Stai leggendo: Grey’s Anatomy 14x02: Recensione Distratti dal dolore

Prossimo articolo: Grey's Anatomy 14: Esclusiva Video Intervista a Stefania Spampinato

Letto: {{progress}}

Grey’s Anatomy 14x02: Recensione Distratti dal dolore

Le donne del Grey Sloan Memorial protagoniste assolute del secondo episodio di Grey’s Anatomy 14.

5 condivisioni 1 commento

Che Grey’s Anatomy fosse una serie televisiva che mette al centro della sua narrazione i vizi, le virtù, la forza e le fragilità delle donne è stato palese fin dai primissimi episodi della serie.

In questi oltre 13 anni di successi sono state tantissime infatti le puntate del medical drama in cui gli scrittori hanno voluto esplorare le varie sfaccettature dell’altra metà del cielo, regalando a ognuna di noi un alter ego all’interno dello show con cui identificarsi, ma mai come nell’episodio dal titolo Distratti dal dolore lo show aveva esplorato tutte insieme le nostre peculiarità, i nostri pregi e le nostre paure in un corale inno alla femminilità firmato, ancora una volta, Krista Vernoff.

La tenacia di Meredith e Amelia

Il secondo episodio della stagione 14 di Grey’s Anatomy riprende la narrazione dal risveglio di Meg: l’intervento per cui Meredith aveva tanto lottato - come avevamo intuito già dal finale della scorsa puntata - non è andato come doveva e la Grey se la prende con se stessa fino a quando, complice la sua rabbia e una chiacchierata con Alex, non trova una soluzione rivoluzionaria.

Stavolta sono tutti dalla parte di Meredith che, fortunatamente, riesce nel miracolo e regala un ventre nuovo e sano, oltre che a una speranza di vita migliore, alla sua paziente speciale.

Mentre Meredith dà un contributo fondamentale alla storia della chirurgia, Amelia tenta di lenire il dolore di un ragazzo affetto da un tumore benigno alla mascella, a detta di tutti inoperabile.

Amelia e Owen in Grey's Anatomy 14x02ABC

A differenza della cognata, però, nessuno si fida di Amelia - ex tossicodipente, sorella minore di un grande neurochirirgo e per questo soggetta a forti pregiudizi - e lei è costretta a lavorare al suo caso in silenzio, con il solo sostegno di Andrew

Per la Shepherd in sala operatoria non c’è pubblico e alla fine del suo lungo intervento riuscito non si sente alcun applauso, ma solo l’eco delle minacce di Jackson e delle parole di Owen che le ricordano di essere una moglie assente, una donna fragile che ha bisogno d’aiuto. A questo si aggiunge, sul finale, la scoperta di essere lei stessa affetta da un cancro al cervello.

Dalla testa ai piedi: Miranda e Carina

Miranda e Ben in Grey's Anatomy 14x02ABC

Pur essendo stata un personaggio di contorno di questo episodio di Grey’s Anatomy, Miranda Bailey ci ha dato un forte spunto di riflessione e lo ha fatto grazie alle sue scarpe, insopportabili décolleté dalla punta fina e dal tacco a spillo che - a differenza dei boss uomini che l’hanno preceduta - lei è costretta ad indossare dovendo rinunciare alla comodità dei suoi zoccoli ortopedici in nome di ciò che pretende la società dalle donne di potere.

In un gesto di emancipazione da non sottovalutare per la sua valenza metaforica, la Bailey alla fine decide di preferire la comodità all’imposizione, e sceglie anche di mettere a disposizione della new entry Carina DeLuca il macchinario per la risonanza magnetica per far sì che la ginecologa possa portare avanti i suoi pionieristici studi.

Stefania Spampinato è Carina De LucaABC

La sorella di “Andrea” si sta occupando infatti di una ricerca sull’orgasmo femminile che riesca a dimostrare, una volta e per tutte, che il piacere per le donne è una questione di testa, tanto che una giusta stimolazione è anche in grado di essere "curativa".

C’è chi dice no: April, Meg e Teddy

Kim Raver è Teddy AltmanHDABC

Per amore a volte  le donne sono davvero capaci di fare qualsiasi cosa, anche mettere da parte la propria dignità e fingere di non vedere ma, d’altra parte, sono anche capaci di rinunciare a una bugiarda forma di felicità in nome di una sincera sofferenza, come hanno fatto April, Meg e Teddy in questa puntata di Grey’s Anatomy.

April, dopo i mesi di silenzio che hanno seguito il momentaneo ritorno di fiamma con Jackson in Montana e forte della consapevolezza che lui provi dei sentimenti per Maggie, decide di andare via di casa con la piccola Harriet pur di non essere ancora vittima del muro di indifferenza che la sta allontanando sempre di più dalla “sua persona”.

Meg, la sopravvissuta, rifiuta la proposta di matrimonio di Nathan, alla quale per errore Meredith assiste, convinta che il suo fidanzato in realtà provi ancora dei sentimenti profondi per la Grey.

Teddy rifiuta Owen che cede davanti all’amica e tenta di baciarla, bisognoso di una compagna che faccia le veci dell’assente Amelia:

Sei sposato, sei confuso e sei il mio essere umano preferito al mondo. Se fossimo destinati a stare insieme in questa vita non può iniziare con te che tradisci tua moglie.

Le paure di Jo

Dignitose, capaci di piccoli gesti fortemente emancipatori, eroiche: le donne oltre ad essere tutto questo  al contempo possono essere anche impaurite, insicure, fallibili soprattutto se, come Jo, sono state vittime di un uomo violento.

In quel caso, l’unico modo di (ri)conquistarle è fare quello che ha fatto Alex, ovvero tentare di dargli la certezza di essere protette e dir loro, guardandole negli occhi:

Non potrei mai farti del male.

Il terzo episodio di Grey’s Anatomy 14 andrà in onda lunedì 30 settembre in esclusiva su FoxLife.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.