Stai leggendo: Il Principe Harry coinvolto nel caso Weinstein

Prossimo articolo: Anche Cara Delevingne accusa Weinstein: la sua testimonianza

Letto: {{progress}}

Il Principe Harry coinvolto nel caso Weinstein

Harvey Weinstein continua a essere oggetto di denunce pubbliche. Questa volta a parlare è un'amica dell'attrice Cressida Bonas, ex fidanzata del principe Harry.

 Principe Harry

1 condivisione 0 commenti

La lista dei personaggi coinvolti nell’affare Weinstein non fa che allungarsi: Angelina Jolie, Asia Argento, Gwyneth Paltrow, Mira Sorvino, Cara Delevingne, Rose McGowan e ora anche Cressida Bonas. Proprio quest’ultima ha indotto i giornali britannici a parlare di coinvolgimento del Principe Harry.

I due sono stati insieme per circa 2 anni e secondo le cronache si sono lasciati in amicizia nel 2014. Cressida ha conosciuto il produttore americano perché era una delle attrici del cast del film Tulip Fever con Alicia Vikander e Dane DeHaan.

Cressida Bonas, attrice HD
Cressida Bonas

Un’amica dell’attrice ha riferito al Sun alcune confidenze ricevute a proposito del comportamento di Weinstein:

Harry era ossessionato da lei (Cressida). Voleva starle accanto il più possibile e l’ha invitata a un sacco di eventi, ma la verità è che lei si sentiva a disagio per tutta la situazione… Fortunatamente è una donna forte che non ha avuto bisogno di aiuto per far fronte al comportamento di lui ed è uscita rapidamente da quella situazione.

La lista delle testimonianze sta diventando quasi infinita e sta letteralmente accompagnando la caduta del produttore, finito all'inferno dopo essere stato per anni una delle divinità dell'Olimpo hollywoodiano. E sembra che proprio Dio fosse il soprannome attribuitogli da Meryl Streep

Oggi, invece, Weinstein si trova a fare i conti con il licenziamento dalla casa di produzione fondata insieme al fratello e con l'abbandono della moglie Georgina Chapman.

Harvey Weinstein e la moglie Georgina ChapmanHD
Harvey Weinstein e Georgina Chapman

Secondo le ultime notizie, ha accettato di farsi ricoverare e ha inviato una lettera al New York Times in cui dichiara di aver compreso da tempo di dover diventare una persona migliore e di dover modificare i rapporti con le persone del suo ambiente lavorativo:

Sebbene stia cercando di fare del mio meglio, so che la strada da fare è ancora lunga. Questo è il mio compito. Il mio viaggio consisterà ora nell’imparare chi sono e nel dominare i demoni… Rispetto tutte le donne e mi dispiace per quanto è accaduto. Spero che le mie azioni potranno parlare più forte delle mie parole e che un giorno sarò capace di conquistare la loro fiducia… Desidero una seconda possibilità nella società, ma so che devo lavorare per guadagnarmela.

Le parole di Weinstein metteranno fine allo scandalo? Oppure credi che la lista di donne vittime delle sue attenzioni continuerà a allungarsi?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.