Stai leggendo: Wonder Woman: la spettacolare origin story in Home Video

Prossimo articolo: Wonder Woman: le parole di star e personalità che hanno tratto ispirazione dall'eroina DC

Letto: {{progress}}

Wonder Woman: la spettacolare origin story in Home Video

Finalmente disponibile in diverse edizioni, la versione Home Video del blockbuster incentrato sulla principessa delle amazzoni Wonder Woman, protagonista di un Origin Story di grande impatto visivo.

Gal Gadot nei anni di Wonder Woman

0 condivisioni 0 commenti

Potere, bellezza e grazia: con queste tre parole si può riassume l'essenza di Wonder Woman, la supereroina che più di ogni altra ha saputo imporsi nell'immaginario pop-culturale contemporaneo. Dal 12 ottobre è disponibile, in vari formati Home Video - DVD, Blu-Ray™, Blu-Ray™ 3D, 4K Ultra HD, più le edizioni speciali con digibook di 70 pagine e con la statuina di Diana Prince ,- la trasposizione cinematografica con la quale l’energetica regista Patty Jenkins ha restituito a questa figura femminile iconica tutto la sua forza e potenza.

La versione che ci presenta il blockbuster è quella incarnata dalla statuaria Gal Gadot, la quale aveva già vestito i panni di Diana Prince in Batman v Superman: Dawn of Justice e tornerà a farlo in Justice League (dove Wonder Woman protegge il mondo con gli altri difensori di DC Comics) e nel sequel Wonder Woman, le cui riprese sono previste dalla prossima estate. Dopo l'introduzione nel blockbuster incentrato sull'uomo pipistrello e sull'alieno di Krypton, Wonder Woman riprende il seducente personaggio dell’amazzone per narrarne le origini, intrecciate agli eventi storici della prima guerra mondiale.

Il digibook di Wonder Woman

Wonder Woman: Origin Story

Il film rivela come, prima di scontrarsi con i tedeschi e con la malevola divinità della guerra Ares, la principessa amazzone abbia vissuto lontano dagli orrori dell'umanità sull'isola di Themyscira, circondata dall’affetto, dalla saggezza e dalla sicurezza di una società matriarcale idilliaca che l'ha formata in una donna forte e di nobili principi. Il desiderio di aiutare gli uomini in balia di un mondo devastato dalla guerra è il motore dell’azione che la spingerà lontano dal suo Eden e nell’occhio del ciclone, accanto all’intraprendente spia Steve Trevor.

I protagonisti Gal Gadot e Chris Pine

Prima di calcare i campi di battaglia sanguinosi della Grande guerra, così diversi da quelli dove si allenava alla lotta con le altre amazzoni, Diana ha brevemente l’opportunità di sperimentare la realtà del mondo “fuori”: l'uggiosa Londra - che lei trova tutt'altro che affascinante -, i magazzini di Selfridges - dove prova indumenti sofisticati che ne valorizzano la splendida figura ma la intralciano e costringono -, il consiglio degli ufficiali – dove realizza quanto la società reputi le donne deboli e stupide. Sul campo di battaglia e fuori dimostrerà forza, onestà e altruismo, tutte quelle qualità che è una donna – ieri, come oggi e come domani - ha il dovere di perseguire e il diritto di esprimere.

Wonder Woman in Home Video

L’origin story di Wonder Woman è monumentale a livello iconografico quanto semplice è il percorso narrativo della sua protagonista; per questo una versione home video con la qualità del Blu-ray o meglio ancora del 4K Ultra HD sono i mezzi migliori per godere di tutta la sua magnificenza audiovisiva nell'intimità della propria casa. L’emozionante scena in cui Wonder Woman avanza nella terra di nessuno schivando le pallottole per conquistare linee nemiche, trova la sua espressione più coinvolgente nella limpidezza della visione digitale. Lo stesso vale per le spettacolari e suggestive panoramiche dell'isola delle Amazzoni (in realtà i dintorni di Amalfi e Matera) che non perdono fascino nella riduzione da grande a piccolo schermo.

Una sequenza spettacolare di Wonder WomanHD

Il fascino di un eroina senza tempo, dai valori positivi e dalla bellezza mozzafiato come quella della bellissima ex Miss Israele Gal Gadot e la monumentalità delle riprese sono già sufficienti di per sé per comprendere come mai Wonder Woman abbia sbancato ai botteghini con più di 800.000 $ di incassi, convinto la critica e attirato il clamore che ha circondato l’uscita del film, ma sono i numerosi extra contenuti nelle edizioni HV a renderlo ancora più chiaro.

Tanti e ricchi gli extra presenti, a partire da una promettente scena inedita che vede protagonista l’esuberante e volitiva Etta Candy in modalità paladina del girl power mentre riunisce i “ragazzi” per una missione segreta (non vi spoileriamo ma è… qualcosa di grosso). L’epilogo è una simpatica rivisitazione della scena che vede Diana stendere con un pugno un avventore arrogante del pub dove si reca con Steve per incontrare la squadra: la stessa situazione si ripete con Etta, la quale ha senz'altro aspetto e modi meno minacciosi, ma che si fa subito valere come boss guadagnandosi il rispetto dei soldati e rimettendo in riga il medesimo importunatore. Una manciata di minuti che racchiudono lo spirito del film: qualsiasi donna – atletica e severa oppure estroversa e burrosa - può rimettere in riga un uomo!

Gal Gadot, Patty Jenkins e Lucy Davis sul set di Wonder WomanHD

Wonder Woman: Making Of

A Director’s Vision approfondisce assieme alla regista Patty Jenkins come sono state costruite alcune delle scene più importanti del film, rivelandone lo stile di direzione, la predilezione per gli storyboard della autrice di Monster e la fiducia verso la protagonista Gal Gadot. Ma è con Warriors of Wonder Woman che si entra nel vivo della visione femminista della director con un documentario impressionante che mostra gli allenamenti delle interpreti delle amazzoni. Sono esperte di arti marziali, pugili, atlete e stuntman addestratesi duramente per cinque mesi. L’extra dimostra come queste donne abbiano spinto il proprio corpo ai limiti, come abbiano fatto della competizione un punto di forza che alla fine le ha rese un gruppo affiatato e compatto. “Una donna può essere forte e fiera senza perdere la grazia” è il messaggio di Warriors of Wonder Woman.

La regista PattyJenkins e Gal GadotHD

The Trinity è un imperdibile approfondimento sui comics di Wonder Woman, costellato di tavole originali – tra queste si riconoscono le strepitose art di Alex Ross e Adam Hughes -, incentrato sul valore di questa supereroina nell'ottica della trinità formata con gli altri due difensori più iconici del mondo dei comics DC: Wonder Woman la dea, Batman l’uomo, Superman l'alieno. Tre figure profondamente diverse che si completano a vicenda. Ed è proprio in questo extra che viene puntualizzato come mai il personaggio della principessa amazzone sia così popolare: merito della sua purezza. Diana è importante perché - a differenza di Batman, vittima dell’ossessione e dal trauma infantile - lei è scevra di negatività, di pregiudizi. Cresciuta in una società ideale, nelle migliori condizioni possibili, è la portavoce dell’idealismo e della positività.

Una tavola di Adam Hughes

Altrettanto intriganti anche i documentari più “girl power”, come The Wonder Behind the Camera che segue un gruppo di giovanissimi aspiranti registe sul set del film mentre ammirano il lavoro di Patty Jenkins, e Finding the Wonder Woman Within, approfondimento rinvigorente dove le protagoniste sono figure femminili ispirate dalla supereroina. Sono donne molto diverse tra loro - poetesse, astronaute, stunt women, imprenditrici – che dalla principessa amazzone hanno imparato l’importanza, per le donne, dei valori come grazia, coraggio, bellezza, forza. Perché tutte possono essere Wonder Woman.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.