Stai leggendo: Torino ospita gli scatti del fotografo di moda Peter Lindbergh

Letto: {{progress}}

Torino ospita gli scatti del fotografo di moda Peter Lindbergh

A Venaria Reale oltre 200 scatti per celebrare la carriera di uno dei più grandi fotografi contemporanei, che attraverso modelle e attrici è riuscito a raccontare il nostro tempo.

Uno scatto di Peter Lindbergh

8 condivisioni 0 commenti

Nella splendida cornice della reggia di Venaria Reale a Torino, sono esposti 220 scatti del fotografo di moda Peter Lindbergh, realizzati dal 1978 a oggi. Le sue fotografie hanno immortalato alcune delle icone della moda, da Cindy Crawford a Naomi Campbell a Linda Evangelista. Inoltre, Lindbergh ha collaborato con prestigiose riviste, come Vogue, il New Yorker, Vanity Fair, Rolling Stone e Harper’s Bazaar.

Kate Moss, Le Touquet, 2016 #LindberghStories #KateMoss #vogueitalia #2bmanagement

A post shared by Peter Lindbergh (@therealpeterlindbergh) on

Già dal titolo della mostra, Peter Lindbergh – A Different Vision on Fashion Photography, si capisce quanto l’opera di Lindbergh abbia rivoluzionato il mondo della fotografia di moda. Nelle sue foto, le modelle vengono presentate sotto una luce nuova: non ci sono pose rigide o stereotipate, ma grazie all’uso di un linguaggio quasi cinematografico emergono le personalità delle sue modelle, la loro grazia e la loro femminilità, oltre che la loro indiscussa bellezza.

Rianne Van Rompaey & Natalie Westling, Paris, 2017 #LindberghStories #VogueItalia #vogueunique #2bmanagement

A post shared by Peter Lindbergh (@therealpeterlindbergh) on

Anche i non appassionati di moda si sono di certo imbattuti in almeno uno dei suoi scatti in bianco e nero, e questo il motivo per cui questa mostra non interesserà solo i modaioli: attraverso i suoi scatti, Lindbergh ha saputo raccontare le donne, tutte le donne, non solo le più famose.

The most beautiful woman alive. Penélope Cruz for #calendariopirelli2017 #peterlindbergh @penelopecruzoficial

A post shared by Alessandro Magno 🦋 (@magic_oliver) on

Lo dimostra la sua scelta artistica per il calendario Pirelli 2017: il fotografo è stato chiamato a realizzare il prestigioso calendario e ha scelto di immortalare non giovani e permette modelle, ma un gruppo di attrici e una professoressa di scienze politiche, di età compresa fra i 27 e i 71 anni e soprattutto ha ritratto tutte le donne vestite. Così Lindbergh aveva spiegato la sua scelta:

Il mio Pirelli è un calendario non nudo, che spoglia l’anima delle attrici: quindi è più nudo del nudo. The Cal 2017 sarà un calendario sulla sensibilità, sull’emozione, non certo sui corpi perfetti.

Oltre alle fotografie di Lindbergh, sono esposti anche i suoi appunti personali, i provini, elementi presi dagli allestimenti e persino film: tutti elementi che ripercorrono la carriera e l’opera del fotografo. La mostra è divisa in diverse sezioni: Supermodel, Stilisti, Zeitgeist, Danza, Camera Oscura, L’ignoto, Il grande schermo, Icone.

Kristen McMenamy, Beauduc, 1991 #FromTheVault #LindberghStories #KristenMcMenamy #2bmanagement #gagosiangallery

A post shared by Peter Lindbergh (@therealpeterlindbergh) on

Realizzata dal Kunsthal di Rotterdam – dove la mostra è stata presentata lo scorso anno - in collaborazione con il curatore Thierry-Maxime Loriot e Peter Lindbergh e con il Patrocinio della Camera di Commercio di Torino, la mostra ha inaugurato il 7 ottobre e sarà visitabile fino al 4 febbraio 2018. Il biglietto intero costa 12 €, mentre il ridotto 10€. Trovate tutte le informazioni sul sito ufficiale della Reggia di Venaria.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.