Stai leggendo: Joy Mangano, la storia della donna che ha inventato il mocio

Prossimo articolo: Storie e vite di Super donne che hanno fatto la Scienza

Letto: {{progress}}

Joy Mangano, la storia della donna che ha inventato il mocio

Joy Mangano è un'imprenditrice che, con la sua invenzione rivoluzionaria, è riuscita a cambiare la vita di tutte le casalinghe del pianeta. Ecco la vera storia dell'invenzione del mocio (al di là di Joy - il film).

Joy Mangano invenzione mocio

4 condivisioni 4 commenti

Quante donne sono costrette a reinventarsi in seguito alla maternità? Quanto vorrebbero poter ancora far parte di un mondo del lavoro che – magari – le ha escluse? Quante mamme, dopo anni di successi e di carriera si sono dovute adattare ad un lavoro part-time o sono diventate casalinghe?

La storia di Joy Mangano, imprenditrice statunitense di successo, può essere d’ispirazione per tutte queste donne; il successo della “signora delle televendite” può davvero spronare le mamme a reinventarsi in maniera positiva, recuperando le proprie competenze e indirizzandole verso una occupazione che possa mettere in mostra le proprie attitudini e le proprie aspirazioni.

Joy Mangano: ecco la storia dell’imprenditrice milionaria

Oltre cento brevetti registrati, una vita spesa in televisione per reclamizzare le sue invenzioni, una impresa di successo: ecco cosa Joy Mangano, sessantunenne italo-americana, è riuscita a costruire in una vita alla ricerca del benessere per le donne casalinghe.

Le sue invenzioni, infatti, sono tutte proiettate alla sfera domestica. Vogliamo ricordarne alcune? Nella sua carriera di inventrice, Joy Mangano ha realizzato una linea di profumi che neutralizzano i cattivi odori domestici, un pratico trolley con tasche multifunzionali, gli occhiali per la lettura, una linea di biancheria per il letto e scarpe con il tacco di gomma, fatte apposta per essere indossate in casa anche da persone sovrappeso e delle stampelle per abiti antiscivolo.

Forse potrebbero sembrare idee banali – in un panorama nel quale al CERN si scopre la particella Xi che tiene unita la materia dell’universo – eppure per moltissime persone hanno rappresentato una svolta epocale e un miglioramento netto delle condizioni di vita.

Joy ha mostrato fin da adolescente un talento particolare nell’inventare piccole cose indispensabili, tanto da iniziare ben presto a brevettare le sue scoperte. La spinta che l’ha portata a costellare la sua vita di preziose utilities forse parte proprio dalla sua condizione economica precaria.

A trentatre anni, infatti, Joy Mangano divorzia dal marito Tony Miranne (suo compagno di università) e si trova a vivere con i tre figli in una minuscola casa con sole due stanze da letto, arrangiandosi con gli scarsi proventi di un lavoro serale presso un ristorante.

C’erano molte ragioni per cui avrei dovuto restarmene a letto e dire: “Non so come pagherò quella bolletta” ma ho tirato fuori l’istinto di sopravvivenza e devo dire che ha molto a che fare con l’essere madre.

Il mocio: la rivoluzione in uno straccio per pavimenti

Ma è con l’invenzione del mocio che Joy Mangano realizza il “sogno americano”: il farcela da soli, realizzando la propria fortuna soltanto grazie al proprio cervello e alla propria determinazione.

E anche questa invenzione parte proprio dalle incombenze casalinghe che Joy per prima era tenuta a svolgere – lei come tutte le donne che per scelta o necessità si trovano a lavorare in casa.

La signora Mangano era convinta che esistesse un modo meno sfiancante e faticoso per pulire i pavimenti, senza doversi necessariamente piegare mettendo le mani nell’acqua sporca e fredda di un secchio. Ed ecco l’idea: il mocio.

Nel 1990, Joy lanciò l’invenzione nel negozio del padre, supportandola con una televendita.

Inizialmente un po’ fiacche, le televendite esplosero quando la stessa Mangano decise di pubblicizzare in televisione il suo prodotto: come protagonista delle televendite in cui dimostrava l’utilizzo del mocio, Joy riuscì a totalizzare quasi 20mila ordini in una sola volta.

Da questo, l’inventrice decise di fondare un’azienda per la produzione del Miracle Mop, la Ingenious Design  LLC, venduta poi nel 1999.

Una società in forte e continua crescita che vanta oltre cento dipendenti - tra cui anche l’ex marito di Joy che lavora come vice presidente dell’ufficio vendite.

La vita in un film: ecco “Joy”

La dimostrazione che le invenzioni della Mangano non sono passate in sordina, è la decisione del regista David O. Russell di raccontarne la vita nel film Joy: ma non si tratta di una autobiografia, bensì di una rielaborazione focalizzata sulla prospettiva imprenditoriale della donna e sul suo coraggio di rimettersi in pista, reinventarsi e regalarsi un avvenire radioso soltanto grazie al suo talento e alle sue intuizioni.

La pellicola non è un mero resoconto delle invenzioni della Mangano, ma tratta anche i sentimenti della donna che, pur avendo molto sofferto, ha fatto leva sulla sua forza e sulla sua ambizione per andare lontano.

Il film, prodotto da 20th Century Fox, romanza la vita dell’inventrice del Miracle Pop che risulta nei titoli di coda come produttore esecutivo. Il regista ha ingaggiato un cast stellare: oltre a Jennifer Lawrence che interpreta la Mangano, ci sono Robert De Niro e Bradley Cooper. Il film è uscito nelle sale americane nel Natale del 2015, mentre in Italia è arrivato al cinema nel gennaio 2016.

Una donna che ha realizzato il sogno di molti e che sarà sempre d’ispirazione per tutte coloro che intendono dare una svolta alla propria vita.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.