Stai leggendo: Carolyn Smith e la sua lotta contro il cancro in un libro

Prossimo articolo: Pink Different: il quarto episodio completo!

Letto: {{progress}}

Carolyn Smith e la sua lotta contro il cancro in un libro

La ballerina e coreografa Carolyn Smith ha presentato Ho ballato con uno sconosciuto, libro in cui parla della sua lotta contro il cancro.

Carolyn Smith durante un evento

4 condivisioni 0 commenti

Carolyn Smith ha scelto proprio ottobre, mese della campagna Nastro Rosa di AIRC contro il tumore al seno, per presentare il suo libro Ho ballato con uno sconosciuto (HarperCollins).

La ballerina e coreografa scozzese, ormai adottata dall'Italia, ha voluto infatti raccontare la sua battaglia contro il cancro, l'intruso (come lo chiama lei) entrato nella sua vita nel 2015.

In un'intervista rilasciata proprio ad AIRC ricorda come l'ha scoperto:

I miei due cagnolini mi saltavano in grembo e puntavano il muso in modo ossessivo contro uno dei due seni, una cosa che che non avevano mai fatto. Uno di loro mi ha fatto male, allora ho posato la mano e ho sentito una massa dura.

E continua:

Sono andata subito dal medico, ma il primo che ho consultato non ha dato troppa importanza alla cosa. In questo modo ho perso mesi preziosi, benché il dubbio mi fosse rimasto. Alla fine una dottoressa più attenta mi ha mandata di corsa in ospedale per gli esami.

A Milano per presentare il libro, Carolyn ha invece raccontato il sangue freddo avuto nel momento dell'esito:

Ero con mio marito a Londra, perché stavo lavorando alla Royal Albert Hall, ma ero stanca di aspettare e gli ho chiesto di telefonare. Ho visto che all'improvviso cambiava colore e, quando ha chiuso la chiamata, ho detto ok ho il tumore qual è la prima cosa che devo fare?

Sottolinea poi il ruolo fondamentale del marito al suo fianco:

È sempre stato lui a parlare con i medici, perché io mi sottoponevo alle cure ma non avevo alcuna intenzione di sapere cosa mi stavano facendo. E pensare che è un uomo impressionabile, a cui basta entrare in un ospedale per svenire. Però non ha mai mollato.

E confessa:

Lui aveva paura per me e quindi mi ritrovavo a fargli forza, però se non fosse stato così probabilmente sarei stata io a crollare. È capitato che stessi veramente male, ma cercavo di non dirglielo, mi sfogavo da sola.

Il sottotitolo di Ho ballato con uno sconosciuto è Io sorrido e non mollo mai, che è anche l'hashtag che Carolyn sta usando sui social per invitare le donne a non piangersi addosso e a non arrendersi.

Nel corso dell'incontro milanese ricorda anche quando ha perso i capelli a causa della chemioterapia:

Dovevo partecipare a delle serate e quindi ho provato delle parrucche, ma mi sentivo finta. Volevo invece far capire che si può stare bene anche senza capelli, quindi oltre a presentarmi così ho indossato tanti turbanti. Tra l'altro proprio in quel periodo sono tornati di moda!

Gentile, solare e autoironica, Carolyn ha portato questo suo modo di essere anche nel libro, con cui andrà in tour per tutta Italia per lanciare il suo messaggio alle donne.

Lo stesso che ha promosso con un bel flashmob in Piazza Duomo a Milano.

È un balletto che ho curato io, perché è importante divertirsi. Come è importante che tutte le donne, anche le più giovani, si sottopongano a controlli costanti.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.