Stai leggendo: Wonder Woman: una supereroina per ispirare le nuove generazioni

Prossimo articolo: Wonder Woman: eroina nella storia

Letto: {{progress}}

Wonder Woman: una supereroina per ispirare le nuove generazioni

Wonder Woman, non solo un cinecomic. Ecco perché dovremmo far vedere il film alle nostre figlie.

Poster Wonder Woman

1 condivisione 0 commenti

Oltre ad essere il primo cinecomic stand-alone dedicato a una supereroina e al contempo il primo blockbuster comic diretto da una donna (Patty Jenkins), Wonder Woman - dal 12 ottobre in Home Video (in DVD, Blu-Ray, Blu-Ray 3D, 4K Ultra HD e in edizione speciale Blu-Ray Digibook con libretto di 70 pagine) per Warner - è anche un film particolarmente adatto alle ragazze pre e post adolescenti.

Se fino a oggi la maggior parte dei lungometraggi basati su personaggi dei fumetti sono stati per gran parte incentrati su superuomini, atti ad ispirare i maschi alfa di domani, Wonder Woman ha finalmente interrotto questa consuetudine regalandoci una pellicola che mette al centro la figura di una principessa guerriera. Questo archetipo narrativo risulta in linea con quelli delle moderne eroine disneyane che nei cuori delle più piccole stanno, di generazione in generazione, prendendo il posto delle passive figure femminili che hanno caratterizzato fino a qualche anno fa i film d’animazione.

Wonder Woman, un racconto di formazione

L'attrice Gal GadotWarner Bros.

Nella live-action che vede come protagonista la splendida Gal Gadot, seguiamo l’evoluzione di Diana Prince a partire dalla sua infanzia e questo porta le più piccole immediatamente a empatizzare e a creare un legame intimo con la futura Wonder Woman, rivedendo in lei la curiosità e la voglia di libertà propria della delle giovani e giovanissime che, come la piccola principessa delle amazzoni, spesso e volentieri si sentono vittime dell’istinto di protezione dei propri genitori.

Il cofanetto Blu-Ray di Wonder WomanWarner Bros.

Inoltre la sotto trama dell’epopea action narrata in Wonder Woman, tra un combattimento e l’altro, è fondamentalmente il racconto pulito del viaggio di formazione di una ragazza che lascia il nido e si affaccia al mondo, ne scopre i vizi e le virtù, si concede all’amore e va incontro al suo destino di superdonna. Percorso che, a diversi livelli, può tranquillamente essere compreso da chi è in procinto di diventare adulta.

Importanti insegnamenti in salsa blockbuster

Nella confezione di un blockbuster comic mai avaro di colpi di scena, peculiarità che lo rende adatto a un target a tutto tondo, Wonder Woman strizza palesemente un occhio alle donne di domani, dimostrando loro che l’altra metà del cielo possiede forza innata, divina, che è possibile essere “guerriere” senza per questo rinunciare alla propria femminilità o mascherarsi da uomini per dimostrare di valere altrettanto.

Gal Gadot, Patty Jenkins e Lucy Davis dietro le quinte di Wonder WomanHDWarner Bros.

Wonder Woman è un film che palesa con delicatezza il dolore della guerra, raccontata senza sangue ma con la giusta dose di lacrime, che sottolinea l’importanza della solidarietà femminile con il personaggio di Etta Candy (Lucy Davis) e dell’amore per il prossimo, da qualunque realtà provenga. 

Un pellicola che segna l’avvento nella vita delle più piccole di una nuova figura a cui ispirarsi: una donna che (come le icone di ieri) indossa un diadema, ma che ha il coraggio di buttarsi in quel campo di battaglia che è la vita, capelli sciolti e camminata sicura, parando tutti i colpi che il destino ha in serbo per lei.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.