Stai leggendo: Sogno di una notte d’estate: un tuffo nel mondo di Chagall

Prossimo articolo: L’artista dietro la tela: a Milano la mostra Dentro Caravaggio

Letto: {{progress}}

Sogno di una notte d’estate: un tuffo nel mondo di Chagall

Arriva alla Permanente di Milano la mostra immersiva dedicata alla vita e all’opera di Marc Chagall. Un’esperienza unica, che fonde varie arti espressive, per raccontare l’universo dell’artista.

Sulla città di Chagall

3 condivisioni 1 commento

Ormai le mostre immersive sono diventate un appuntamento conosciuto, amato e aspettato dal grande pubblico che, grazie l’uso di proiettori HD, si può immergere nei quadri dei più grandi artisti del mondo. L’esperienza della mostra Sogno di una notte d’estate, però, è qualcosa di più. La mostra dedicata a Chagall sarà visitabile presso la Permanente di Milano dal 14 ottobre 2017 al 28 gennaio 2018 e vedrà un sovrapporsi di arti espressive, volte a portare il visitatore nel mondo incantato di Chagall.

Con la regia di Gianfranco Iannuzzi, Renato Gatto e Massimiliano Siccardi e la colonna sonora di Luca Longobardi, questa esposizione si prefigge il compito di coinvolgere lo spettatore, stupirlo, incantarlo ed emozionarlo.

La danzaHD

Una mostra-spettacolo che unisce teatro, arte, musica e tecnologia e che racconta la vita e l’opera di March Chagall seguendo diverse tappe, come lungo un cammino fatto di scoperta e meraviglia. Infatti, la mostra si compone di 12 capitoli, ossia: Vitebsk (nome del piccolissimo villaggio russo in cui Chagall è nato), La vita, La poesia, I collage, La guerra, Le vetrate, L’Opéra Garnier, Daphnis e Chloé, I mosaici, Il circo, Le illustrazioni per fiabe, La Bibbia.

La lottaHD

Questa storia espositiva e illustrata porterà il visitatore dentro il mondo espressivo dell’artista, lasciandogli non solo lo stupore di fronte alla bellezza delle opere, ma anche la sensazione di essersi tuffato in un mondo lontano, quello in cui Chagall è vissuto e ha operato.

Chi era Chagall

Come già detto, Chagall è nato in un piccolo villaggio russo. Di origine ebraica, dopo aver vissuto a San Pietroburgo e Parigi, con l’inizio della seconda guerra mondiale fu costretto a trasferirsi in America.

Nella sua arte sono ben chiari i riferimenti alla tradizione russa e alla cultura ebraica. Nonostante visse nel periodo delle avanguardie, nessuna etichetta si adatta al suo stile, che è rimasto sempre fedele a se stesso, al suo immaginario fiabesco e sognante. Molti, infatti, sono gli elementi legati all’infanzia che ricorrono nelle sue opere e che, insieme ai colori accesi e brillanti, concorrono a creare un universo poetico. Nella sua tarda produzione, è il colore a prendere il sopravvento, svicolandosi dalla forma e diventando unico, libero protagonista delle sue opere.

Render di come sarà la mostraHD

La mostra Sogno di un notte d’estate è un’esperienza da godersi a 360°: mentre le immagini scorrono e la musica cresce, il racconto prosegue e coinvolge e tutti i sensi dello spettatore vengono chiamati in causa, per un’esperienza completamente inclusiva.

Non si tratta della prima volta che questa mostra, è proprio il caso di dirlo, va in scena: a Carrières de Lumierès, unico posto dove questo progetto è già stato realizzato, si sono stimati circa 500.000 visitatori.

In Italia, la mostra è stata prodotta dal Gruppo Arthemisia con Sensorial Art Experience e con il Patrocinio del Comune di Milano.

La mostra è aperta tutti i giorni, dalle 9.30 alle 19.30 e il biglietto intero costa 13€, mentre il ridotto 11€. Per tutte le informazioni, consultate il sito ufficiale dell’esposizione.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.