Stai leggendo: Star Trek: Discovery regala una memorabile scena su un'ordinaria coppia gay

Prossimo articolo: Donne nello spazio: le figure femminili in Star Trek da Uhura a Burnham

Letto: {{progress}}

Star Trek: Discovery regala una memorabile scena su un'ordinaria coppia gay

Nel quinto episodio, Scegli il tuo dolore, i personaggi di Anthony Rapp e Wilson Cruz vivono un tenero, rilassato momento domestico insieme.

 Anthony Rapp e Wilson Cruz in una scena dell'episodio Choose Your Pain in Star Trek: Discovery

1 condivisione 0 commenti

La fantascienza serve a esplorare territori sconosciuti, e il franchise di Star Trek ha sempre fatto di questo il suo motto (“l’ultima frontiera”, ricordate?). Ebbene, la serie TV di Netflix Star Trek: Discovery abbraccia pienamente questo spirito, ed è già entrata nella storia per essere la prima serie del franchise ad aver introdotto una storyline su una coppia gay. Ma durante il quinto episodio dello show (intitolato “Choose Your Pain”) lo show ha raggiunto un altro traguardo importante, in una scena che sta spopolando.

Questa puntata esplora infatti il matrimonio tra il sergente Paul Stamets (Anthony Rapp) ed il dottor Hugh Calber (Wilson Cruz), e nella scena in questione vediamo i due che si lavano i denti sfoggiando i pigiami ufficiali della Flotta Stellare, quando ad un certo punto Cruz si rivolge a Rapp con queste parole:

Beh, uno tende a preoccuparsi quando è destinato ad amare un brillante ma irresponsabile maniaco che ha intenzione di rischiare la sua vita per la gloria. Forse tu non ti preoccupi per te stesso, ma io sì.

Un momento intimo, sereno, che ritrae con estrema naturalezza e nessuna forzatura, nessun clamore, un momento di tenerezza durante la routine quotidiana dei due personaggi, segnando un grande passo avanti per la serie. E pare che abbia anche fatto scendere qualche lacrima allo stesso Rapp quando l’ha guardata, stando a quanto l’attore ha condiviso su Twitter..

Nel commentare quel momento con Variety, Anthony Rapp ha detto che:

È stato molto soddisfacente avere per le mani una sceneggiatura in grado di mostrare nuove sfumature. Sono felice ed orgoglioso che i nostri autori abbiano scelto questo approccio per la nostra relazione.

È strano che ci si debba rallegrare di qualcosa del genere: dopotutto si tratta di una storia d’amore calata nella quotidianità. Eppure quelle rare volte in cui una sceneggiatura sa rendere merito alla spontaneità di questi momenti ci sembra davvero uno sforzo pionieristico oltre l’ultima frontiera, e il minimo che possiamo fare è celebrarne la delicatezza.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.