Stai leggendo: Le donne sono più generose degli uomini, lo afferma la scienza

Prossimo articolo: Il manifesto femminista di Chimamanda Ngozi Adichie a tutti i sedicenni svedesi

Letto: {{progress}}

Le donne sono più generose degli uomini, lo afferma la scienza

Uno studio dell'Università di Zurigo rivela che le donne prediligono un comportamento prosociale, mentre gli uomini sono più inclini a comportarsi da egoisti.

Le donne e le generosità

1 condivisione 0 commenti

Le donne sono più generose degli uomini perché provano maggiore gratificazione nell’atto del donare. Al contrario, gli uomini si sentono più gratificati quando riescono a tenere qualcosa per sé.

È questo il risultato a cui sono giunti all’Università di Zurigo. A condurre la ricerca è stato un team di scienziati guidati da Alexander Soutschek. Lo studio ha coinvolto un gruppo di uomini e donne alle prese con una serie di compiti. I partecipanti dovevano cioè scegliere se tenere per sé una ricompensa in denaro (scelta egoistica) oppure se condividerla con gli altri (scelta prosociale). Durante il test, tutti i partecipanti sono stati sottoposti a risonanza magnetica funzionale per analizzare lo striato, vale a dire l’area del cervello che si attiva quando si prendono delle decisioni. 

Neurotrasmettitore dopaminaHD

Nello striato sono presenti i neuroni della dopamina, il neurotrasmettitore fondamentale  per la stimolazione delle sensazioni di piacere, per la regolazione del sonno, per la memoria di lavoro e anche per il meccanismo della ricompensaNella prima fase di test, i risultati hanno dimostrato che il sistema cerebrale  della ricompensa delle donne si attiva più fortemente quando scelgono un’azione prosociale, mentre quello degli uomini risponde in maniera più intensa quando effettuano un’azione egoistica.

La ricerca ha previsto anche una seconda fase con la somministrazione di un farmaco (Amisulpride), antagonista dell’azione della dopamina. Il farmaco ha scatenato una reazione esattamente opposta. Gli uomini hanno mostrato una maggiore inclinazione all’azione prosociale, mentre le donne hanno avvertito una maggiore propensione per il comportamento egoistico.

L'origine delle differenze tra uomini e donne

Nello studio, i ricercatori hanno spiegato il fenomeno asserendo che le differenze esistenti tra uomo e donna a livello biologico non si possono considerare né innate né di origine evolutiva. Allo stato attuale della ricerca non si è arrivati a una risposta esaustiva. Secondo gli scienziati svizzeri, queste differenze potrebbero essere anche imputabili alle aspettative culturali diverse a cui sono soggetti donne e uomini.

Nel corso della storia, per esempio, le donne sono state lodate di più nell’atto di compiere un gesto prosociale. I sistemi della ricompensa femminile quindi si aspettano una ricompensa maggiore quando assumono un comportamento prosociale e, di conseguenza, tendono a preferirlo rispetto a un atto egoistico.

Donne, bambine e generosità WMAG

Le propensioni diverse che si notano tra uomo e donna nel momento della scelta di un comportamento sociale sono dunque imputabili all’influenza culturale a cui siamo sottoposti? Probabilmente, saranno gli studi futuri su questo tema a fornirci una risposta definitiva.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.