Stai leggendo: Posizioni Yoga: le asana, cosa sono e quali sono le più importanti

Prossimo articolo: Tutto vero, esiste l'allergia all'esercizio fisico

Letto: {{progress}}

Posizioni Yoga: le asana, cosa sono e quali sono le più importanti

Le posizioni nello yoga vengono chiamate asana e ne esistono di varie tipologie. Nell'articolo di oggi analizziamo le più importanti e conosciute.

Una ragazza pratica yoga immersa nella natura

28 condivisioni 0 commenti

Lo Yoga è un’antichissima disciplina di origine orientale volta a portare benefici al corpo, alla mente e allo spirito tramite una serie di esercizi fisici nei quali sono fondamentali la respirazione e la meditazione.

Nell’articolo di oggi ci interessiamo proprio alla parte pratica di essa, ovvero analizzeremo le posizioni dello yoga, dette asana, per capire in modo approfondito cosa sono e quali sono le più importanti.

Le asana: cosa sono e a cosa servono

Una ragazza medita nella naturaHD

Le asana sono le posizioni assunte nella pratica dello yoga. Il loro scopo è quello di stimolare la circolazione sanguigna, di liberare il corpo dalle tossine e da ogni rigidità.

In diretta relazione a questi benefici fisici si ottengono quelli mentali, ossia si superano eventuali blocchi, ansie e frustrazioni. Grazie ad esse si ritorna in armonia con se stessi.

Le asana, secondo quanto dice la tradizione, aiutano a risvegliare la Kundalini, l’energia evolutiva dell’uomo collocata alla base della colonna vertebrale. L’energia, attraverso l’esecuzione delle posizioni yoga, passa attraverso i chakra e arriva ai punti che regolano la coscienza umana risvegliandoli.

I chakra, sette in tutto, sono i centri energetici che governano alcune zone del corpo e della mente.

Gli esercizi nello yoga: cosa fare per prepararsi alla pratica

Quando si eseguono le asana bisogna tenere presenti alcuni aspetti fondamentali: prima di tutto occorre praticarle con la massima attenzione e concentrazione. Questo significa anche essere consapevoli dei limiti del proprio corpo e non spingerlo all’estremo, fino al punto di sentire dolore. Quello che dovete percepire è un allungamento dei muscoli e lo sforzo fatto non deve essere né troppo poco, né eccessivo.

Inoltre tenete presente che è sempre meglio concentrarsi sulla qualità piuttosto che sulla quantità, poiché risulta inutile e controproducente eseguire una serie di posizioni in modo poco accurato e superficiale. Lo Yoga non è una gara ma una disciplina utile a ritrovare il benessere psicofisico. 

Donne praticano yoga al tramonto HD

Un altro aspetto importante delle asana è quello di eseguirle stando rilassati e respirando nel modo corretto. Evitate anche ogni genere di distrazione a livello visivo.

Il vostro sguardo deve essere concentrato su di voi. Una buona tecnica può essere quella di fissarlo su un punto per poi canalizzare tutta l’energia vitale all’interno del corpo.

Vediamo ora quali sono le asana più importanti e conosciute nello yoga.

1- Tadasana: la posizione della montagna

Donna che esegue la TadasanaHD

Nella Tadasana si sta in piedi, immobili, in perfetta posizione eretta. È una delle asana di base e da essa si parte per eseguire le altre posizioni in piedi. Nell’esecuzione bisogna tenere le braccia ben tese e le spalle vanno ruotate posteriormente verso l’esterno. I piedi devono essere dritti.

2- Uttanasana: la posizione delle mani sotto i piedi

Donna esegue la HD

Quest’asana è un ottimo rimedio per combattere ansia e stress, non è difficile da fare ma bisogna sempre mantenere una buona concentrazione per eseguire nel modo giusto tutti i movimenti. Si inizia espirando con le braccia distese verso l’alto e poi si inspira piegandosi in avanti e portando le mani verso i piedi con la schiena e le braccia tese.

3 - Chaturanga dandasana: posizione del bastone a terra

Donna ferma nella posizione del bastone a terraHD

Questa posizione ricorda per certi versi quella delle flessioni che vengono fatte in palestra ma con alcune differenze. È importante che il corpo sia parallelo al pavimento e che sia tenuto sollevato.

Per farlo dovete sostenere il peso del vostro corpo solo con le mani e i piedi. La Chaturanga dandasana rinforza molto le braccia e tonifica l’addome.

4 - Adho Mukha Svanasana: la posizione del cane a testa in giù

Donna che pratica la posizione del cane a testa in giùHD

A differenza dell’Urdhva Mukha Svanasana che vedremo a seguire, il movimento va verso il basso e si rivela molto utile per allungare la parte posteriore del corpo. Nel farla ricordate di lasciare la testa rilassata o di guardare le mani.

5 - Urdhva Mukha Svanasana: la posizione del cane a testa in sù

Donna che esegue la posizione yoga del cane a testa in sùHD

Il nome attribuito a quest’asana è legato al fatto che ricorda il movimento di un cane che si stiracchia. Si tratta nello specifico di un piegamento all’indietro grazie al quale si allunga la parte frontale del corpo, si rafforzano le braccia e si acquisisce maggiore flessibilità nella zona della schiena.

6 - Trikonasana: la posizione del triangolo

Donna nell'asana TrikonasanaHD

Quest'asana prende il nome dal fatto che le gambe formano un vero e proprio triangolo con il terreno. Per eseguirla nella maniera corretta bisogna tenere i piedi paralleli e ben posizionati sul tappetino con le gambe allargate. Il peso del corpo deve essere distribuito sia a destra che a sinistra. Dopodiché si sollevano le braccia all’altezza delle spalle con i palmi delle mani rivolti verso il basso. La mano destra va posata a terra o sul polpaccio.

7- Dandasana: posizione del bastone

Donna che esegue la dandasanaHD

Quest’asana è di grande aiuto per la postura e anche per distendere e tonificare tutti i muscoli del corpo. Per eseguirla al meglio bisogna stare sul tappetino con le gambe distese e unite, la schiena bella eretta, le mani posate a terra vicino al bacino e lo sguardo rivolto in avanti. Mantenete ben teso tutto il corpo, come se fosse un bastone.

8- Bhujangasana: la posizione del cobra

Una ragazza esegue la posizione del cobraHD

Quest’asana rievoca il movimento di un serpente in procinto di attaccare ed è una posizione fondamentale in quanto è da essa che partono tutti i piegamenti all’indietro. Imparare ad eseguirla correttamente può essere un valido aiuto per risolvere problematiche legate alla colonna vertebrale e al collo. Una volta assunta la posizione è importante respirare a fondo.

9- Salamba Sarvangasana: la posizione della candela

Una ragazza in una stanza esegue la posizione a candelaHD
      

Quest’asana si esegue sollevando le gambe e tutta la zona lombare verso l’alto. Gli arti devono essere perfettamente dritti. La posizione favorisce e migliora la circolazione del sangue.

10- Halasana: la posizione dell’aratro

Una ragazza pratica la HD

Halasana è una posizione ottima per distendere e rilassare i muscoli della schiena e delle gambe che vengono portate all’indietro. Il dorso dei piedi dovrebbe posare a terra ma sarà difficile riuscire ad ottenere questo tipo di elasticità le prime volte che si pratica la disciplina, quindi i principianti possono semplicemente piegare le ginocchia e portarle in direzione della fronte.

11- Matsyasana: la posizione del pesce

Una donna pratica yoga eseguendo la posizione del pesceHD

Quest’asana è semplice da eseguire e aiuta ad ossigenare la tiroide, a distendere il torace e ad ottenere flessibilità alla colonna vertebrale. Inoltre grazie alla respirazione contribuisce a contrastare e risolvere problemi di ansia e di stress. Da posizione supina si solleva il busto aiutandosi con le braccia e si porta la testa indietro.

12- Paschimottanasana: la posizione seduta in avanti

Una ragazza pratica la HD

Questa è un’altra tra le posizioni fondamentali e classiche dello yoga. Per eseguirla ci si siede a terra, si stendono le gambe e si porta il busto in avanti cercando di toccare i piedi con i palmi delle mani. La Paschimottanasana aiuta a distendere i muscoli delle gambe e della zona lombare.

13- Ardha Matsyendrasana: la posizione del saggio

Donna che esegue la ardha matsyendrasanaHD

Anche quest’asana aiuta a tonificare i muscoli della parte posteriore del corpo, in particolare quelli della colonna vertebrale, e a tenerli allenati. Nell’eseguirla è importante tenere la schiena in posizione eretta, le spalle distese e il busto ruotato. Ricordate anche di respirare profondamente.

14- Shalabasana: la posizione della locusta

Una donna pratica la posizione della locusta

Il nome di quest’asana deriva dal fatto che rievoca l’aspetto di una locusta. Essa rinforza tutto l’apparato muscolare, soprattutto la zona della schiena. Si esegue a pancia in giù sollevando nello stesso momento gambe e braccia che devono essere mantenute nella giusta tensione.

15- Dhanurasana: la posizione dell’arco

Una ragazza in posizione dell'arcoHD

È una posizione base tesa a rinforzare la schiena e a sviluppare una certa flessibilità nella colonna vertebrale. L’esecuzione non è complessa ma richiede comunque di essere piuttosto snodati in quanto bisogna piegare le ginocchia portando le caviglie vicino ai glutei che devono essere afferrate con le braccia. In questo modo si solleva anche il busto facendo attenzione a tenere la schiena rilassata.

16- Kakasana: la posizione del corvo

Ragazza impegnata nella posizione del corvoHD

Quest’asana, per essere praticata nel modo corretto, richiede di fare molta attenzione data la sua complessità. Necessita anche di avere un buon equilibrio dovendo sollevarsi da terra con l’aiuto delle braccia. La kakasana purifica il chakra della base donando una sensazione di sicurezza.

17- Sirsasana: la posizione sulla testa

Una ragazza in spiaggia esegue la posizione sulla testaHD

Quest’asana è tra le più importanti posizioni dello yoga in virtù dei benefici che apporta a livello cardiocircolatorio. Non è facile da praticare, in quanto comporta un notevole carico di lavoro sulla colonna vertebrale, pertanto per eseguirla in modo corretto bisogna avere grande padronanza del proprio corpo.

Nel momento in cui scegliete di praticare lo yoga superate piano piano e con i giusti tempi i vostri limiti, ricordatevi di respirare e di rilassarvi quando eseguite un’asana. Non pretendete di fare subito una posizione perfetta ma godetevi i piccoli miglioramenti che otterrete giorno dopo giorno.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.