insieme, in uscita venerdì 3 novembre. Entrambi formatisi nella famiglia dei Pooh, dopo la reunion per i cinquant’anni della band, i due musicisti tornano a lavorare su un progetto comune che parla di sentimenti, emozioni e storie di vita.

E l’impronta, musicale e testuale, non può che riportare al gruppo anche vista la presenza di Stefano D’Orazio e dell’indimenticato Valerio Negrini, che firma con Facchinetti buona parte dei testi dell’album.

roby facchinetti e riccardo fogli cover album Insieme

Nel suo complesso, Insieme è uno di quei dischi da mettere nello stereo e far partire in tranquillità, per goderselo come colonna sonora della giornata. Ballad d’amore e pezzi trapunti di chitarre elettriche e batterie sono l’ossatura su cui le voci di Roby Facchinetti e Riccardo Fogli si esprimono a pieno.

E, nel bene e nel male, la mancanza dei Pooh non si avverte poi più di tanto, perché in fondo ci sono sempre anche se non ci sono. Così, la trama dei versi trascorre dagli amori alle amicizie, dal presente al passato attraverso i ricordi come sfogliando le pagine di un diario intonato.

La conferenza stampa con Roby Facchinetti e Riccardo Fogli

Incontriamo Roby e Riccardo in occasione della conferenza stampa per la presentazione di Insieme e la prima impressione è quella di avere di fronte due amici. L’entusiasmo nelle loro parole è palpabile, così come il legame umano tra i due artisti che si scambiano battute come in una divertente schermaglia amorosa.

E con l’amore, in effetti, scherzano spesso raccontando il dietro le quinte dell’album che li ha visti lavorare intere giornate chiusi in casa in pigiama o di notte impegnati a chiudere un testo. “Una coppia di fatto” si definiscono a un certo punto.

Insieme: Roby Facchinetti e Riccardo Fogli in conferenza stampaHDPaola Farina

“Ci siamo abbracciati spesso – racconta sorridendo Facchinetti – ma pugni assolutamente no! Non è mai successo coi Pooh in cinquant’anni, figuriamoci ora. C’è sempre stato un grande rispetto reciproco, poi certo si discute fino all’impossibile, quello sì…”

Con i Pooh si cercava la coralità, qui invece abbiamo cercato di far emergere le nostre due voci perché dessero il massimo – Roby Facchinetti

“C’è molta emozione in quello che abbiamo fatto – fa eco Fogli – Oltre ai brani di Negrini e Roby, ho scritto una canzone perché a un certo punto sentivo il bisogno realizzare il sogno di scrivere su una musica di Facchinetti. E ho scritto quel pezzo in una notte.”

La genesi dell’album in duo

Il progetto di Insieme ha preso forma con l’esperienza della Reunion per il cinquantesimo anniversario di carriera dei Pooh. “Una mattina – racconta Roby – mi chiamò Ferdinando Salzano dicendomi che se avessi voluto lavorare a un progetto musicale con Riccardo lui sarebbe stato al nostro fianco.

Risposi subito di sì. Da lì abbiamo cominciato a pensare seriamente di portare avanti questo desiderio.”

Passione e amore sono gli ingredienti con cui i due artisti hanno coltivato il “fare musica” alla vecchia maniera, riaccesi dall’incontro sul palco del Festival di Sanremo nel 2016: “Dopo esserci esibiti live per venti minuti, io e Roby ci siamo stretti la mano, poi ci siamo abbracciati. È stato un momento forte.

La reunion per me non è stata facile perché io cantavo i brani dei primi sette anni dei Pooh, poi Facchinetti mi ha coinvolto sempre anche sui suoi pezzi. Così è nato il nostro sodalizio artistico fra noi e la voglia di fare un percorso insieme.”

Roby e Riccardo: il primo incontro

“Ho riscoperto un amico”. Come per ogni storia che si conviene, anche l’amicizia fra Roby e Riccardo ha una data di nascita precisa. Ed entrambi ricordano bene il primo incontro: “Nel 1966 ero il cantante e bassista di un gruppo di metalmeccanici di Piombino -  ha esordito Fogli – e attraverso un percorso preciso, tra cui la partecipazione al Festival di Ariccia, trovammo un ingaggio al Piper di Milano per due settimane.

Lì incontrati i Pooh. Fummo confermati per la terza e quarta settimana e in quel momento arrivarono nel locale Roby e i suoi compagni. Credo abbiano avuto una folgorazione per cui avranno pensato che io fossi perfetto per loro. Roby mi ha guardato negli occhi: ho avuto paura e ho accettato di suonare con loro! (ride, ndr)”

facchinetti e Fogli con i PoohHD

E Roby aggiunge: “La verità è che Valerio non aveva vita facile con il precedente bassista e avevamo l’esigenza di sostituirlo. Mentre ne parlavamo al Piper, io guardai verso il palco e indicai Riccardo. Questo è quello che poteva accadere durante gli straordinari Anni ’60.”

Fin dai primi anni sognavamo di poter fare qualcosa di importante attraverso la musica. Con i Pooh abbiamo fatto parte, da protagonisti e spettatori, di un mondo che era in rivoluzione. Abbiamo condiviso tutto, anche le 50 lire. Queste cose non si possono dimenticare. – Roby Facchinetti e Riccardo Fogli

Il progetto Insieme e l’eredità dei Pooh

Difficile, anzi impossibile, non parlare dei Pooh che costituiscono una parte autentica e profonda anche di Insieme. A questo proposito, Roby ha dichiarato: “Abbiamo finito la storia di Pooh il 30 dicembre 2016 e ora ognuno è libero di fare quello che vuole. Certo siamo tutti molto legati alla musica e a questo mestiere, che forse più passa il tempo più viene voglia di fare.”

E ha specificato:

Abbiamo un grande dovere ed è quello di valorizzare il patrimonio che i Pooh in cinquant’anni hanno messo insieme con fatica e tanto impegno. Penso di parlare anche a nome degli altri miei colleghi: il nostro desiderio più grande è valorizzare il nostro catalogo. Poi ognuno ha, e avrà, una propria storia.

Tra le firme che hanno fatto la storia dei Pooh e che tornano in questo lavoro facendoci pensare a quanto ancora ci sia racchiuso nel cassetto il nome di Valerio Negrini è il più pronunciato. “Ho ancora nel cassetto brani scritti con Valerio, anche senza musica; alcuni pezzi sono finiti, altri purtroppo no. Insieme lavoravamo tantissimo, spesso era lui a chiedermi le musiche; quando non eravamo in tournée. Si vedrà che cosa ne sarà, di sicuro sarà un lavoro che farò nei prossimi mesi e anni.”, ha spiegato Facchinetti

Roby ha rovistato nei cassetti e ha tirato fuori otto brani nuovi. Abbiamo lavorato modulando ogni traccia sulle nostre voci. – Riccardo Fogli

“Quando cantiamo i testi di Valerio c’è un respiro diverso, una profondità infinita. Per questo non possiamo che essere grati a lui che ci ha guidato da lassù.” E, allora, la domanda nasce spontanea: che ci sia qualche pezzo caldo per Sanremo 2018? “Un brano per il Festival? Che io sappia non mi risulta”, afferma Fogli mettendo una pietra sulla kermesse almeno per il prossimo anno.

Insieme: tracklist, instore tour e date live

L’album di Facchinetti e Fogli viene pubblicato sia in digitale sia in formato fisico (CD e vinile) e contiene otto inediti e tre brani reinterpretati in duo. Questa la tracklist con l’indicazione degli autori per ogni canzone: 

  1. Strade (Facchinetti-Negrini)
  2. Per salvarti basta un amico (Facchinetti-Bonomo)
  3. Le donne ci conoscono (Facchinetti-Negrini)
  4. Il ritorno delle rondini (Facchinetti-Fogli)
  5. Notte a sorpresa (Facchinetti-Negrini, cover del brano inciso dai Pooh nel 1979)
  6. Inseguendo la mia vita (Facchinetti-D’Orazio)
  7. Arianna (Facchinetti-D’Orazio)
  8. Prima rosa della vita (Facchinetti-Negrini)
  9. Storie di tutti i giorni (Fabrizio-Fogli-Morra, cover del brano inciso da Riccardo Fogli nel 1982)   
  10. In silenzio (Facchinetti-Negrini, cover del brano inciso dai Pooh nel 1968) 
  11. E vanno via (Facchinetti-Negrini)        

A partire dal 9 novembre, poi, i due musicisti si preparano a presentare Insieme negli store italiani delle principali città. Ecco dove e quando incontrarli:

  • 9 novembre Milano, Feltrinelli Piazza Piemonte
  • 10 novembre Stezzano (BG), Le Due Torri di Stezzano
  • 11 novembre Bussolengo (VR), Auchan Porte dell’Adige
  • 12 novembreTorino, Centro Commerciale 8 Gallery
  • 17 novembre Firenze, Feltrinelli Red
  • 18 novembre Ancona, Centro Commerciale Auchan
  • 19 novembre Bologna, Centro Commerciale ViaLarga
  • 1 dicembre Roma, Feltrinelli
  • 2 dicembre Napoli, Centro Commerciale Vulcano Buono

E dopo questo viaggio, è tempo di live con Insieme Tour, che prevede due appuntamenti fissati nel 2018: il 7 aprile al Mediolanum Forum di Assago (Milano) e il 9 aprile al Pala Lottomatica di Roma. 

“Sul palco io e Riccardo portiamo le nostre storie – promette Roby – abbiamo tanto da raccontare non solo musicalmente ma anche umanamente. È presto per dire come saremo strutturati durante i live ma sicuramente ci sarà una formazione importante che io alla mia maniera e Riccardo alla sua comporremo insieme con una cifra unica. Ci sarà da divertirsi.”

I biglietti sono disponibili su TicketOne e nei punti vendita e prevendite abituali. Chi fermerà la musica?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.