Stai leggendo: George Clooney: 'Anche Amal è stata vittima di molestie sul lavoro'

Prossimo articolo: Harry Styles molestato durante un concerto a Los Angeles

Letto: {{progress}}

George Clooney: 'Anche Amal è stata vittima di molestie sul lavoro'

Dopo lo scandalo che ha travolto Hollywood per le numerose denunce contro Harvey Weinstein, fioccano le testimonianze di chi ha subito violenza e molestie sul lavoro. George Clooney ha raccontato di come la stessa cosa sia successa a sua moglie Amal.

Primo piano di George Clooney e Amal

2 condivisioni 0 commenti

Quello che è accaduto a Hollywood nelle ultime settimane sta avendo conseguenze incredibili su ogni piano della nostra società.

Le tantissime denunce di molestie sessuali e violenza contro Harvey Weinstein - tra le donne che hanno lamentato un comportamento violento e sessista del producer ci sono attrici come Gwyneth Paltrow e Asia Argento - hanno invitato il sistema a riflettere su se stesso, a indagare sulle proprie pecche.

Le donne vengono abusate e costrette a subire molestie per insani giochi di sottomissione e potere in qualsiasi ambiente, di certo non solo nel mondo dello spettacolo. Purtroppo, quella delle molestie sul lavoro è una vera e propria piaga per tutti noi.

Il caso Weinstein sta insegnando alle donne che è importante trovare il coraggio di denunciare e far sentire la propria voce. Proprio su questo punto, George Clooney ha voluto rilasciare alcune dichiarazioni a ETOnline.

George Clooney sul caso Weinstein

Un vecchio scatto di George Clooney con Harvey Weinstein

L'attore e regista è uno dei tanti uomini di Hollywood a essersi apertamente schierati contro Harvey Weinstein e le sue malefatte ai danni delle donne.

Per George Clooney, però, è importante andare più a fondo ora che la verità è finalmente uscita allo scoperto.

Dobbiamo andare avanti e assicurarci che da tutto questo derivi qualcosa di buono. Ciò che c'è di positivo è che le donne stiano cominciando a sentirsi più libere di parlare e denunciare e questo fa sì che gli uomini si sentano ancora meno autorizzati ad avere determinati comportamenti.

Il regista di Suburbicon non ha dubbi sul fatto che il sistema di omertà e reticenza che da decenni vige a Hollywood abbia aiutato Weinstein - e molti altri come lui - ad agire indisturbati.

Molti sapevano e se c'è stato anche solo un giornalista che era a conoscenza di questa storia e non ne ha scritto vorrei sapere perché. Vorrei sapere se c'erano siti web o giornali che sapevano e quanto denaro abbiano incassato da Weinstein e Miramax per tacere. Lui pagherà ma ci sono altre persone coinvolte in tutto questo e l'intero sistema deve essere smantellato.

L'esperienza di Amal

Amal Alamuddin durante una conferenzaHD

Clooney ha riferito ai microfoni di ETOnline che sua moglie Amal Alamuddin è profondamente colpita dall'accaduto.

Ciò che è successo a Hollywood in tutti questi anni è purtroppo solo la punta dell'iceberg, ma in tutti gli ambienti lavorativi le donne sono costrette ogni giorno a tollerare situazioni borderline che spesso sfociano nella molestia sessuale vera e propria.

Anche l'avvocatessa libanese, a detta di George Clooney, ha avuto a che fare con uomini che l'avrebbero molestata.

Amal ha affrontato questo tipo di situazioni nel settore legislativo, tra avvocati. Questo problema è ovunque e quindi va affrontato come se ci riguardasse davvero tutti. Questo tipo di comportamento prevaricatorio è andato avanti fino a oggi soprattutto perché è stato garantito.

La speranza è che sia davvero arrivato il momento di voltare pagina, una volta per tutte.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.